Consiglio comunale
Consiglio comunale
Politica

I Comitati cittadini si riuniscono al Consiglio comunale

Fra le questioni affrontate, quella degli autisti di scuolabus rimasti senza lavoro. Al centro del dibattito via Vecchia Buoncammino, P.I.R.P. e finanziamenti per l'Uomo di Altamura

Consiglio comunale dai toni accesi, quello di ieri pomeriggio. Nell'aula consiliare c'erano i sette autisti di scuolabus che si sono ritrovati senza lavoro dopo l'aggiudicazione del nuovo appalto per il servizio di trasporto scolastico alla ditta coratina Tra.Da. Appalto che durerà fino al 2015.

Gli ex autisti, in una nota protocollata al Comune in mattinata, spiegano di aver prestato servizio alle dipendenze della società "Marino" dal 10 settembre 2006 al 9 giugno 2011 come autisti di scuolabus in virtù del contratto di appalto stipulato fra la stessa Società ed il Comune. Sottolineano, inoltre, di lavorare da oltre un decennio per conto del Comune sempre come autisti di scuolabus. Nel momento in cui L'Ente pubblico ha esternalizzato il servizio, i sette autisti sono stati assunti dalla Società appaltata. Scaduto il contratto fra Comune e "Marino" ed indetto un nuovo bando di gara, il servizio è stato affidato alla ditta coratina Tra.Da., con un ribasso del 24% rispetto all'8% delle altre offerte. La nuova Società assumerà altri lavoratori disoccupati, ma non i sette autisti, a loro volta rimasti senza un lavoro.

«Sia il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro di categoria sia la normativa italiana - scrivono - come interpretata dalla giurisprudenza comunitaria, sanciscono l'obbligo in capo all'appaltatore subentrante di mantenere inalterato il livello occupazionale relativo al servizio oggetto dell'appalto». I sette autisti rivendicano «l'immediata assunzione alle dipendenze del Consorzio Tra.Da. con tutte le conseguenze che ne derivano in termini normativi ed economici». E si riservano di intraprendere azioni legali a tutela dei propri diritti contro la Società appaltata.

«L'appalto continua così come è stato bandito e assegnato», ha dichiarato il sindaco Mario Stacca. «Sono stati rispettati tutti i requisiti di legge per la completa trasparenza di un Capitolato che va a servizio della città. La gestione è esterna, dunque non dipende da me il fatto che gli autisti non siano stati riconfermati. Non era possibile inserire nel bando pubblico le norme di salvaguardia dei lavoratori perché non previsto dalla legge. Pertanto il Dirigente ha operato nella maniera più consona al rispetto delle norme. Consideriamo - ha aggiunto Stacca - che sette autisti non verranno riassunti, ma saranno assunti altri sette che sono in disoccupazione da più di 24 mesi. Avrei voluto garantire la continuità lavorativa a quei sette autisti, tant'è vero che sono intervenuto politicamente nei confronti dell'azienda, ho avuto un incontro. Purtroppo non ha potuto soddisfare la mia richiesta perché l'applicazione della legge che ha adottato per l'abbattimento del 30% di contributivo prevedeva l'assunzione di autisti con un numero superiore a 24 mesi di disoccupazione».

Sull'argomento è intervenuto anche il consigliere Enzo Colonna (Aria Fresca), che ha ricordato una riunione della Commissione consiliare di Controllo a cui prese parte anche Maria Giulia Bottalico, dirigente del IV settore del Comune di Altamura. «La dott.ssa Bottalico - ha spiegato Colonna - sottopose alla nostra attenzione il Capitolato d'appalto che aveva adottato con Determina e che si proponeva di pubblicare a distanza di pochi giorni. Feci notare che quel Capitolato non conteneva alcuna clausola che garantisse i livelli occupazionali esistenti nell'ambito del trasporto scolastico. Stiamo parlando di persone che hanno lavorato alle dirette dipendenze del Comune per una decina d'anni - ha continuato Colonna - fu negata loro la stabilizzazione cinque anni fa circa, quando la legge nazionale lo consentiva. All'epoca decisero l'esternalizzazione. A distanza di pochi anni si predispone un Capitolato che, diversamente dal precedente, non contiene alcuna clausola di salvaguardia dei lavoratori in servizio. È vero che il contratto nazionale non obbliga le Amministrazioni ad inserire queste clausole, ma non c'è nemmeno una legge che ne vieta l'inserimento. Si poteva predisporre un Capitolato con una clausola di questo tipo. Nel precedente Capitolato si puntualizzava che il vincitore della gara avrebbe dovuto assumere undici autisti, uno per ogni scuolabus a disposizione, e si prevedevano dei punteggi supplementari ove la ditta offerente si fosse impegnata ad assumere oltre quindici dipendenti. Il Comune risparmia 4.000 euro al mese con la nuova ditta appaltata, ma a discapito di famiglie che si ritrovano per strada. Non si può istigare una guerra fra poveri».

