Briganti Migranti
Briganti Migranti
Religioni

La Diocesi raccoglie l’appello del Papa

Per i migranti qualcosa si muove, si mobilitano anche le famiglie

"Ogni parrocchia accolga una famiglia di profughi. Lo faranno per prime le due parrocchie del Vaticano. Cominciamo dalla mia diocesi di Roma". Questa proposta è stata lanciata qualche settimana fa direttamente da papa Francesco, per dare il buon esempio e rispondere concretamente all'appello da lui stesso rivolto ogni comunità d'Europa.

A tale invito la diocesi di Altamura - Gravina - Acquaviva delle Fonti ha risposto presente.

Il vescovo mons. Giovanni Ricchiuti, per voce di Don Giuseppe Loizzo, ha specificato che "la comunità diocesana ha accolto positivamente le parole del pontefice che tra l'altro ha voluto rimarcare parole scritte nel Vangelo".

Il fenomeno migratorio qui al Sud in realtà è fortemente attivo già da qualche mese e, come sottolinea padre Giuseppe Loizzo, "l'intera diocesi si è mossa da subito offrendo pasti caldi ai bisognosi, e tra questi ci sono anche migranti che sono giunti nel nostro territorio".
Per i profughi, infatti, sono già attivi molti centri di Caritas sia ad Altamura che sono attivi quotidianamente.

"Con le parole del papa - ha aggiunto Don Giuseppe Loizzo - si è rafforzato sia il servizio di mensa a Gravina, guidata da padre Mario della parrocchia san Francesco, che ad Altamura in cui la mensa della Caritas offre un'accoglienza giornaliera". In questi centri oltre ad essere offerta una pietanza, viene donato del vestiario stagionale.

Tuttavia, in sintonia con le dichiarazioni di Papa Bergoglio, il Vescovo ha dato disposizioni per completare due nuovi centri: uno a Gravina e uno ad Altamura.

In particolare il centro gravinese, prossimo alla conclusione dei lavori, è collocato al primo piano del Palazzo Vescovile e si occuperà soprattutto di prima accoglienza anche notturna. Si cercherà quindi di offrire un posto letto a qualche bisognoso.

Ad Altamura invece è in realizzazione una casa d'accoglienza, facente parte della parrocchia di santa Maria della Consolazione, e in cui sarà possibile ospitare anche intere famiglie.

Se la Diocesi si è mossa in questo modo, anche i fedeli hanno cercato di attivarsi per rispondere a questa esigenza.

Infatti alcune famiglie stanno valutando la possibilità di dare un'ospitalità concreta a qualche migrante.
  • Vescovo
  • Diocesi Altamura Gravina Acquaviva
  • Diocesi
Altri contenuti a tema
Ambiente, lavoro e futuro: tutto è connesso Ambiente, lavoro e futuro: tutto è connesso Le iniziative della diocesi per la settimana del creato
Diocesi, ordinazione di tre nuovi sacerdoti Diocesi, ordinazione di tre nuovi sacerdoti Il rito nella chiesa di Maria Madre della Chiesa
In cammino e …in dialogo In cammino e …in dialogo Pensiero augurale per la Pasqua del vescovo della diocesi Ricchiuti
Le disposizioni per il periodo di Pasqua in tempo di pandemia Le disposizioni per il periodo di Pasqua in tempo di pandemia Nella diocesi di Altamura, Gravina e Acquaviva
Deposito nucleare, dibattito web promosso dalla Diocesi Deposito nucleare, dibattito web promosso dalla Diocesi L’incontro in programma questa sera sui canali social della diocesi
Diocesi, riprendono in presenza le attività di catechismo Diocesi, riprendono in presenza le attività di catechismo Dopo una lunga sospensione per la pandemia, firmato decreto del vescovo Ricchiuti
Natale, il video di auguri del vescovo Ricchiuti Natale, il video di auguri del vescovo Ricchiuti Un messaggio dedicato al mondo del lavoro
Il messaggio di Ricchiuti per l’Avvento Il messaggio di Ricchiuti per l’Avvento Lettera del vescovo intitolata “i colori della speranza” ad un mese dal Natale
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.