Altamura, corso Federico II di Svevia
Altamura, corso Federico II di Svevia
Convegno

Quando Altamura aveva una fiorente Università degli studi

Se ne parla in un convegno a cura del "Coordinamento 1799-2019"

Domani (31 marzo), alle ore 10.00, presso il Palazzo Vescovile in corso Federico II di Svevia n.77, è in programma un convegno sull'Università degli studi di Altamura che fu un fiorente centro di studi ed alta formazione dal 1747 al 1821. Era una delle più prestigiose ai tempi dei Borbone.

L'istituzione costituì terreno fertile per quelle idee e per quegli intellettuali che poi diedero vita alla rivoluzione del 1799. Come e perché nacque il piccolo ateneo nella città di Altamura? Che tipo di formazione veniva impartita agli studenti e quale era la ricerca scientifica che praticavano i professori che vi insegnavano? Quali furono le ripercussioni e l'influenza di questa presenza e di questa attività sui fatti rivoluzionari del 1799?

A queste e altre domande risponderanno i relatori del convegno, organizzato dal Coordinamento "Altamura Leonessa di Puglia 1799-2019", in collaborazione con l'Università di Bari e il Seminario di Storia della scienza. Proprio il Palazzo vescovile fu sede dell'Università.

Dopo i saluti di Arcangela Vicenti, presidente del Coordinamento "Altamura Leonessa di Puglia", e della sindaca Rosa Melodia, interverranno in veste di relatori Francesco Paolo De Ceglie, docente di Storia della Scienza dell'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro", e la Barbara Raucci, del Centro Universitario di ricerca "Seminario di Storia della Scienza". Coordinerà Giuseppe Dambrosio in rappresentanza del Coordinamento.

In quel tempo la città, proprio a partire dalla metà del Settecento, registrò una notevole crescita demografica. Era una comunità prospera, con una agricoltura fiorente, sede di una fiera antica, che intratteneva rapporti commerciali con diverse aree del Mezzogiorno d'Italia. In questo contesto l'Università, fondata da ambienti ecclesiastici di formazione illuministica, fu animata da docenti di estrazione laica. Infatti, accanto alle tradizionali discipline umanistiche, furono sviluppate quelle giuridiche e mediche e, in seguito, le scienze matematiche, la chimica, la botanica e la mineralogia.

Durante il convegno, intitolato appunto "L'Università degli Studi di Altamura 1747-1821", verranno proposti frammenti di poesia, musica, arte con le voci recitanti di Silvia Teot, Irma Marvulli, Francesca Caputo, Angelica Incampo, il violino di Laura Paternoster, le maioliche di Paolo Lorusso e il contributo del Liceo Classico Cagnazzi.
  • Storia locale
  • Corso Federico II di Svevia
Altri contenuti a tema
"Campo 65", un luogo della memoria da riscoprire "Campo 65", un luogo della memoria da riscoprire Il Comitato 10 febbraio chiede di apporre una targa per ricordare gli esuli
Parte il programma per celebrare i 220 anni della resistenza altamurana Parte il programma per celebrare i 220 anni della resistenza altamurana Anniversario del 1799. Si parte con lo spettacolo "Lenòr" al Teatro Mercadante
Storia e cultura del territorio raccontate con "Alta Murgia Storytelling" Storia e cultura del territorio raccontate con "Alta Murgia Storytelling" Un intenso calendario di appuntamenti al Palazzo Baldassarre (Rete Museale dell'Uomo di Altamura)
Rievocazione storica, per non gettare nell'oblio il nostro passato Rievocazione storica, per non gettare nell'oblio il nostro passato I momenti più importanti della 14ª edizione del raduno dei cortei storici
Tentata rapina in gioielleria, i malviventi scappano a mani vuote Tentata rapina in gioielleria, i malviventi scappano a mani vuote Ferito il titolare dell'esercizio. Panico sul corso di Altamura
L'amore per la Patria degli altamurani L'amore per la Patria degli altamurani I Giovani UDC, «La storia ci ha insegnato ad essere fieri di essere italiani»
L’associazione Centro Studi Normanno-Svevi ad Altamura per un incontro L’associazione Centro Studi Normanno-Svevi ad Altamura per un incontro Partire dalla Storia per tracciare percorsi turistico-culturali e di salvaguardia ambientale
Basi missilistiche americane sulla Murgia? Basi missilistiche americane sulla Murgia? Intervista al regista del documentario "Le Murge, il fronte della Guerra Fredda"
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.