carabinieri
carabinieri
Cronaca

Altamura, altra rapina sabato scorso in un negozio

Subito arrestati dai carabinieri i tre malviventi

Pensavano di farla franca i tre giovani malviventi che sabato scorso, in tarda mattinata, hanno compiuto una rapina a mano armata presso un negozio di casalinghi in Via Santeramo ad Altamura. Invece no. I ventenni Francesco Canora e Salvatore De Leonardis, già noti alle Forze dell'Ordine, assieme al diciottenne incensurato A.A., tutti di Gravina di Puglia, sono stati arrestati con l'accusa di rapina aggravata in concorso, grazie al tempestivo intervento dei carabinieri della Centrale Operativa.

I tre complici, dopo essersi impossessati di un centinaio di euro e di un telefono cellulare, erano fuggiti a bordo di una Fiat Punto, colpendo il volto della titolare con il calcio di una pistola; ma la dettagliata descrizione dei rapinatori ha permesso ai carabinieri di rintracciare e bloccare l'autovettura condotta dal De Leonardis e con a fianco il diciottenne, appena un'ora più tardi nei pressi dell'abitazione del primo a Gravina in Puglia, dove i carabinieri si erano appostati. In seguito alla perquisizione effettuata, sono stati ritrovati sul sedile posteriore un giubbotto nero e una sciarpa bianca, simili a quelli indossati da uno dei tre rapinatori, mentre sul cruscotto è stato rinvenuto un ovetto in plastica contenente 80 euro, ritenuto il provento della rapina. Nascosto sotto il sedile posteriore, invece, è stato trovato il telefono cellulare. Anche Canora, esecutore materiale della rapina, è stato intercettato poco dopo a Santeramo in Colle, a bordo di un autobus in partenza per Gravina in Puglia. Condotti in caserma e ricomposto il trio, i carabinieri hanno potuto ricostruire le fasi della rapina.

Accertate le loro responsabilità, sono stati arrestati e sono ora rinchiusi nel carcere di Bari, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria inquirente. Molti gli episodi di rapina in territorio murgiano, in particolare di Altamura, avvenuti in questo primo scorcio di 2010, che hanno inevitabilmente prodotto allarme e preoccupazione tra la popolazione locale. Questi tre arresti confermano l'impegno dei Carabinieri della Compagnia di Altamura nel mettere immediatamente in atto un piano di contrasto in tale ambito. Infatti, pochi giorni fa, lo scorso 26 gennaio, è avvenuta la cattura di altri due rapinatori, anche loro giovanissimi e originari di Gravina.
  • Furto
  • Malviventi
  • Gravina in Puglia
  • Forze dell'ordine
  • Negozio
Altri contenuti a tema
Furto nel centro commerciale di Venusio, altamurana indagata Furto nel centro commerciale di Venusio, altamurana indagata Per aver rubato vestiti. Indagine della Polizia di Stato
Scontro tra due auto, morta una bambina di 10 anni Scontro tra due auto, morta una bambina di 10 anni In un tragico incidente a Gravina, sulla provinciale per Spinazzola
Torna la Fiera di San Giorgio a Gravina dopo tre anni di stop Torna la Fiera di San Giorgio a Gravina dopo tre anni di stop Parola chiave della 729^ edizione è "Territorio". Tutti i dettagli e il programma
Cultura: inizia la collaborazione tra Altamura e Gravina Cultura: inizia la collaborazione tra Altamura e Gravina Venerdì l'incontro con sottosegretaria Borgonzoni. Ora una convenzione
I fratellini Pappalardi e il “mistero di Gravina” I fratellini Pappalardi e il “mistero di Gravina” Un libro inchiesta scritto a quattro mani da Valentini e dal generale Garofano
Ad inizio 2022 attivo il numero unico di emergenza 112 Ad inizio 2022 attivo il numero unico di emergenza 112 Il punto della situazione in Puglia
Nuovo furto di cavi ai danni delle Ferrovie appulo lucane Nuovo furto di cavi ai danni delle Ferrovie appulo lucane E' il quinto in 20 giorni
Ciclovia Gravina-Altamura sull'antica via Appia, sbloccato il progetto Ciclovia Gravina-Altamura sull'antica via Appia, sbloccato il progetto Diventerà un tratto dell'EuroVelo 5 Londra-Brindisi
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.