Acqua
Acqua
Territorio

Acqua, Altamura raccoglie 4500 firme

Rifondazione Comunista: "Il nostro umile contributo all'interno del Comitato referendario cittadino". Per superare il quorum richiesto...

Pubblichiamo integralmente un comunicato di Rifondazione Comunista, Federazione della Sinistra Altamurana, inviatoci dal suo portavoce Felice Dileo. Nella nota si affronta la questione dei tre referendum contro la privatizzazione dell'acqua.

Ad Altamura il Comitato referendario Acqua Bene Comune ha già raccolto circa 4500 firme per promuovere i Referendum abrogativi degli articoli di Legge che, sostanzialmente, privatizzano tutti gli enti di servizi idrici rendendo l'acqua alla stregua di qualsiasi altra merce e, scusandoci per la battuta un po' inquietante, anticipano la futura privatizzazione dell'aria. La popolazione altamurana aveva già mostrato segni di grande sensibilità verso lo stesso tema, attivandosi affinché fosse sancito nello Statuto della Città l'acqua come bene pubblico e diritto inalienabile della persona e non demordendo, sino all'approvazione definitiva da parte del Consiglio comunale nelle ultime sedute della scorsa legislatura.

Questo è un ottimo segnale e, per certi versi, anche sorprendente per un territorio che spesso sembra quasi assuefatto ad una politica poco scrupolosa circa le tematiche ambientali e che sovente trae la propria forza mostrando un cinico pragmatismo sprezzante di regole e ideali. Conviene, perciò, non adagiarsi sul risultato ottenuto e, soprattutto, non disperdere quel patrimonio sociale conquistato visto che il vero obiettivo da raggiungere, a data del Referendum stabilita, sarà quello di portare a votare per il SI il 50% + 1 degli aventi diritto per superare il quorum richiesto. Altamura, quindi, per fare fino in fondo la sua parte e sperando che gli altri territori non siano da meno, deve portare alle urne la non irrisoria cifra di 26000 elettori.

Rifondazione Comunista, in questa impegnativa battaglia che ci attende, non risparmierà il suo umile contributo lavorando all'interno del Comitato referendario cittadino, consapevole che la difesa dell'acqua dalle multinazionali è, prima che un principio ideologico, un'affermazione di umanità e giustizia.

  • Acqua
  • Referendum
  • Rifondazione Comunista Puglia
Altri contenuti a tema
Ordinanza di chiusura della scuola "Roncalli" per mancanza di acqua Ordinanza di chiusura della scuola "Roncalli" per mancanza di acqua Per oggi e per domani. La causa non è stata individuata
5 Il Ministero della Salute ritira 8 lotti di acqua "Cutolo Rionero": a rischio contaminazione da Pseudomonas Aeruginosa Il Ministero della Salute ritira 8 lotti di acqua "Cutolo Rionero": a rischio contaminazione da Pseudomonas Aeruginosa Le più importanti infezioni causate dal batterio in questione
Crisi idrica: interviene la Confconsumatori Crisi idrica: interviene la Confconsumatori "Una gestione migliore del sistema idrico avrebbe limitato fortemente i disagi"
E' emergenza acqua in Puglia E' emergenza acqua in Puglia Emiliano firma il decreto per limitare l'uso di acqua potabile
Grande partecipazione di pugliesi e lucani all'assemblea salvalacqua e no triv a Matera lo scorso 6 maggio Grande partecipazione di pugliesi e lucani all'assemblea salvalacqua e no triv a Matera lo scorso 6 maggio Prossimo appuntamento sabato 27 maggio: richieste, proposte e una grande manifestazione interregionale
Acqua e servizio idrico, nuovi emendamenti alla legge Acqua e servizio idrico, nuovi emendamenti alla legge Ecco la nota del gruppo Noi a sinistra
1 La Puglia boccia la riforma costituzionale La Puglia boccia la riforma costituzionale I comuni dell'Alta Murgia compatti per il No
1 Referendum, il 65% degli altamurani al voto Referendum, il 65% degli altamurani al voto Seggi chiusi. Inizia lo spoglio
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.