Sulla questione ha espresso il proprio punto di vista anche il consigliere Rosa Melodia (Altamura con Piglionica), chiamando in causa i Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro, secondo cui «i datori di lavoro ed i sindacati possono presentare richiesta di deroga». Altro problematica su cui si è soffermata Rosa Melodia riguarda gli interventi che si stanno effettuando presso la scuola San Giovanni Bosco «durante le ore di lezione». Sulla questione sollevata nei mesi scorsi dal Comitato cittadino di via Vecchia Buoncammino (presente in seduta con alcuni rappresentanti) sono intervenuti, oltre al consigliere Melodia, anche Enzo Colonna e Saverio Diperna (Pd). Il consigliere Saverio Loiudice (Pd), invece, ha chiesto notizie e chiarimenti relativamente al P.I.R.P., ai progetti promossi dal Movimento cittadino Trentacapilli (alcuni membri erano presenti alla seduta) per la valorizzazione dell'omonimo quartiere, alla complanare nel tratto Altamura-Matera, km 4,400, della Strada Statale 99 (quest'ultima questione sarà affrontata e approfondita in un altro articolo) e ai finanziamenti regionali di circa 1 milione e 500mila euro destinati alla musealizzazione dell'Uomo Arcaico presso Palazzo Baldassarre.

Per quanto riguarda il Programma Integrato Riqualificazione Periferie, «il 21 settembre - ha specificato il Sindaco - c'è stato un incontro con un responsabile della Regione. Ad oggi non è stata comunicata alcuna proposta di ridimensionamento da parte delle imprese attuatrici. Il Dirigente comunale ha deciso di mettere in mora le imprese, diffidandole. Nello stesso tempo, come Amministrazione, presenteremo una richiesta al fine di liberare i fondi pubblici e, dunque, di realizzare gli interventi pubblici previsti dal P.I.R.P.».

Per quanto riguarda i finanziamenti regionali destinati all'Uomo di Lamalunga, «il Dirigente ha incontrato a Bari un rappresentante della Regione per condividere un percorso comune per quel milione e mezzo di euro. Ci siamo già relazionati con la Regione - ha dichiarato Stacca - proponendo il progetto di musealizzazione presso Palazzo Baldassarre, che si sta realizzando con la competenza di qualche professionista esterno, vista l'indisponibilità di professionisti interni al Comune».

Per la questione di via Vecchia Buoncammino, continuamente percorsa da mezzi pesanti, il Sindaco si è soffermato «sui lavori di illuminazione effettuati nella zona e sulla ripavimentazione della sede stradale. Oggi - ha detto - siamo nelle condizioni di rideterminare l'Ordinanza che vieta il transito dei mezzi pesanti in quella zona. La settimana prossima sarà pronta l'Ordinanza e dunque si potrà procedere con l'apposizione della relativa segnaletica. L'Amministrazione, però, non ha pensato solo all'Ordinanza, che è un fatto relativo. Spesso i cittadini non la osservano. Mi auguro - ha continuato Stacca - che ci sia da parte di tutto il Consiglio comunale la volontà di educare la comunità altamurana al rispetto delle leggi e dei regolamenti e, dunque, al senso civico. L'Amministrazione si sta già adoperando per l'approvazione del Piano di lottizzazione su via Bari, che prevede la realizzazione del rondò sulla stessa via ed il collegamento di via Vecchia Buoncammino con via Bari. Solo allora potrà essere garantita l'osservanza completa dell'Ordinanza da parte dei cittadini. Questo collegamento - ha concluso Stacca - eviterà nella maniera più assoluta il transito non solo dei mezzi pesanti, ma anche degli autoveicoli non diretti nella stessa strada. Collegando lo stradone con via Bari, quella via diventerà secondaria».

Le prossime sedute di Consiglio comunale sono state convocate per il 29 ed il 30 settembre alle ore 17.00.
  • Pirp
  • Uomo di Altamura
  • Movimento cittadino Trentacapilli
  • Via Vecchia Buoncammino
Altri contenuti a tema
La "Paleocity" alla Bit di Milano La "Paleocity" alla Bit di Milano Altamura si presenta con un progetto internazionale
Patrimonio culturale e museale di Altamura, una grande risorsa Patrimonio culturale e museale di Altamura, una grande risorsa Con un convegno termina la rassegna artistica e culturale "Libae"
Beni culturali, "Artlab" accende i riflettori sull’Uomo di Altamura Beni culturali, "Artlab" accende i riflettori sull’Uomo di Altamura A confronto con l'esperienza del Museo dell'evoluzione umana di Burgos
Uomo di Altamura e orme dei dinosauri, Altamura diventa "PaleoCity" Uomo di Altamura e orme dei dinosauri, Altamura diventa "PaleoCity" Una serie di incontri e iniziative dedicati alle due grandi scoperte. A confronto con Burgos (Spagna)
"Uomo di Altamura: ci preoccupa comportamento dell'Amministrazione" "Uomo di Altamura: ci preoccupa comportamento dell'Amministrazione" Intervento del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Difonzo
Uomo di Altamura, non si scioglie il dilemma Uomo di Altamura, non si scioglie il dilemma Il reperto rimane a Lamalunga ma non ci sono progetti futuri. Poca gente presente all'incontro pubblico
1 Uomo di Altamura, ripresi gli studi in grotta ma resta la tensione Uomo di Altamura, ripresi gli studi in grotta ma resta la tensione Reperto sarà estratto? Il leghista Sasso fermamente contrario
Uomo di Altamura, quale verità sul futuro del reperto? Uomo di Altamura, quale verità sul futuro del reperto? Si riapre la questione dell'estrazione. Comune organizza una tavola rotonda
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.