commercio
commercio
Territorio

La Regione Puglia favorisce il commercio

Nuovo bando per creare poli commerciali naturali. C'è tempo sino al 4 marzo

Elezioni Regionali 2020
La Regione Puglia a sostegno del commercio.

È stato presentato dall'assessore allo sviluppo economico Loredana Capone il nuovo bando regionale da 6 milioni e mezzo di euro che permette ai piccoli commercianti pugliesi di migliorare la propria attività o li aiuta ad aprirne una nuova. L'intervento si rivolge ad un settore economico, il commercio, che conta da solo in tutta la regione 103.120 imprese attive, cioè il 30,6% delle aziende pugliesi di ogni settore. Il bando, recante "Interventi a favore delle Pmi nel settore del commercio", favorisce la nascita di nuove attività commerciali soprattutto nei centri storici e nelle principali strade commerciali delle città con l'intento chiaro di creare poli commerciali naturali capaci di rispondere alla concorrenza dei grandi centri commerciali. Per questo l'intensità di aiuto è praticamente inedita e tra le più alte mai concesse in un bando pubblico: si tratta del 70% delle spese ammissibili.

Secondo l'assessore Capone potranno essere agevolati almeno 223 piccoli esercizi e 120 imprese associate, per un totale di 343 esercizi, considerando che tutti chiedano il massimo contributo, cioè 25.000 euro. Se la richiesta, come avviene spesso, si fermasse ad una somma inferiore, la platea dei beneficiari si allargherebbe ulteriormente.

Il bando, pubblicato giovedì sul Bollettino ufficiale, sarà aperto dal 4 marzo al 4 aprile 2013. L'obiettivo è quello di incentivare e sostenere uno dei settori che maggiormente sta risentendo della crisi economica sia in termini occupazionali che di fatturato, ma anche di creare negozi nuovi e più attrattivi e tecnologicamente all'avanguardia con sistemi di sicurezza innovativi, attenzione per l'ambiente e bancarelle moderne e coordinate nei mercati rionali, mentre si fa strada il più moderno e-commerce.

Ciò che lascia un po' perplessi, però, sono le modalità di composizione delle graduatorie. Ad aggiudicarsi il finanziamento infatti non saranno le idee migliori ma semplicemente quelle che arriveranno prima. La partecipazione al bando, infatti, è ammessa solo per via telematica sul portale regionale e, spiega letteralmente la Regione, "chi arriva prima si aggiudica l'incentivo: la graduatoria sarà predisposta infatti sulla base dell'ordine cronologico di presentazione della domanda e fino ad esaurimento delle risorse disponibili". Inoltre, "a parità di ordine cronologico di data ed ora, le richieste ammissibili verranno inserite nell'elenco dei progetti finanziabili sulla base dei alcuni criteri: interventi realizzati nei centri storici; imprese a prevalente gestione femminile; progetto di e-commerce; progetto che contribuisce alla diffusione dell'innovazione tecnologica e dei sistemi di sicurezza; progetto che contribuisce alla tutela dell'ambiente e delle risorse naturali".

Non resta che affrettarsi.
  • Regione Puglia
  • Commercio
Altri contenuti a tema
Trasporto pubblico, mezzi possono viaggiare a piena capienza Trasporto pubblico, mezzi possono viaggiare a piena capienza A partire dall'1 luglio per effetto di un'ordinanza della Regione
Sport, contributi per associazioni e società Sport, contributi per associazioni e società Tre milioni a fondo perduto per la pratica dilettantistica
Imprese, grande adesione al bando del micro-prestito Imprese, grande adesione al bando del micro-prestito Assessore Borraccino: “Superate le 200 concessioni di agevolazioni”
La Puglia verso la normalità La Puglia verso la normalità Nuova ordinanza: possono ripartire altri settori economici e sportivi
Commercio, saldi posticipati ad agosto Commercio, saldi posticipati ad agosto Per l'emergenza Covid le attività hanno subito un lungo stop
Mobilità tra le regioni, massiccio rientro in Puglia Mobilità tra le regioni, massiccio rientro in Puglia In base all'ordinanza le persone arrivate compilano un modulo on line
Attività extra-agricole, la Regione stanzia altri 20 milioni Attività extra-agricole, la Regione stanzia altri 20 milioni Per gli investimenti in attività agrituristiche o produzioni complementari all’agricoltura
Fase 2 "coronavirus", ripartono altre attività Fase 2 "coronavirus", ripartono altre attività Nuova ordinanza della Regione con tutte le linee guida per l'economia pugliese
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.