Pulizia in via Cassano (prima e dopo)
Pulizia in via Cassano (prima e dopo)
Editoriale

Una discarica a cielo aperto ripulita dai volontari

Rimossi ingenti quantitativi di rifiuti

Applausi e sincera gratitudine sono dovuti ai volontari di Altamura, bambini compresi, che in due giornate ecologiche - a distanza di una settimana l'una dall'altra - hanno ripulito la periferie e le campagne della zona di via Cassano vecchia. Ingenti i quantitativi di rifiuti di ogni tipo che sono stati prima accumulati in decine di bustoni e poi rimossi dalla ditta del servizio urbano Teknoservice.

Abbiamo già parlato in questa notizia dell'iniziativa Murgia pulita, partita dal passaparola sul gruppo Facebook "Sei murgiano" e quindi sono state acquisite le collaborazioni istituzionali del Parco dell'Alta Murgia e del Comune.

Dopo aver ripulito le aree immediatamente vicine all'abitato nei pressi del ponte in via Cassano vecchia e un bel tratto extraurbano della strada provinciale 79, l'azione dei volontari si è soffermata sulla strada comunale esterna vecchia Cassano Bis dove c'era davvero di tutto. Trattandosi di strada poco utilizzata per gli spostamenti, si era creato un accumulo notevole di immondizia di vario genere.

"Bravi" davvero ai volontari che oltre al plauso si meriterebbero un pubblico riconoscimento. Ma loro lo fanno in modo disinteressato, non vogliono onori né appuntarsi medagliette. E' un puro atto di amore per la loro terra. Nonostante la fatica e il dover "sporcarsi" le mani (ovviamente, con guanti e tutto l'occorrente), le giornate del volontariato ambientale sono state una piccola festa di partecipazione e di condivisione di questo momento dedicato al servizio civico a favore di tutti, per l'opera sconsiderata di pochi.

E così come abbiamo dedicato meritate parole ai volontari, così vogliamo dedicarne a coloro che hanno inquinato, che continuano a farlo e che molto probabilmente proseguiranno a farlo. Per una volta, come redazione - non siamo solo cronisti ma anche cittadini - vogliamo dire la nostra e dedicare poche parole a questi sporcaccioni. Prendiamo in prestito le parole di Eduardo De Filippo nella celebre scena del pernacchioin "L'oro di Napoli" in cui dice: "A schifezza ra schifezza ra schifezza ra schifezza 'e l'uommene". E questo sono gli inquinatori se continuano a smaltire in modo illecito, pur avendo varie possibilità per conferirli in modo regolare.
  • Volontari
  • Rifiuti
  • Pulizia
Altri contenuti a tema
Abbandono dei rifiuti, aumenterà la repressione dei reati Abbandono dei rifiuti, aumenterà la repressione dei reati Tavolo tecnico della Regione, protocolli con forze dell'ordine
Installato un contenitore per gettare i mozziconi di sigaretta Installato un contenitore per gettare i mozziconi di sigaretta Un piccolo segnale per l'ambiente. Ma è troppo poco
Rifiuti, il consiglio comunale contro l'Unicam Rifiuti, il consiglio comunale contro l'Unicam Chieste le dimissioni del presidente Valente (sindaco di Gravina) e del segretario
Rifiuti: centri comunali di raccolta, approvati i progetti finali Rifiuti: centri comunali di raccolta, approvati i progetti finali Ma è passato troppo tempo dai primi e aumentano i costi
Obblighi di pulizia in aree urbane non edificate e private Obblighi di pulizia in aree urbane non edificate e private Ordinanza comunale. Previste pure misure a contrasto della xylella
Abbandono di rifiuti, 50 multe in quattro mesi Abbandono di rifiuti, 50 multe in quattro mesi Operazione di controllo del territorio della Polizia locale
Abbandono di rifiuti, interventi del Comune e del Parco Abbandono di rifiuti, interventi del Comune e del Parco Sono 26 le aree in cui si sta effettuando la bonifica
1 Altre aree extraurbane ripulite dai rifiuti Altre aree extraurbane ripulite dai rifiuti Sono tante le discariche abusive e gli abbandoni indiscriminati
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.