Auto ribaltata sulla Tarantina
Auto ribaltata sulla Tarantina
Territorio

Incidenti sulla Tarantina, i pareri dei nostri lettori

Tra inviti alla prudenza e appelli a rendere la strada molto più sicura

In otto giorni due incidenti stradali in cui sono rimaste ferite tre donne. Entrambi sono accaduti sulla provinciale 27 "Tarantina".

Il 20 maggio, in territorio di Gravina, una Skoda grigia si è ribaltata a due chilometri dalla città. Ferite e trasportate in ospedale le due donne che erano a bordo dell'auto. Non coinvolti altri veicoli.

L'altro ieri, in territorio di Altamura, una Lancia Ypsilon è uscita di strada e si è ribaltata ad un dislivello (nella foto) al km 4+500 nei pressi di una sala ricevimenti. Ferita la donna che era da sola nell'auto e viaggiava in direzione di Gravina. Anche lei è stata trasportata all'ospedale della Murgia. Nel sinistro non sono stati coinvolti altri veicoli.

Come già avvenuto in passato, si ripropone la questione della sicurezza. Cosa ne pensano i nostri lettori? Numerosi i commenti pervenuti ad Altamuralife e Gravinalife sugli ultimi incidenti.

La questione è più sentita a Gravina perché la "Tarantina" ha visto crescere notevolmente il volume di traffico ed è preferita alla strada statale 96 per due ragioni principali: i tempi di percorrenza più lunghi dovuti alla presenza di quattro semafori e il nuovo tracciato della strada statale 96 che è ritenuto più penalizzante per i gravinesi dopo i lavori di raccordo per Matera (ss 99). La "96", invece, è la viabilità maggiormente utilizzata dagli altamurani.

Le opinioni dei lettori, a grandi linee, si dividono grossomodo in due filoni. Il primo riguarda l'invito al rispetto del codice della strada e del limite di velocità perché, proprio per la conformazione della strada, essa richiede maggiore prudenza.

Nel secondo caso, invece, i lettori chiedono che la strada sia messa urgentemente in sicurezza, soprattutto per l'allargamento del tratto più critico. E' una strada con elevati volumi di traffico - sostengono - e nonostante gli allarmi già lanciati negli anni scorsi, con l'incremento del numero di incidenti, si è parlato tanto ma non si è provveduto ad un'adeguata sistemazione, fatta eccezioni per alcuni interventi che però hanno riguardato delle parti molto limitate della Tarantina. E quindi viene rinnovato l'appello ad interventi rapidi.
  • Strada provinciale
  • Incidente stradale
Altri contenuti a tema
Anziana investita sulle strisce, trasportata in ospedale Anziana investita sulle strisce, trasportata in ospedale L'incidente in piazza Unità d'Italia. Sul posto Polizia locale e 118
Una messa e un concerto in ricordo di Michele Rifino Una messa e un concerto in ricordo di Michele Rifino La famiglia non demorde e vuole ancora giustizia sull'incidente di quattro anni fa
20 Domani l'ultimo saluto alla mamma e alla figlia vittime di incidente stradale Domani l'ultimo saluto alla mamma e alla figlia vittime di incidente stradale Per i funerali è stato proclamato il lutto cittadino
Incidente stradale a Laterza, morte mamma e figlia Incidente stradale a Laterza, morte mamma e figlia Nello scontro fra un'auto e un camion sulla strada per Ginosa
Le notizie del territorio: due morti in incidente a Matera Le notizie del territorio: due morti in incidente a Matera Scontro fra mezzi pesanti su statale 7
Incidente stradale sulla Tarantina, tre veicoli coinvolti Incidente stradale sulla Tarantina, tre veicoli coinvolti Diversi feriti. Strada chiusa per operazioni di soccorso
Incidente mortale sulla statale 99 Altamura Matera Incidente mortale sulla statale 99 Altamura Matera Una donna ha perso la vita
Incidente mortale sulla Altamura Corato, dinamica ancora da chiarire Incidente mortale sulla Altamura Corato, dinamica ancora da chiarire Accertamenti in corso da parte della Polizia locale. Tre mezzi coinvolti
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.