tavolini
tavolini
Palazzo di città

Consiglio comunale, primo via libera al regolamento sui "dehors"

Per gli allestimenti dei locali pubblici quali tavolini, sedie e gazebo

È stato adottato in consiglio comunale il regolamento per la disciplina di installazione e gestione dei "Dehors" che definisce le norme per gli allestimenti esterni dei locali e degli esercizi pubblici: tipologie di strutture, tempi di validità delle autorizzazione, caratteristiche degli elementi d'arredo, procedure da attivare. Il regolamento sarà pubblicato per 15 giorni per eventuali osservazioni e poi proposto allo stesso consiglio per l'approvazione. Quando sarà definitivo, consentirà di snellire l'iter autorizzativo per gli operatori. Sarà sufficiente presentare un'unica istanza al Comune di Altamura, invece di due (sia al Comune che alla Soprintendenza).

Le autorizzazioni saranno valide per 300 giorni per i dehors ubicati nelle zone soggette ad autorizzazione della Soprintendenza e 364 per tutti gli altri.

Per gli elementi d'arredo di Piazza Duomo e Corso Federico II, l'Amministrazione potrà procedere successivamente, anche attraverso un concorso di idee, all'elaborazione di una progettazione unitaria sulle caratteristiche tipologiche, strutturali, di illuminazione e di formato, per garantire un'immagine uniforme del bene architettonico.

A seconda delle attrezzature impiegate e del relativo impatto sullo spazio urbano, i dehors sono classificati come
  • Semplice – sedute e tavolini con o senza pedana, con elementi ombreggianti e delimitazione discontinua a mezzo di fioriere, ringhiere, parapetti o paraventi; nella Zona A – così come individuata al successivo art. 4 – e presso immobili vincolati ai sensi della Parte II del D.Lgs. n. 42/2004, occorre attenersi alle limitazioni riportate all'art. 5.1 co. 2 lett. a) del presente Regolamento;
  • Aperto – sedute e tavolini con o senza pedana, con elementi ombreggianti o copertura stabile e delimitazione continua a mezzo di fioriere, ringhiere, parapetti o paraventi;
  • Chiuso – sedute e tavolini su pedana, con struttura stabilmente coperta e delimitazione chiusa in misura superiore all'80% della superficie laterale complessiva.
In base al periodo di permanenza e, conseguentemente, della durata delle autorizzazioni comunali (come descritte nell'art.7 "Procedure") i dehors si distinguono in:
  • Temporaneo se allestito per una durata complessiva non superiore a 15 giorni anche non consecutivi in occasione di fiere, feste, mercati o altre manifestazioni
  • Annuale se autorizzato per un periodo non superiore a 364 giorni nell'arco dell'anno solare; nella Zona A – così come individuata nel successivo art. 4 – tale periodo non può essere superiore a complessivi giorni 300. In prima applicazione del presente Regolamento il periodo di chiusura obbligatorio stabilito è il seguente: dal 7 gennaio al 7 febbraio (32 gg.) e dal 2 al 30 novembre (29 gg.), nonché nei giorni coincidenti con eventi e/o manifestazioni pubbliche che interessano la Zona A.
In riferimento al tessuto urbano della città e ai diversi valori ambientali, storici e culturali degli spazi pubblici, il regolamento individua tre aree:
  • Zona A: coincidente con il perimetro del Centro Storico (zona "A1" di P.R.G.), comprensiva delle viabilità extramurali e dell'area di interesse archeologico denominata "Mura Megalitiche", così come individuata dai D.M. di vincolo diretto e riportata nel vigente P.P.T.R. della Regione Puglia. È possibile installare solo la tipologia "dehors semplice".
  • Zona B: territorio comunale circostante il Centro Storico, comprensivo delle principali arterie viarie. È possibile installare le tipologie "dehors semplice" e "dehors aperto".
  • Zona C: il resto del territorio comunale. È possibile installare le tre tipologie di dehors.
Il regolamento prevede, inoltre, una serie di casi in cui non si possono allestire.
  • Centro Storico
  • Commercio
Altri contenuti a tema
Giornate del FAI: visite ai luoghi della comunità greca Oggi Giornate del FAI: visite ai luoghi della comunità greca
1 Ztl nel centro storico, occhio alle multe Ztl nel centro storico, occhio alle multe Finito il periodo di pre-esercizio, il servizio torna a regime
Centro storico, dopo sostituzione impianti riparte la Ztl Centro storico, dopo sostituzione impianti riparte la Ztl Pre-esercizio sino a Ferragosto, dal 16 agosto torna a regime
Commercio e artigianato, una legge a favore delle attività storiche Commercio e artigianato, una legge a favore delle attività storiche Approvata dal Consiglio regionale
"Spendi ad Altamura", il Comune invita a fare acquisti in città "Spendi ad Altamura", il Comune invita a fare acquisti in città Iniziativa a sostegno del commercio locale
Commercianti ambulanti chiedono la riapertura dei mercati Commercianti ambulanti chiedono la riapertura dei mercati Incontri alla Regione e al Comune di Altamura
Partono i lavori nel centro storico Partono i lavori nel centro storico Riguardano piazza Matteotti e sei strade
1 Malore in casa per un uomo solo, salvato dai carabinieri Malore in casa per un uomo solo, salvato dai carabinieri Non si vedeva in giro da alcuni giorni. Segnalazione di un ristoratore e intervento dei militari
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.