Salotti
Salotti
Territorio

Approvata la Zes Adriatica, c'è anche la zona industriale di Altamura

I commenti della sindaca Melodia e del consigliere Enzo Colonna

"L'approvazione in giunta regionale del piano strategico della Zes è l'ulteriore tassello di un iter che vede coinvolta l'area murgiana e in particolare la zona industriale di Altamura. E' un'opportunità di crescita per il tessuto imprenditoriale altamurano. L'impegno meticoloso e costante del consigliere regionale Enzo Colonna ha reso possibile questo risultato. Aspettiamo il passaggio definitivo con l'approvazione da parte dei ministeri".

Questo il commento della sindaca di Altamura Rosa Melodia alla conclusione dell'iter regionale per il riconoscimento della Zona Economica Speciale Interregionale Adriatica (Puglia-Molise).

Come si ricorderà la ZES Adriatica insieme alla Zes Jonica costituisce una delle due macroaree geografiche del territorio regionale, collegate a una o più aree portuali, per le quali sono previste specifiche misure (benefici fiscali, incentivi, semplificazioni amministrative) finalizzate a creare un contesto orientato alla crescita di imprese, all'attrazione di investimenti, all'incremento di scambi commerciali ed export.

Con il via libera dato dalla Giunta regionale al Piano Strategico della ZES Adriatica (che comprende anche i territori della Regione Molise) non manca, ora, nient'altro se non l'approvazione da parte dei Ministeri competenti per il varo definitivo di questa grande opportunità.

"La ZES Adriatica, ricordo, è connessa, per quanto riguarda la Puglia, ai porti di Manfredonia, Barletta, Bari, Molfetta, Monopoli e Brindisi (nonché agli snodi logistici degli aeroporti di Bari, Brindisi e Foggia, dell'interporto regionale della Puglia, della piattaforma logistica di Incoronata) e comprende superfici pari a circa 2889 ettari" ha spiegato il consigliere Enzo Colonna.

Territorio che comprende anche le arre produttive Gravina ovvero l'intera zona artigianale e di Altamura (183,50 ettari della zona industriale che insiste sulla strada statale 96 per Gravina) che ora avranno una corsia preferenziale nel trasporto merci avendo un collegamento diretto con i principali porti pugliesi.

"L'inserimento dell'area murgiana (con i Comuni di Altamura e Gravina in Puglia, cui si potranno aggiungere anche aree di altri comuni grazie alla previsione, contenuta nel Piano Strategico, di estendere le zone già perimetrate, pari a 2628 ettari, con ulteriori 261 ettari circa che saranno individuati a seguito di un avviso pubblico rivolto ai comuni) all'interno della ZES Adriatica rappresenta certamente un importante traguardo raggiunto da questo territorio sotto il profilo di una aggiornata prospettiva di sviluppo economico, che consentirà di attrarre investimenti e di creare nuova impresa e occupazione" ha spiegato il consigliere regionale Enzo Colonna che ha seguito l'intero procedimento regionale collaborando con gli uffici tecnici dei Comuni e con le associazioni e le organizzazioni del mondo imprenditoriale (CNA - Area Metropolitana di Bari, Confesercenti - Terra di Bari, Confcommercio - Delegazione di Altamura, Apulia Fashion Makers, Copim).

Per l'Alta Murgia e per Gravina e Altamura in particolare si aprono nuovi scenari: "I progetti già ci sono dobbiamo solo limarli e candidarli a finanziamento". Concluso il procedimento regionale ora toccherà attendere l'approvazione definitiva da parte dei Ministeri competenti.
  • Regione Puglia
  • Imprese
  • Zona industriale
Altri contenuti a tema
Zona economica speciale è operativa, cogliere opportunità Zona economica speciale è operativa, cogliere opportunità Affollato incontro di presentazione della Zes Adriatica
Le opportunità della Zona economica speciale Le opportunità della Zona economica speciale Un convegno organizzato da Murgia Sviluppo e dal Comune, con il commissario Guadagnuolo
Attività storiche e di tradizione, un incontro al Comune Attività storiche e di tradizione, un incontro al Comune Si parla della legge regionale per il riconoscimento del marchio
Il BELLO della RISTRUTTURAZIONE nei CANTIERI della GIORDANO Il BELLO della RISTRUTTURAZIONE nei CANTIERI della GIORDANO Obiettivo: dare bellezza alla città attraverso dei murales
Regione Puglia, 450mila euro per la partecipazione Regione Puglia, 450mila euro per la partecipazione Attivo l’Avviso pubblico a sportello “Puglia Partecipa”. Domande a partire dal 3 ottobre 2022
Contributo caregiver familiare, bando della Regione Contributo caregiver familiare, bando della Regione C’è tempo fino al 21 luglio per fare domanda
Architettura Rurale, Riaperti i termini per le domande Architettura Rurale, Riaperti i termini per le domande Finanziamenti per recupero e valorizzazione di edifici storici rurali e per la tutela del paesaggio rurale
15 Lutto nel mondo della ristorazione, morto Paolo Clemente Lutto nel mondo della ristorazione, morto Paolo Clemente Circa cinquanta anni di attività nel settore per il fondatore del "Gattopardo"
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.