muro a secco
muro a secco
Scuola e Lavoro

Studiare e salvaguardare le costruzioni primordiali della Murgia

Il tema è al centro di un progetto dell' ITG “Nervi-Galilei” di Altamura. Sarà realizzata una pubblicazione ed una mostra fotografica

Vari fattori contribuiscono a dare al territorio murgiano il suo caratteristico aspetto. Alcuni, come le rocce affioranti, sono naturali, altri antropici, «costruzioni e manufatti in pietra utilizzati per scopi agricoli e non solo - scrive Michele Loverre - i trulli, i muretti a secco, le specchie, le neviere e le lamie». Michele Loverre fa parte di un gruppo di alunni di Gravina, Cassano e Altamura della IIIC dell'Istituto Tecnico per Geometri "P.L. Nervi - G. Galilei" di Altamura, che, coordinato dal prof. Nicola Ostuni, docente di Geopedologia, realizzerà una pubblicazione ed una mostra fotografica sulle costruzioni primordiali in pietra del territorio murgiano.

«I trulli - continua Loverre - sono costruzioni usate nel passato come abitazioni momentanee dei contadini durante i lavori agricoli. Le specchie, semplici cumuli di pietre tolte dal fondo rustico, ovvero una sorta di discariche di materiale inerte riciclabile, venivano utilizzate anche come punti di avvistamento, di difesa, luogo di sepoltura dei defunti, riserve di umidità formatesi per condensazione durante la notte e utilissime nelle giornate estive. Le neviere avevano un compito ben definito: sono state i frigoriferi dell'antichità; infatti servivano per produrre ghiaccio attraverso la neve, che veniva raccolta in esse e tirata fuori nel periodo estivo. Il muro a secco è stato il primo esempio di manufatto umano ed è presente in tutte le culture del pianeta; è il primo tentativo di modificare l'ambiente per farne un qualsiasi uso, sia per costruire un riparo che per delimitare un luogo».

Tuttavia, precisa Loverre, «è necessario fare delle considerazioni sul termine 'primordiale'. Per primordiale s'intende qualcosa di antico, primitivo, qualcosa che c'era ai primordi della storia di una civiltà come la nostra, che ha antiche e nobili origini greche, peucete e latine. Su queste costruzioni antiche ci sarà molto da apprendere e diverse sono le domande da porsi, come la loro esatta origine, la tecnica costruttiva e, soprattutto, come tutelarle e preservarle per il futuro». Tutto questo sarà, appunto, oggetto del progetto.

  • Istituto scolastico Nervi Galilei
Altri contenuti a tema
4 Itt Nervi Galilei, docenti e studenti protestano Itt Nervi Galilei, docenti e studenti protestano Dopo il trasferimento del dirigente Petronella, molto apprezzato dalla comunità scolastica
L'Istituto Tecnico "Nervi" avrà l'indirizzo agrario L'Istituto Tecnico "Nervi" avrà l'indirizzo agrario La decisione all'interno del Piano di dimensionamento scolastico regionale
La scuola si sposta nei cantieri La scuola si sposta nei cantieri La costruzione di una casa, passo dopo passo.
Regimentazione delle acque meteoriche, approvato il progetto Regimentazione delle acque meteoriche, approvato il progetto Interessate le strade del Liceo Scientifico e dell'Istituto Tecnologico
Tre nuovi dirigenti per le scuole di Altamura Tre nuovi dirigenti per le scuole di Altamura Le novità riguardano il II circolo Garibaldi, il liceo Cagnazzi e l’I.I.S.S. Nervi-Galilei
Cambio di dirigenti in alcune scuole di Altamura Cambio di dirigenti in alcune scuole di Altamura Avranno una nuova direzione il II circolo Garibaldi, il liceo Cagnazzi e l’I.I.S.S. Nervi-Galilei
Legalità e valorizzazione dell'ambiente murgiano Legalità e valorizzazione dell'ambiente murgiano L’I.I.S.S. "Nervi-Galilei" organizza un convegno sul tema
Nuovi corsi di studio al “Nervi-Galilei” e al “Genco”, intervista ai Dirigenti scolastici Nuovi corsi di studio al “Nervi-Galilei” e al “Genco”, intervista ai Dirigenti scolastici Due chance in più per il futuro dei giovani
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.