scuola
scuola
Scuola e Lavoro

S.O.S. La scuola è finita? Il tragico panorama italiano

Nel prossimo anno tagli per 26mila docenti. La situazione non è delle migliori nemmeno per i 15mila ATA

È il caso di dirlo: "L'aria è amara!". Alzi la mano chi, da poco inserito o che aspira all'inserimento nel mondo della scuola, non abbia fatto un po' di conti alla mano e sia giunto alla conclusione che la situazione è giunta al limite e che oltre c'è solo il baratro. L'Italia rischia di rimanere senza scuole. A diffondere l'S.O.S. è il portavoce nazionale COBAS Piero Bernocchi, che ha paragonato il nostro paese a quello dei balocchi immaginato da Collodi: divertimento, guadagni facili e… niente scuola.

La denuncia è chiara: Il massacro della scuola italiana continua. Nel prossimo anno scolastico spariranno 26mila posti di lavoro tra i docenti e circa 15mila tra gli ATA, con una espulsione di massa dei precari. Dopo i massicci tagli operati quest'anno e la catastrofica riforma delle superiori, Tremonti-Gelmini anticipano la distruzione della scuola pubblica. Se a questo si aggiunge anche la Manovra Finanziaria varata dal governo che colpisce, in particolare, tutti i lavoratori del pubblico impiego e della scuola, la situazione diviene praticamente irrecuperabile.

Il Governo parla di sacrifici inevitabili "per non finire come in Grecia". Sì, peccato che a sacrificarsi dovrebbero essere solo quelli del pubblico impiego dove verranno bloccati i contratti per tre anni, mentre nella scuola si aggiunge il blocco per tre anni degli "scatti di anzianità". Per tutti i lavoratori inoltre si sposta di un anno la pensione di anzianità che per le donne verrà anticipata al 2016, mentre i dipendenti pubblici verranno derubati della liquidazione, ricevendola non più all'uscita dal lavoro ma diluita in tre anni. Perché allora non eliminare le province per cercare di rimediare, o magari tassare di un ulteriore 10% quei capitali (esportati illecitamente nei paradisi fiscali) e poi rientrati con lo Scudo Fiscale?

Apparentemente sembra che tutto vada benissimo: l'organizzazione di progetti, le attività aggiuntive, i corsi proposti da esperti attraverso i PON distolgono l'attenzione dall'essenziale: non ci sono i soldi per le supplenze, si ricorre sempre più spesso allo scorporo delle classi (pratica illegittima che dovrebbe sempre essere accompagnata da un ordine di servizio con cui il dirigente ordina e spiega perché firma e si assume la responsabilità di ciò che potrebbe accadere in classi miscelate).


Per reagire e per cercare di porre rimedio alla situazione, ieri pomeriggio ha avuto luogo un incontro presso la sede COBAS di Bari per discutere di alcune iniziative organizzate per bloccare la Finanziaria-massacro e i tagli nella scuola, come i due giorni di sciopero nazionale nella scuola durante lo svolgimento degli scrutini, convocato dai COBAS per la Puglia il 10 e l'11 di giugno, per poi proseguire con la manifestazione a Roma prevista per il 5 giugno.
  • Scuola
  • Riforma Gelmini
  • Tagli
Altri contenuti a tema
Polo per l'infanzia, tanti progetti per il concorso di idee Polo per l'infanzia, tanti progetti per il concorso di idee Sono 28 le candidature giunte al Comune.
Iniziato l'anno scolastico, prima campanella in tre scuole Iniziato l'anno scolastico, prima campanella in tre scuole Domani tutte le scuole di infanzia e primaria. Il messaggio di auguri della sindaca Melodia
Messaggio di auguri per il nuovo anno scolastico Messaggio di auguri per il nuovo anno scolastico Assessore regionale Leo ai ragazzi: "Voi siete il nostro presente e il nostro futuro"
1 Quattro nuove telecamere con il programma "Scuole sicure" Quattro nuove telecamere con il programma "Scuole sicure" Firmato il protocollo d'intesa tra il Comune e la Prefettura. I fondi sono statali
Trasporto scolastico, la gara è partita ad agosto Trasporto scolastico, la gara è partita ad agosto Servirà una proroga del precedente servizio. Nuovo appalto per due anni
Disabili, ultimi giorni per iscrizioni al trasporto scolastico Disabili, ultimi giorni per iscrizioni al trasporto scolastico Le domande devono essere presentate entro sabato 31
1 Nuovo anno scolastico, prima campanella l'11 settembre Nuovo anno scolastico, prima campanella l'11 settembre Ancora da definire i servizi della mensa e del trasporto. Assessore Perrone rassicura
Scuola: Altamura, due nuove dirigenti Scuola: Altamura, due nuove dirigenti Al circolo didattico "Don Milani" e al CPIA 2
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.