Principi attivi
Principi attivi
Scuola e Lavoro

Bando regionale “Principi Attivi”, sapere è potere

Idee giovani per progetti innovativi

C'è tempo fino alle ore 13.00 del 14 giugno 2010 per partecipare al nuovo bando della Regione Puglia "Principi Attivi" (vedi precedente articolo). Idee giovani per progetti innovativi. Un incontro chiarificatore, quello organizzato dalla Fabbrica di Nichi di Altamura e svoltosi presso la Sala convegni Showroom Edil Habitat lo scorso 29 aprile. Che cosa vuol dire considerare i giovani una risorsa? Da questa domanda è nato Bollenti Spiriti. Un contenitore colmo di iniziative: laboratori urbani, Libera il Bene, Ritorno al Futuro, Principi Attivi e persino una novità 2010 prevista per i giovanissimi.

Una storia di dubbi e di incertezze, quella dei giovani pugliesi. Caratterizzata da un amore non corrisposto verso il proprio territorio. Secondo i risultati di una ricerca condotta dall'Università degli Studi di Bari nel 2006, i giovani pugliesi già parte attiva della società erano tanti, ma le loro esperienze rimanevano isolate l'una dall'altra.

Il motore di "Principi Attivi" è passione che chiede benzina, non profitto. La vera forza sta nel desiderio di realizzare qualcosa di utile alla stessa collettività. Si tratta di un'iniziativa nata non per combattere la disoccupazione, ma per rendere i giovani parte attiva delle strategie di sviluppo regionale. Tra gli ingredienti essenziali per partecipare al bando, una buona idea, un minimo di due persone, un anno per realizzare il progetto (finanziabile fino a 25.000 euro a fondo perduto). In particolare, possono presentare progetti tutti i giovani cittadini (italiani e stranieri), residenti in Puglia alla data di presentazione della domanda, organizzati in gruppi informali composti da un minimo di due persone. I candidati dovranno aver compiuto i 18 anni di età alla data di presentazione della domanda ed essere nati a partire dalla data del 01/01/1977. I requisiti di residenza ed età devono essere posseduti, a pena d'esclusione della domanda, da tutti i componenti del gruppo informale. Approvato il progetto, il gruppo informale si impegnerà a costituire un nuovo soggetto giuridico. Il progetto può essere sostenuto da partnership (Università, Enti, Istituzioni, aziende), il cui appoggio non andrà retribuito. Il contribuito verrà elargito per il 70 % in anticipo, per il 30 % a saldo (cioè alla fine del progetto).

Il primo bando di "Principi Attivi" fu pubblicato a maggio 2008 (con scadenza 31 luglio 2008). 1464 le candidature presentate (51% donne, 49 % uomini). A disposizione c'erano 7 milioni e mezzo di euro (distribuiti nelle diverse regioni), finanziati mediante il Fondo nazionale per le Politiche Giovanili. Inizialmente furono approvati 305 progetti. A questi si aggiunsero ulteriori 100 progetti, finanziati con altri 3 milioni di euro.

Al momento sono disponibili risorse per finanziare 100 progetti, ma le graduatorie verranno pubblicate all'inizio del 2011 e fino ad allora potrebbero essere resi disponibili ulteriori fondi.
  • Regione Puglia
  • Fabbrica di nichi
  • Altamura
  • Bollenti spiriti
  • Principi Attivi 2010
Altri contenuti a tema
Assegni di cura, protestano le famiglie Assegni di cura, protestano le famiglie Il Garante regionale per la disabilità chiede soluzioni adeguate
Regione Puglia: agricoltura, lascia l'assessore regionale Di Gioia Regione Puglia: agricoltura, lascia l'assessore regionale Di Gioia Durissimo il commento di Coldiretti
Lavoro, in Puglia meno disoccupati che nel Sud Italia Lavoro, in Puglia meno disoccupati che nel Sud Italia Disoccupazione giovanile in calo del 7,8 per cento
Fondi europei all'agricoltura, la Regione ammette i ritardi Fondi europei all'agricoltura, la Regione ammette i ritardi Ma scarica le responsabilità: "Colpa dei ricorsi". La Puglia rischia di perdere 176 milioni
"La Regione Puglia rischia di perdere 180 milioni di fondi europei" "La Regione Puglia rischia di perdere 180 milioni di fondi europei" 5 Stelle: Agricoltura, spesa relativa ai PSR ferma al palo
Progetto contro gli sprechi nei Comuni della Murgia Progetto contro gli sprechi nei Comuni della Murgia Una rete di ridistribuzione degli alimenti e dei prodotti farmaceutici da banco
La Regione guarda all’Alta Murgia La Regione guarda all’Alta Murgia Progetti e prospettive. A confronto i consiglieri Enzo Colonna e Mario Conca
1 Tre opere pubbliche finanziate con fondi della Regione Tre opere pubbliche finanziate con fondi della Regione Partite le gare d'appalto. La soddisfazione di Enzo Colonna
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.