bomba largo nitti
bomba largo nitti
Cronaca

Strage di Largo Nitti, trent'anni all'esecutore materiale

Emiliano: "la Regione parte civile nel processo"

Si è concluso con una condanna a 30 anni per Savino Berardi e sei per Nicola Centonze il rito abbreviato contro gli esecutori dell'attentato di Largo Nitti che provocarono il ferimento di cinque ragazzi e la morte di Domenico Martimucci.

Berardi, ritenuto l'esecutore materiale della strage è stato condannato per i reati di porto e detenzione di esplosivi, sette tentati omicidi, strage aggravata dal metodo mafioso e omicidio volontario mentre Centonze era accusato di violazione della normativa sugli stupefacenti.

Soddisfazione è stata espressa dal governatore pugliese Michele Emiliano, per la sentenza emanata dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Bari, Roberto Olivieri del Castillo.

"Questa sentenza - dichiara Emiliano che proprio ieri era in vista ad Altamura per i funerali di altri cinque giovani altamurani - non restituirà Domenico ai suoi cari, ma segna un momento importante per la sua famiglia e la comunità di Altamura e della Puglia. Il 70% delle oltre 900 famiglie delle vittime innocenti di mafia in Italia aspetta ancora di conoscere la verità e di ottenere giustizia. I responsabili, in questo caso, sono stati individuati, processati e, oggi, condannati. La mia gratitudine alla magistratura ed al Comando Provinciale di Bari dei Carabinieri per il lavoro svolto in tempi celeri e con tanta efficacia. Questo è il primo processo di mafia in cui la Regione Puglia si è costituita parte civile".

"La provvisionale a favore della Regione Puglia disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari - spiega il dirigente della sezione antimafia sociale, Stefano Fumarulo - sarà investita in progetti di antimafia sociale con particolare attenzione alla città di Altamura. Alle tante iniziative in memoria di Domenico Martimucci sentiamo la responsabilità di realizzare anche attività di impegno concreto sul territorio".
  • Attentato largo nitti
Altri contenuti a tema
Confiscato il patrimonio di Mario Dambrosio Confiscato il patrimonio di Mario Dambrosio Sigilli ad appartamento e villa per l'uomo sotto processo per l'attentato di Largo Nitti
Attentato largo Nitti, via al processo Attentato largo Nitti, via al processo Regione e Comune parti civili per la strage di Altamura
Attentato largo Nitti, il Comune parte civile nel processo Attentato largo Nitti, il Comune parte civile nel processo Il dibattimento avrà inizio il prossimo 15 dicembre
Sicurezza, dopo i fatti di cronaca Altamura trema Sicurezza, dopo i fatti di cronaca Altamura trema La questione arriva in aula e Forte promette interventi
Oggi l’ultimo saluto a Domi. Oggi l’ultimo saluto a Domi. Altamura si ferma per i funerali del giovane ferito nell’attentato di Largo Nitti. Stop all’informazione Life
Attentato Largo Nitti, il comune parte civile contro i responsabili Attentato Largo Nitti, il comune parte civile contro i responsabili Forte: “Chiederemo risarcimento per Domenico e per l’intera comunità”
Attentato largo Nitti, i complimenti di Introna e le promesse di Forte Attentato largo Nitti, i complimenti di Introna e le promesse di Forte Altamura si mobilita per aiutare il giovane Domenico
Presi mandante ed esecutori dell'attentato di Largo Nitti Presi mandante ed esecutori dell'attentato di Largo Nitti In manette anche Mario Dambrosio considerato il mandante della strage per rivendicare il dominio sul mercato delle sale da gioco
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.