Francesca Cicirelli
Francesca Cicirelli
Altri sport

Francesca Cicirelli campionessa di calcio in carrozzina

L’atleta altamurana fa parte della Oltre sport Bari che si è laureata campione nazionale di Powerchair Football

Powerchair football games "quando la palla valica le barriere": questo lo slogan che serve per raccontare una bella favola, che ci insegna come lo sport possa diventare un elemento a forte valenza sociale. Chi l'ha detto che chi si trova costretto su una carrozzina non possa diventare una campionessa di calcio? Questo è ciò che è successo all'altamurana Francesca Cicirelli.

Lei, atleta dell'Asd "Oltre sport" di Bari si è laureata campionessa nazionale di Powerchair Football (calcio in carrozzina elettrica). Francesca, Classe 1991, si è appassionata a questa disciplina nata in Francia e che in poco tempo ha preso piede in molte nazioni. In Italia il Powerchair Football è stato introdotto dalla Fispes ed esiste da poco più di un anno. La società barese dell'Asd "Oltre sport", unica in Puglia e seconda società sportiva nata in Italia, si è costituita solo qualche mese dopo. Uno sport ideale per certe tipologie di disabilità.

Infatti, - ci spiega Francesca- "Il calcio, oltre all'hockey, è l'unica attività sportiva che è possibile praticare a persone con grave disabilità e in carrozzina elettrica, presentando a differenza di altri sport, una regolamentazione priva di disparità nell'attribuzione dei ruoli di gioco e molto simile a quella del gioco del calcio a 5, più comunemente conosciuta". Francesca Cicirelli si è avvicinata a questo disciplina sportiva quasi per caso, attraverso un passaparola tra conoscenti che le ha consentito di iniziare questa attività.

Non senza disagi. Gli allenamenti a Trani e poi le partite. Infatti, "Settimanalmente, grazie al sostegno della mia cara e sempre disponibile Jusa, mi reco a Trani per gli allenamenti e di strada tra Puglia, Basilicata, Campania e Lombardia ne abbiamo macinata insieme e ancora tanta ne avremo da fare"- confessa Francesca. Sacrifici ripagati visto che hanno portato al successo sportivo coronato dalla conquista del titolo di campione nazionale di Powerchair Football, con la squadra barese che ha sconfitto la campana Asco don Orione e la Power Albatros-Aias di Matera nel primo triangolare nazionale che si è svolto a Torre del Greco.

La soddisfazione e la gioia di Francesca sono incontenibili. Anche se raggiunto questo traguardo, la ragazza altamurana guarda già al futuro. " Io e tutta la squadra, dopo questa ultima vittoria a Torre del Greco ci stiamo continuando ad impegnare e ad allenare in modo da farci trovare pronti alla Champions Cup di Ginevra il prossimo anno e ad altre gare internazionali in programma"- afferma determinata la giocatrice altamurana, che non può però fare a meno di pensare alle difficoltà logistiche che accompagnano questa pratica sportiva.

"Il problema è che tutto l'impegno e la passione di questo mondo non bastano in quanto per poter partecipare a queste gare è necessario essere muniti di carrozzine sportive specifiche per la pratica sportiva, che hanno un costo abbastanza elevato e che garantiscono una maggiore sicurezza per l'atleta e una migliore qualità del gioco". Un limite al quale la società sportiva barese sta tentando di porre rimedio, magari per consentire a Francesca Cicirelli di realizzare il suo sogno nel cassetto. "Un giorno poi, forse questo un po' più lontano, non mi dispiacerebbe indossare la maglia della nazionale- ci confida la 28enne altamurana che sottolinea come l'impegno sia importante per coltivare una passione "e io ce la sto mettendo tutta".

Roberto Varvara
  • Sport
Altri contenuti a tema
Le ASD Agon, Avanti e Pellegrino Sport unite in un progetto per under 17 Le ASD Agon, Avanti e Pellegrino Sport unite in un progetto per under 17 Opportunità per i giovani di essere protagonisti del calcio giovanile
Sport, i giovanissimi talenti altamurani Sport, i giovanissimi talenti altamurani Motivo d'orgoglio per la città, le congratulazioni del Comune
La Regione Puglia investirà 21 milioni di euro sullo sport La Regione Puglia investirà 21 milioni di euro sullo sport Rifino (Pd): "Necessità di ottimizzare le strutture esistenti e crearne delle nuove"
Kick boxing, Domenico Lomurno vince il titolo europeo WKU Kick boxing, Domenico Lomurno vince il titolo europeo WKU Dopo due round al giovane altamurano è stata aggiudicata la vittoria
Conclusi con successo i "Play the games" Conclusi con successo i "Play the games" Ad Altamura una manifestazione dedicata allo sport per tutti
1 Motociclismo, padre e figlio in gara domenica Motociclismo, padre e figlio in gara domenica Stessa passione per Vincenzo Ostuni ed il giovane Bartolo. Ottenuti buoni risultati
Iron Bike della Murgia: sport e ambiente si danno il cinque Iron Bike della Murgia: sport e ambiente si danno il cinque Grande festa a Lamalunga. E gli atleti raccolgono anche i rifiuti
Sport agonistico, il Comune assegna i contributi Sport agonistico, il Comune assegna i contributi In tutto 66.000 euro. Ecco l'elenco completo
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.