rifiuti
rifiuti
Territorio

La Tradeco vince il ricorso: il Durc è valido

Ancora ritardi per l'aggiudicazione dell'appalto rifiuti?

La Tradeco vince il ricorso al giudice del lavoro con il quale dimostra che il suo Durc (Documento unico di regolarità contributiva) è regolare e per questo ora chiederà alla Consip di rivedere l'intera gara per l'aggiudicazione del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti nei paesi dell'Alta Murgia.

La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno dal consigliere regionale Mario Conca a pochi giorni dalle dichiarazione del Commissario straordinario per la gestione dei rifiuti, Gianfranco Grandaliano, che aveva assicurato la firma del contratto con il nuovo gestore entro le prossime settimane.
Ore secondo le ultime notizie i tempi si allungano ulteriormente.
Eppure tanto il Tar Puglia quanto il Consiglio di Stato avevano rigettato i ricorsi della Tradeco, esclusa dalla gara perché inadempiente nei confronti dei suoi operai, lasciando l'aggiudicazione provvisoria in capo alla Tecnoservice.
Come si ricorderà la Tradeco si era classificata seconda alla gara svola dalla CONSIP insieme alla prima azienda in graduatoria, lasciando la Teknoservice vincitrice in pectore, che dopo le dovute verifiche si era vista aggiudicare anche in via definitiva la gara.

"Chissà ora cosa succederà – si chiede il consigliere pentastellato - certamente il nuovo appalto tarderà ad arrivare e noi dopo 22 anni di servizi/disservizi, costatici una novantina di milioni di euro, continueremo a vivere nella sporcizia e a pagare una TARI salatissima".
Problemi a cui si aggiungono quelli dei lavoratori stessi della Tradeco.
Conca infatti approfitta dell'occasione per riaccendere i riflettori su una vicenda più volte segnalata da Gravinalife. Quella che riguarda Franco D'abramo, "un operaio che si è incatenato davanti al comune di Poggiorsini qualche giorno fa perché, seppur in malattia, non ha ricevuto la quattordicesima, la mensilità di agosto, quella di settembre e a breve avanzerà anche ottobre. La cosa è ancora più grave perché la tradeco ha già defalcato gli stipendi di Franco dall'ammontare che ha versato all'Inps, una mancanza di sensibilità fuori dal comune. Fortunatamente fra pochi giorni, terminata la malattia, sarà assunto dal nuovo gestore del servizio di igiene urbana per via della clausola sociale e gli verrà pagato il pregresso direttamente dal comune di Poggiorsini che sta esercitando il potere sostitutivo previsto dal codice degli appalti. Nel frattempo si sbatte e si dispera per crescere i suoi 3 figli contando sulla generosità dei suoi concittadini che gli fanno credito".

Una situazione insostenibile per diversi motivi e che ora si aggrava di altri elementi. In attesa di buone nuove dalla Consip, che a quanto pare non ha ancora inviato la famosa relazione richiesta dal Commissario Grandaliano, l'invito è rivolto al sindaco di Gravina in qualità di presidente dell'Unicam a rescindere i contratti con la Tradeco e dare subito risposte al territorio in piena emergenza rifiuti.
  • Smaltimento dei rifiuti
  • Tradeco
Altri contenuti a tema
1 Rifiuti, al Palazzo di Città si studiano i correttivi al contratto Rifiuti, al Palazzo di Città si studiano i correttivi al contratto AltamuraLife ne ha parlato con l'assessore Cangelli. La questione arriva in consiglio
Sequestrate aree non autorizzate con ingenti quantità di rifiuti edili Sequestrate aree non autorizzate con ingenti quantità di rifiuti edili Attività della Guardia di Finanza della Compagnia di Altamura nel territorio murgiano. Tre persone denunciate
Imprese: la Tradeco di Altamura è fallita Imprese: la Tradeco di Altamura è fallita Decisione del Tribunale di Bari. Nominati i curatori per la provvisoria gestione degli appalti
1 In periferie e campagne aumenta l'abbandono di rifiuti In periferie e campagne aumenta l'abbandono di rifiuti Il Comune interviene con le fototrappole. Ma il fenomeno sta dilagando
Rimozione amianto, dal Comune un avviso per dare contributi Rimozione amianto, dal Comune un avviso per dare contributi Da un minimo di 600 ad un massimo di 1800 euro in base alla quantità da smaltire
Centri di raccolta rifiuti: tutto fermo al palo Centri di raccolta rifiuti: tutto fermo al palo La Regione revoca il finanziamento e l'Unicam chiama in soccorso l'Anac
Appalto rifiuti: è tutto nelle mani del Commissario dell’ARO Grandaliano Appalto rifiuti: è tutto nelle mani del Commissario dell’ARO Grandaliano Alesio Valente, presidente Unicam: “la speranza è che si firmi quanto prima il contratto con la nuova società”
2 Il Consiglio di Stato boccia la richiesta di sospensiva della Tradeco Il Consiglio di Stato boccia la richiesta di sospensiva della Tradeco La nota ufficiale del Comune di Gravina
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.