Festa Libertas
Festa Libertas
Basket

Libertas, Biandolino: “Dobbiamo essere orgogliosi per quando hanno saputo fare i ragazzi”

Intervista a tutto tondo al numero uno della società cestistica altamurana

Sono passati pochi giorni da quel 26 aprile, data che rimarrà per sempre negli annali della storia del basket altamurano. In quel giorno, infatti, la Libertas Basket Altamura, sconfiggendo sul parquet amico del PapaPiccinni il San Pietro Vernotico, ha conquistato, con un turno di anticipo, la promozione in serie C, massimo campionato regionale pugliese. È la prima volta che una squadra altamurana raggiunge questo prestigioso traguardo, un traguardo inseguito per dieci anni e solo sfiorato in passato. Il merito è di una società che, nonostante un contesto economico non dei migliori, è riuscita a mettere in campo tanta passione e con grandi sacrifici è riuscita a raggiungere quest'obiettivo.

A parlarcene, quest'oggi, è intervenuto il presidente della Libertas, Alessandro Biandolino che, con il solito entusiasmo ha risposto alle nostre domande.

Presidente, dopo un lungo inseguimento è finalmente arrivata la tanto attesa promozione in serie C. Ci racconti le sue emozioni.

"Le emozioni sono state tante. Comunque sono molto contento soprattutto perché la squadra, anche per una serie di circostanze a noi favorevoli, come i ritorni per lavoro o studio di Barozzi e De Bartolo, è formata al 90% da giocatori altamurani. Per questo tutti quanti dobbiamo essere orgogliosi, anche se poi non posso dimenticare Milos Radovic, talento montenegrino, Vito Favia e poi il giovane promettente Michele Di marzio della vicina Matera".

Adesso, chiaramente, si parla con toni trionfalistici, ma non è stato tutto rose e fiori. Soprattutto ad inizio stagione avete sofferto, c'è stato il cambio di coach. Insomma quali sono state le difficoltà che avete incontrato?

"All'inizio del campionato non è stato difficile per coach Laterza lasciare, nelle mani di coach Guarini, le redini della squadra. Poi però durante la prima fase non ci è piaciuto come si esprimeva la squadra e così abbiamo deciso di sostituire il coach con Giovanni e visto i risultati credo sia stata la giusta decisione".

Ripercorrendo il campionato, qual è il ricordo più bello e quello da dimenticare il più in fretta possibile?

"Il ricordo più bello di questo campionato difficile è senza dubbio la trasferta di Vieste che forse ha segnato, da lì in poi, in positivo, tutto il prosieguo del campionato. In quell'occasione abbiamo dimostrato tutta la nostra forza di squadra. Di momenti negativi in particolare non ce ne sono stati, forse qualche prestazione non all'altezza delle aspettative, ma niente di più".

Quando si vince in uno sport di squadra, il merito è di tutti. Comunque, c'è qualcuno che l'ha sorpresa in positivo o in negativo?

"Non c'è stato un elemento che si è distinto in particolare , è stata tutta la squadra a vincere, cosi come piace al nostro coach . Giovanni Laterza poi è stato il "costruttore" della squadra. Questi erano e sono stati i "suoi" ragazzi fin da quando hanno iniziato a giocare."

Una spinta importante ve l'ha data anche il pubblico, tornato in massa a seguire le vostre imprese. Lei che ne pensa?

"Il nostro pubblico ci è stato vicino anche in trasferta, dobbiamo ringraziare tutti per il sostegno che non è mai venuto meno, anche se dobbiamo lavorare molto per aumentare le presenze al palasport."

La Libertas è una delle poche squadre altamurane capaci, nelle ultime stagioni, di vincere qualcosa. Crede che questo possa aiutarvi a diventare una società di riferimento nel panorama sportivo cittadino?

"La promozione in serie C della Libertas rappresenta un traguardo storico per lo sport della pallacanestro altamurana. È la prima società ad approdare in questa serie e speriamo che ci rimanga a lungo. Io come dirigente, ma penso di esprimere il pensiero di tutta la dirigenza, sono molto felice di tutto questo e siamo pronti ad affrontare la nuova serie con entusiasmo per far crescere ancora di più questo sport ad Altamura."

Manca ancora una partita al termine del campionato ma vorrei porle lo stesso questa domanda: avete già iniziato a pensare al futuro?

"Per il futuro è presto parlarne, ora finiamo le fatiche di questo campionato che, voglio ribadire, è stato più difficile di quanto possa sembrare. A parte il Vieste che era la vera corazzata del campionato, c'erano squadre come il Monopoli, il Mesagne, il Lecce con dei roster di primissimo livello con dieci giocatori a referto con esperienze nei campionati superiori. Quindi ancora di più va il plauso ai nostri perché quello che hanno fatto è davvero straordinario".

Ha dei ringraziamenti particolari da fare?

"Ceto. Vorrei ringraziare i nostri sponsor: senza di loro non saremmo andati da nessuna parte. Noi facciamo basket perché "malati" di questo sport, quindi senza il loro apporto non potevamo fare quello che abbiamo fatto e quindi un particolare ringraziamento va a loro".

Presidente, grazie per la sua disponibilità. Auguro a lei e alla società che rappresenta le migliori fortune.

"È stato un piacere. E comunque sempre forza Libertas!"

Con questo incitamento si chiude l'intervista con Alessandro Biandolino, presidente della Libertas Basket Altamura, prima squadra cittadina a raggiungere il traguardo della serie C. Ai dirigenti, ai tecnici e ai giocatori vanno anche il mie complimenti per un risultato strameritato.
Biandolino, primo da sinistra, festeggia con la squadra
  • Serie D
  • Libertas Basket Altamura
  • Basket
Altri contenuti a tema
1 Ufficializzati i gironi della serie D Ufficializzati i gironi della serie D La composizione del girone H in cui milita la Team Altamura
Basket, giovani cestisti a lezione da Mattia Consoli Basket, giovani cestisti a lezione da Mattia Consoli Il vice allenatore della Happy Casa Brindisi ospite della Asd Basket School di Altamura
Cominciano i Play Off per la Libertas Altamura Cominciano i Play Off per la Libertas Altamura Domenica 15 aprile, giornata importante per lo sport altamurano
Basket: la Libertas Altamura vince contro Ostuni Basket: la Libertas Altamura vince contro Ostuni Chiude così al 4° posto
Libertas Altamura: vince a Vieste e va ai play-off Libertas Altamura: vince a Vieste e va ai play-off I padroni di casa per tutto il match sono stati più concreti, ma alla lunga le rotazioni più corte e i tanti errori da oltre l'arco sono costati cari alla squadra di coach De Santis
Basket: Francavilla sopraffatto dalla Libertas Altamura Basket: Francavilla sopraffatto dalla Libertas Altamura La gara al PalaPiccinni si chiude 78-68
Arriva finalmente l’atteso derby della Murgia tra la Team e la FBC Arriva finalmente l’atteso derby della Murgia tra la Team e la FBC Ad agitare le acque un post di Picci che annuncia il suo addio dal Gravina
1 Libertas Altamura sopraffatta in casa dal Vieste Libertas Altamura sopraffatta in casa dal Vieste Prossimo appuntamento domenica 26 novembre sull'ostico campo di Manfredonia
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.