Stalking
Stalking
Territorio

Una "squadra in rosa" a servizio delle vittime di stalking

L'idea nasce dal progetto "Non voglio più subire". Molte volte gli abusi vengono denunciati solo "per caso"

Sempre più numerosi risultano essere i casi di stalking, vessazione, violenza fisica e morale. Solo lo scorso 11 maggio è finito in carcere un 26enne di Altamura accusato di "atti persecutori" nei confronti della sua ex compagna (clicca qui per l'articolo).

In base alla lettura dei dati relativi al sesso ed alle fasce d'età, gli operatori degli enti preposti alla salvaguardia delle vittime hanno stimato come soprattutto le giovani donne abbiano una maggiore probabilità di divenire "prede" di aguzzini. Si è notato, inoltre, come, dal giorno in cui è entrata in vigore la normativa sullo stalking (decreto legge 23 febbraio 2009 n. 11), la polizia giudiziaria arrivi solo casualmente a conoscenza di casi di persecuzione. Sorge dunque la necessità di essere vicini alle vittime, di sostenerle non solo nel momento iniziale della denuncia, ma anche nelle fasi successive, che includono, a volte, anche un lungo iter giudiziario.

Per questo lo scorso 22 giugno, presso la Sala Conferenze del Centro polifunzionale della Polizia di Stato nel quartiere S. Paolo a Bari, è stata illustrata l'idea di realizzare un progetto finalizzato a portare alla luce il reale "numero oscuro" dei casi di persecuzione. Il progetto, denominato "Non voglio più subire", è nato dalla constatazione che due persone su tre decise a denunciare hanno, alle spalle, un passato connotato da angoscia e vessazioni.

Davanti ad un uditorio composto da poliziotti, operatori nel settore dell'assistenza sociale provenienti da tutti i Comuni della provincia, oltre che da rappresentanti dei centri antiviolenza, di associazioni ed enti impegnati nel settore della prevenzione del fenomeno e del sostegno delle vittime di stalking e violenze sessuali, si è resa necessaria la creazione di una "squadra in rosa". A capo di tale team vi è una donna, la dott.ssa Francesca Falco, coadiuvata dalla sovrintendente Sara Manghisi e da alcune assistenti. Si è studiato, infatti, come la maggior parte delle vittime di stalking preferisca porsi in relazione con individui dello stesso sesso. La squadra tutta al femminile ha la propria base operativa nell'Ufficio Denunce della Questura di Bari.
  • Questura di Bari
  • Stalking
Altri contenuti a tema
Reati informatici, un incontro formativo all'Ites "Genco" Reati informatici, un incontro formativo all'Ites "Genco" Relazionano due esperti per far comprendere meglio un fenomeno ormai preoccupante
Arrestato 25enne altamurano per stalking Arrestato 25enne altamurano per stalking Sorpreso in flagranza
A scuola contro il bullismo e lo stalking A scuola contro il bullismo e lo stalking Parlano gli studenti dell'istituto professionale "Nino Lorusso"
Sfratto esecutivo amministrativo di un complesso immobiliare alla società Parco dei Templari Sfratto esecutivo amministrativo di un complesso immobiliare alla società Parco dei Templari Immissione in possesso in favore della Agenzia delle Entrate
Bari, arrestati i vertici di un'organizzazione criminale italo-albanese Bari, arrestati i vertici di un'organizzazione criminale italo-albanese Sequestrati 51 chilogrammi di eroina e cocaina
Stalking, arresti domiciliari per il 26enne altamurano Stalking, arresti domiciliari per il 26enne altamurano Ieri la notifica della misura cautelare da parte dei Carabinieri
Stalking, arrestato un 26enne altamurano Stalking, arrestato un 26enne altamurano Perseguitava la sua ex compagna con pedinamenti, sms e minacce
Da oggi il passaporto diventa elettronico Da oggi il passaporto diventa elettronico Sarà un microchip invisibile a contenere le impronte digitali
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.