soldi
soldi
Territorio

Banca d’Italia iscrive COFIDI.IT nell’Albo degli Intermediari finanziari

Potranno essere finanziati progetti pubblici

Banca d'Italia ha iscritto COFIDI.IT nell'Albo degli Intermediari finanziari Vigilati secondo l'art. 106 del nuovo TUB (testo unico bancario) dall'1 Aprile 2016. La Banca d'Italia ha, così, autorizzato COFIDI.IT soc. coop. (COFIDI Imprese e Territori) all'esercizio di concessione di finanziamenti nei confronti del pubblico.

L'iscrizione, riconosciuta sulla base di specifici requisiti, è una conferma dell'intenso e proficuo lavoro svolto dall'intera struttura negli ultimi anni grazie ad una gestione attenta e oculata del management, che ha consentito a COFIDI, già Intermediario finanziario vigilato ex art. 107 prima della riforma, di aiutare centinaia di imprese a investire nella propria attività, grazie ad un sistema forte che ha garantito e agevolato l'accesso al credito bancario.
"Siamo orgogliosi di aver ottenuto l'iscrizione e lavoreremo sempre nell'ottica di una ulteriore crescita delle imprese nostre socie e dei loro territori. E' un risultato che conferma la nostra solidità - sostiene il Direttore Generale Teresa Pellegrino – e che ci consente di dare nuovo slancio all'attività di garanzia di COFIDI.IT favorendo la crescita di tante medie, piccole e piccolissime imprese che costituiscono il nostro primario tessuto economico. A loro va il nostro contributo, a loro la nostra azione di sostegno e di garanzia. Sempre attenti alle mutazioni dei territori e delle loro esigenze cercheremo di potenziare le nostre offerte di strumenti finanziari e di prodotti per gli investimenti delle Pmi".

"La forza del nostro confidi, parte del sistema CNA, affonda le sue radici nelle imprese socie che compongono la nostra società cooperativa – afferma il Presidente COFIDI.IT Luca Celi - siamo cresciuti negli anni grazie alla professionalità, alla preparazione e alla serietà del nostro sistema nell'attività di garanzia. Le micro, piccole e medie imprese, in primo luogo quelle della Puglia, ma anche quelle dei territori della Basilicata, Calabria, Campania e Molise si fidano di noi e accedono al credito con maggiore facilità. Banca d'Italia – conclude il Presidente - ha dato completezza, nei tempi previsti, al procedimento d'iscrizione. Un riconoscimento ben gradito per l'intenso lavoro che abbiamo svolto in questi anni e di cui siamo lieti".
  • Cofidi.it
Altri contenuti a tema
Cofidi.it, successo per il tour informativo sul "Fondo finanziamento del rischio" Cofidi.it, successo per il tour informativo sul "Fondo finanziamento del rischio" Obiettivo: 39 milioni di euro alle imprese pugliesi da Banca Monte dei Paschi di Siena
Fondo Finanziamento del Rischio – Tranched cover diamo credito alle imprese Fondo Finanziamento del Rischio – Tranched cover diamo credito alle imprese Un incontro sulle agevolazioni al credito bancario delle Pmi pugliesi organizzato da Cofidi.it
Cofidi.it: agire con le sinergie contro la stretta creditizia alle imprese Cofidi.it: agire con le sinergie contro la stretta creditizia alle imprese Si è tenuto un convegno alla Camera di Commercio. Pellegrino: "Già tante quelle aiutate ad uscire dalla crisi"
"Diamo Credito alle imprese" "Diamo Credito alle imprese" La riforma del Fondo Centrale di Garanzia, le Misure Regionali e la nuova Tranched Cover
Cofidi.it diventa più grande Cofidi.it diventa più grande Incorporata la Cooperativa Artigiana di Garanzia di Altamura
Cofidi.it: Assemblea dei soci approva il bilancio Cofidi.it: Assemblea dei soci approva il bilancio Oltre 300 milioni di euro di garanzie alle imprese, in aumento rispetto al 2017
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.