Bandiere  (foto Ministero dell'Interno)
Bandiere (foto Ministero dell'Interno)
La città

I primi bambini ucraini accolti nelle scuole di Altamura

Finora arrivate alcune famiglie in fuga dalla guerra

In alcune scuole di Altamura (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) sono stati accolti i primi bambini e le prime bambine dell'Ucraina arrivati dopo la fuga dal loro Paese in guerra.

I nuclei familiari, composti da mamme e bambini, arrivano singolarmente, un po' alla volta e vengono accolti in sistemazioni autonome come appartamenti o piccole strutture ricettive che vengono messi a disposizione da conoscenti.

Le persone arrivate sono ancora poche ma da un momento all'altro potrebbero aumentare, soprattutto quando la macchina dell'accoglienza dell'Unione europea e dell'Italia saranno a regime. Finora secondo l'organizzazione internazionale dei rifugiati dell'Onu (Unhcr) dall'Ucraina sono fuggite 3 milioni di persone. Un dramma umanitario di enormi proporzioni perché questo "esodo" è avvenuto in circa tre settimane.

A questo proposito, d'intesa con la Prefettura, il Comune di Altamura ha emesso un avviso pubblico per coordinare l'accoglienza temporanea su due fronti: quello logistico e quello solidale. Nel primo caso, viene avviata un'attività di ricerca di soluzioni abitative (appartamenti, hotel, b&b, strutture ricettive varie) invitando i privati a dare la disponibilità che deve essere gratuita. Inoltre viene rivolto l'invito ai cittadini ad "adottare" una famiglia o singole persone (inviando una mail a comunedialtamuraperucraina@gmail.com) precisando che "non si tratta di adozione, non si tratta di affido internazionale, non c'è possibilità che i bambini vengano adottati in futuro" e che "l'ospitalità è temporanea, cioè legata al periodo dell'emergenza". Raccolte le disponibilità - scadenza 31 marzo per presentarle - le stesse saranno vagliate quando si porrà la necessità di ospitare profughi. Quindi, al momento sono "dichiarazioni di disponibilità" che non implicano la certezza che le strutture saranno richieste o che l'accoglienza vada in porto.
  • Ucraina
Altri contenuti a tema
Agricoltura: nuovi avvisi della Regione per contributi Agricoltura: nuovi avvisi della Regione per contributi Per sostegno dopo la crisi Ucraina e per investimenti strutturali
Il vescovo in Ucraina per aiuti umanitari e appello per la pace Il vescovo in Ucraina per aiuti umanitari e appello per la pace Ricchiuti sarà a Mikolaiv e Odessa
Ucraina: rinviato il viaggio del vescovo Ricchiuti Ucraina: rinviato il viaggio del vescovo Ricchiuti La carovana della pace sarebbe andata a Odessa ma la guerra lo impedisce
Ucraina: il vescovo Ricchiuti andrà a Odessa Ucraina: il vescovo Ricchiuti andrà a Odessa Fra tre settimane con la carovana della pace per portare avanti azione pacifista
Aiuti ai profughi ucraini, la raccolta prosegue Aiuti ai profughi ucraini, la raccolta prosegue Solo cibo e farmaci, non servono più vestiario e altri generi di prima necessità
Ucraina: una domenica di raccolta aiuti in tutta la diocesi Ucraina: una domenica di raccolta aiuti in tutta la diocesi Si terrà il 24 aprile. Lo ha comunicato il vescovo Ricchiuti
Con la guerra in Ucraina tante incognite sul grano duro Con la guerra in Ucraina tante incognite sul grano duro In Puglia si seminerà su 100mila ettari rimasti incolti
Caritas: aperto sportello di ascolto per aiutare i profughi Caritas: aperto sportello di ascolto per aiutare i profughi Un giorno alla settimana per raccogliere aiuti o dare assistenza
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.