Treno storico FAL
Treno storico FAL
Territorio

I treni storici per sviluppare un turismo lento e innovativo

Il Ministero punta sulle vecchie tratte ferroviarie e Colonna propone la tratta Rocchetta - Gioia

Recuperare e valorizzare le linee ferroviarie di pregio dismesse presenti nel territorio regionale, riattivandole a fini turistici.

Questa la proposta protocollata al Consiglio regionale di Puglia dal consigliere Enzo Colonna utilizzando le possibilità offerte dalla legge statale n. 128 del 2017 con cui è stato istituito l'elenco delle tratte ferroviarie ad uso turistico mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione caratterizzate da particolare pregio culturale, paesaggistico e turistico, anche con riferimento a stazioni, opere d'arte e pertinenze presenti lungo i tracciati ferroviari.
Al Ministero Ministro delle infrastrutture e trasporti, di concerto con i Ministri dei beni, attività culturali il compito di individuare le tratte storiche dopo un confronto con la Conferenza permanente Stato-Regioni-Province autonome.
Secon il consigliere Colonna, nell'elenco di linee già individuate dalla legge non figurano tratte presenti nel territorio pugliese (eccezion fatta per alcuni chilometri della linea Avellino – Rocchetta Sant'Antonio), "nonostante nella nostra regione vi siano diverse tratte ferroviarie dismesse alcune delle quali in contesti territoriali di particolare interesse culturale, naturalistico e turistico" evidenzia il consigliere.

Di qui la proposta di recuperare le linee San Severo – San Nicandro Garganico (via San Marco in Lamis); la Nasisi – Taranto Arsenale ; il tronco la Gallipoli – Gallipoli porto e la linea Rocchetta Sant'Antonio – Gioia del Colle.
"Ove adeguatamente valorizzate, infatti, tali linee ferroviarie possono rappresentare un significativo potenziale di sviluppo nel settore turistico per le comunità e i territori interessati. La presenza di una ferrovia turistica consente infatti di immaginare, attraverso forme di mobilità sostenibile, una varietà di itinerari e percorsi esperienziali, incrementando così l'offerta e l'attrattività degli stessi territori e migliorandone il posizionamento strategico".

Con un occhio particolare al territorio dell'Alta Murgia e dunque alla tratta Rocchetta Sant'Antonio – Gioia del Colle, lunga circa 139 chilometri Colonna propone progetti di valorizzazione "a ridosso del suggestivo costone dell'altopiano murgiano, alle porte del Parco Nazionale dell'Alta Murgia e lambisce siti di assoluta rilevanza culturale e turistica quali: le cave di bauxite (nei pressi di Spinazzola), la rocca del Garagnone (tra Spinazzola e Poggiorsini), Cava Pontrelli ove sono presenti migliaia di orme di dinosauri (tra Altamura e Santeramo), importanti siti archeologici (come Botromagno nei pressi di Gravina e Belmonte nei pressi di Altamura) e insediamenti rupestri (a Gravina, Altamura). A pochissimi chilometri di distanza dalla linea sono inoltre presenti siti di assoluto rilievo tra i quali il Pulo di Altamura e la grotta di Lamalunga ove è conservato il fossile conosciuto come Uomo di Altamura".

"Attraverso una mozione consiliare e una interrogazione diretta agli Assessori ai Trasporti, Antonio Nunziante, e al Turismo e alla Gestione dei beni culturali, Loredana Capone – conclude il consigliere - ho sollecitato il Governo regionale ad adottare ogni iniziativa utile, anche di concerto con altri enti, finalizzata all'inserimento di linee ferroviarie dismesse e di pregio del territorio pugliese nell'elenco nazionale delle tratte a uso turistico".
  • Turismo
Altri contenuti a tema
1 Musei pugliesi più visitati nel 2017: 8° in classifica il Museo Archeologico di Altamura Musei pugliesi più visitati nel 2017: 8° in classifica il Museo Archeologico di Altamura Le dichiarazioni rilasciate ad AltamuraLife dalla Direttrice Elena Silvana Saponaro
Pro Loco e Amministrazione: bilancio positivo per il turismo invernale ad Altamura Pro Loco e Amministrazione: bilancio positivo per il turismo invernale ad Altamura Numeri in crescita e strutture alberghiere quasi al completo
3 Turismo: le speranze restano su carta Turismo: le speranze restano su carta Pochi turisti in città mentre l'amministrazione naviga a vista
Con il 2017 si chiude un biennio storico per la Puglia turistica Con il 2017 si chiude un biennio storico per la Puglia turistica Capone: “Il 2017? Un anno laborioso e produttivo.
La Puglia è un modello di pianificazione culturale La Puglia è un modello di pianificazione culturale 400 milioni in 10 anni dedicati a Prodotto, Identità, Innovazione, Impresa e Lavoro
Per “fare della Puglia un Racconto d’Autore”. Questo l’obiettivo del Bando Per “fare della Puglia un Racconto d’Autore”. Questo l’obiettivo del Bando La speranza è che le due comunità murgiane possano finalmente costruire un tour condiviso
Turismo: la Regione sostiene i Comuni Turismo: la Regione sostiene i Comuni Pianificate le attività turistiche sino alle festività natalizie
Lamalunga e Palazzo Baldassarre. Finalmente i primi dati sul turismo in città Lamalunga e Palazzo Baldassarre. Finalmente i primi dati sul turismo in città Buone le premesse ma ancora tante le criticità
© 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.