riciclo rifiuti differenziati
riciclo rifiuti differenziati
Territorio

Gli Ecopunto a breve sul nostro territorio

Nascerà una nuova imprenditoria con i negozi che comprano rifiuti

Lo scorso 15 febbraio, presso la Sala Giunta del Palazzo della Provincia di Bari, è stato firmato il Protocollo d'Intesa fra la Provincia di Bari e la Ecopunto-Reco2-LiberAmbiente-Tamafer, per l'apertura sul territorio degli Ecopunto, i negozi che comprano i rifiuti. L'iniziativa, partita in Italia già dall'agosto del 2008, rappresenta una novità nel campo dell'imprenditoria. Si tratta di un nuovo modo per rimpinguare il portafoglio nel pieno rispetto dell'ambiente: sono veri e propri negozi dove, invece di vendere merce, si comprano rifiuti debitamente differenziati.
Il meccanismo è semplice: basta presentarsi presso il punto vendita con i sacchetti dell'immondizia e dimostrare di essere residenti del Comune che aderisce all'iniziativa. I rifiuti, una volta compattati, vengono rivenduti. Così, da 20 bicchieri di plastica rinasce un tappetino per il mouse. Il materiale viene pagato al chilo, ma la novità è che chi lo consegna, viene retribuito. Orientativamente, perché la valutazione è influenzata dalle quotazioni di Borsa: un chilo di alluminio viene pagato 50 centesimi, il ferro 20 centesimi; 18 centesimi si ricavano da un chilo di pet e 5 centesimi dalla carta. In altre parole, una famiglia di quattro persone che consuma 81,9 Kg di carta all'anno, riuscirà a ricavare 163 euro.
Alla firma del protocollo hanno partecipato il Presidente della Provincia Francesco Schittulli, l'Assessore all'Ambiente Giovanni Barchetti e Alessandra Migliardi, legale responsabile della società Ecopunto-Reco2-LiberAmbiente-Tamafer.
  • Provincia di Bari
  • Smaltimento dei rifiuti
  • Rifiuti
  • Francesco Schittulli
  • Ecopunto
Altri contenuti a tema
3 Rifiuti, chiuso il centro comunale di raccolta in via Gravina Rifiuti, chiuso il centro comunale di raccolta in via Gravina Si attendono informazioni ufficiali da parte del Comune
Abbandono di rifiuti, multe nel Parco nazionale dell'Alta Murgia Abbandono di rifiuti, multe nel Parco nazionale dell'Alta Murgia Indagini svolte dai Carabinieri forestali con le fototrappole
2 "Rifiuti: ora l'obiettivo è ridurre i costi" "Rifiuti: ora l'obiettivo è ridurre i costi" Tariffazione migliore e lotta all'abbandono: questi i propositi dell'Unicam
Rifiuti, cresce la raccolta differenziata nell’Aro Ba/4 Rifiuti, cresce la raccolta differenziata nell’Aro Ba/4 Nel 2019 la percentuale di raccolta è pari al 70,27%
Gestione rifiuti: a Teknoservice attribuito il Rating di Legalità Gestione rifiuti: a Teknoservice attribuito il Rating di Legalità La società torinese opera ad Altamura e su scala nazionale
3 Abbandono dei rifiuti, sporcaccioni inquinano e cittadini pagano Abbandono dei rifiuti, sporcaccioni inquinano e cittadini pagano Le periferie saranno ripulite con fondi comunali
1 Gestione rifiuti, Teknoservice passa alle vie legali Gestione rifiuti, Teknoservice passa alle vie legali Presentata querela contro le diffamazioni
Rifiuti: nasce società impianti Puglia Rifiuti: nasce società impianti Puglia Regione prevede 7 nuove strutture compostaggio in piano settore
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.