rapina
rapina
Cronaca

Furti a ripetizione in terra di Bari, la "banda della Bmw" è braccata

Un componente è stato arrestato martedì. Scoperto anche un deposito di auto rubate

E' stata chiamata la "banda della Bmw". Un gruppo di malviventi molto attivo in provincia di Bari che agisce a bordo di Bmw rubate e mette a segno furti in varie città. Colpiscono di notte e prendono di mira attività commerciali, bar, tabaccherie, distributori di carburante.

E' presto per dire se sia un'unica banda, certamente la modalità di azione è molto simile. Non è da escludere che possa essere la banda che ha colpito anche ad Altamura (di recente è stato rapinato un distributore di carburanti e ad agire è stato un gruppo arrivato con una Bmw); oppure a Gravina dove sono avvenuti furti in negozi. Questi malviventi, oltre all'utilizzo di auto tedesche, hanno anche una singolare "firma": per impedire l'inseguimento delle forze dell'ordine o della vigilanza notturna spesso gettano per terra dei chiodi o piazzano ostacoli sulla strada.

Per stabilire se sia la stessa, occorre un certosino lavoro di indagine e di incrocio dei dati e degli elementi rilevati nei vari episodi.

Nel frattempo il Comando provinciale dei Carabinieri sta braccando questa banda. Martedì è stato arrestato un pregiudicato albanese, intercettato a Capurso dove c'è stato anche un impatto violento tra l'auto dei fuggitivi e una pattuglia dell'Arma. In questo caso due Carabinieri sono rimasti feriti.

E dopo questo risultato, ecco subito un altro. A Bitonto, in un capannone industriale in parziale stato di abbandono, sulla s.p. 231, i Carabinieri hanno scoperto un deposito di auto rubate da utilizzare per il compimento di azioni delittuose. Si tratta di una Fiat Panda, rubata a Modugno il 4 febbraio, una BMW X3 3.0 con targa contraffatta, derubata a Rutigliano il 12 novembre scorso ed una BMW serie 5 SW con targa modificata, rubata a Modugno il 19 dicembre scorso.

All'interno delle due BMW, presumibilmente utilizzate dai malfattori per compiere reati contro il patrimonio, sono state rinvenute decine di utensili vario tipo per effrazione e scasso, due picconi, un'ascia, tre estintori, chiodi a tre punte, bende per il traino di autovetture, parti di gettoniere slot machine e due portacellulari.

Le indagini proseguono. E si spera di stringere il cerchio quanto prima sull'intero gruppo malavitoso che è diventato il tormento della provincia di Bari.
  • Provincia di Bari
  • Furti e rapine
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
3 Denunciato un altro caso di scomparsa, da tre giorni 49enne non torna a casa Denunciato un altro caso di scomparsa, da tre giorni 49enne non torna a casa L'appello della famiglia ad aiutare con segnalazioni
Controlli antidroga, un arresto e una denuncia Controlli antidroga, un arresto e una denuncia Due giovani scoperti dai carabinieri
Furti ad Altamura, due arresti ad Andria Furti ad Altamura, due arresti ad Andria Indagini dei carabinieri. Ritrovati fucili e veicoli rubati
Carabinieri consegnano i tablet agli studenti Carabinieri consegnano i tablet agli studenti Per la didattica a distanza dell'istituto "De Nora"
1 Due arresti per spaccio di droga Due arresti per spaccio di droga Finisce male la Pasqua di due pusher in trasferta
Furti nelle campagne della Murgia Furti nelle campagne della Murgia Rubati trattori e altri mezzi agricoli
2 Giovane spacciatore di droga arrestato dai Carabinieri Giovane spacciatore di droga arrestato dai Carabinieri Sorpreso nel centro storico durante i controlli notturni
Armi ritrovate nelle campagne tra Gravina e Altamura Armi ritrovate nelle campagne tra Gravina e Altamura Nel corso di indagini su alcuni furti
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.