Ridimensionamento scuole
Ridimensionamento scuole
Scuola e Lavoro

Dimensionamento scolastico, le preoccupazioni dei genitori

«Non siamo stati coinvolti, ora vogliamo chiarimenti». "Padre Pio" e "Garibaldi" le due scuole oggetto dell'incontro con l'Assessorato alla Pubblica Istruzione

I genitori degli alunni che frequentano le scuole "Garibaldi" e "Padre Pio" vogliono vederci chiaro. Il dimensionamento scolastico, che dal prossimo anno prevede la costituzione ad Altamura di otto istituti comprensivi, li preoccupa. Tanto che negli scorsi giorni hanno chiesto un incontro con l'assessore alla Pubblica Istruzione Giovanni Saponaro per esporre perplessità e proposte. Lamentano una mancanza di coinvolgimento e di informazione. I corsi della media "Padre Pio" verranno divisi fra gli istituti comprensivi "Aldo Moro" e "Don Milani".

I genitori annunciano disagi per le attuali classi seconde della scuola media, «che il prossimo anno potrebbero non avere gli stessi docenti». Ma per Saponaro «la continuità didattica la fanno i programmi. Gli alunni - rassicura - non saranno spostati». Le famiglie chiedono che la "Padre Pio" non venga «spaccata in due» e temono che possano formarsi «scuole di serie A e di serie B». Il secondo circolo didattico "Garibaldi", invece, viene accorpato nell'istituto comprensivo "Pacelli", scuola media che si trova in un'altra zona della città. Il problema che pongono le famiglie riguarda i bambini che attualmente frequentano la quinta elementare e che il prossimo anno dovranno iscriversi alla scuola media. Seguendo il criterio della territorialità, la media più vicina alla "Garibaldi" è la "Padre Pio" e non la "Pacelli". Saponaro risponde che «un bambino non è vincolato ad iniziare e a concludere il proprio percorso formativo nello stesso istituto comprensivo. Le famiglie sono libere di scegliere dove iscrivere i propri figli».

Dubbi nutrono i genitori anche sull'urgenza di adottare il provvedimento e chiedono di «procedere gradualmente con l'accorpamento in istituti comprensivi delle scuole sottodimensionate». La Regione, con deliberazione del 2 novembre 2011 ed in base alla legge nazionale 111/2011, ha dettato le linee d'indirizzo per il dimensionamento della rete scolastica a partire dall'anno scolastico 2012-2013. «Entro il 15 novembre - spiega Saponaro - l'amministrazione doveva trasmettere il piano alla Provincia. Ed entro il 31 dicembre prossimo la Regione dovrà assegnare i codici meccanografici agli istituti comprensivi. Nel prossimo triennio è possibile comunque apportare delle modifiche. La Regione - annuncia - potrebbe anche non approvare gli otto istituti comprensivi, perché la popolazione scolastica di Altamura è di circa 9700 alunni. Dunque si tende più ai nove istituti».

Il gruppo "Scuola Bene Comune Altamura", intanto, ha organizzato per domani, alle ore 18.30, presso il Laboratorio Urbano Giovanile "Portalba", un'assemblea cittadina per discutere «del futuro delle scuole altamurane».

  • Scuola
Altri contenuti a tema
Covid: ad Altamura raddoppiati i casi nelle scuole Covid: ad Altamura raddoppiati i casi nelle scuole I dati aggiornati del tracciamento della Asl
Pnrr: fondi per l'edilizia scolastica Pnrr: fondi per l'edilizia scolastica A favore degli enti locali. Prorogate le scadenze degli avvisi
Report Covid scuole Altamura: 2 soli casi prima di Natale Report Covid scuole Altamura: 2 soli casi prima di Natale Anche in terra di Bari diminuiscono le segnalazioni nella settimana dal 20 al 26 dicembre
Report Covid scuola, 28 i nuovi casi ad Altamura Report Covid scuola, 28 i nuovi casi ad Altamura In diminuzione rispetto alla settimana precedente. Crescono i contagi in terra di Bari
Covid: Emiliano invita le scuole a evitare recite e feste Covid: Emiliano invita le scuole a evitare recite e feste In base agli ultimi dati sulla circolazione del virus
Report Covid scuola, ad Altamura 37 nuovi casi in una settimana Report Covid scuola, ad Altamura 37 nuovi casi in una settimana In netta crescita il numero dei postivi in tutta la provincia di Bari
Manca energia elettrica e niente riscaldamento, stop per un giorno Manca energia elettrica e niente riscaldamento, stop per un giorno Ordinanza di sospensione delle attività per scuola dell'infanzia Rodari
Scuola: 5,2 miliardi con fondi europei del Pnrr Scuola: 5,2 miliardi con fondi europei del Pnrr Sasso: "Grande opportunità per il Sud"
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.