raccolta differenziata
raccolta differenziata
La città

Coinvolgere i cittadini per promuovere una campagna di sensibilizzazione per evitare l'Ecotassa

Il consigliere Loiudice suona la sveglia alla giunta comunale

Torna a parlare di rifiuti e di raccolta differenziata il consigliere comunale Gino Loiudice autore di una nuova interpellanza inviata a palazzo di città con cui si chiede all'amministrazione comunale di attivarsi per promuovere politiche volte al rispetto dell'ambiente, al riciclo e ad incrementare la percentuale di raccolta differenziata per ogni singolo cittadino.

La proposta avanzata dal consigliere del Partiti Democratico prevede il coinvolgimento diretto dei cittadini e delle associazioni attive sul territorio con cui promuovere "una poderosa campagna di sensibilizzazione, basata sicuramente sull'aspetto comunicativo, ma anche e maggiormente sull'aspetto pratico. Oltre alla predisposizione del materiale informativo, reperibile online o presso i punti di incontro, perché non pensare alle Giornate del Riciclo che permetterebbero ai cittadini virtuosi di ottenere buoni spesa e/o buoni carburanti in base agli Ecopunti totalizzati e consegnati nelle giornate del riciclo" scrive Loiudice.

Un modello già sperimentato dalla pubblica amministrazione in occasione del Natale 2015 e del Carnevale 2016, quando da palazzo di città è partito l'avviso pubblico per coinvolgere le associazioni e le parrocchie della città agli eventi in programma, destinando ai partecipanti un contributo di spesa.
"Allo stesso modo – propone Loiudice - potrebbe coinvolgere queste sane forze per l'organizzazione delle giornate del riciclo o altre azioni mirate a incrementare la raccolta differenziata. Lo scopo è quello di aumentare la raccolta differenziata di quei punti percentuali mancanti entro giugno 2016, dato che la procedura per l'affidamento del servizio di raccolta rifiuti porta a porta per motivi diversi potrebbe concludersi oltre tale data".

La proposta arriva all'indomani della decisione presa in Regione di rinviare le scadenze per il pagamento dell'Ecotassa consentendo ai Comuni inadempienti di raggiungere i livelli minimi di differenziata entro giugno 2016 e non più entro dicembre 2015 come previsto dalla legge.
A questo punto la parola definitiva spetta alla giunta comunale. L'unica certezza è che il tempo stringe.
  • Raccolta differenziata
  • Ecotassa
  • Gino Loiudice
Altri contenuti a tema
Comuni ricicloni: Gravina e Altamura premiati per l’indifferenza Comuni ricicloni: Gravina e Altamura premiati per l’indifferenza In Puglia salgono a 53 i Comuni virtuosi
Raccolta differenziata, ecco le istruzioni di Abc Raccolta differenziata, ecco le istruzioni di Abc Due tutorial per aiutare i cittadini a differenziare
Rifiuti, arriva la stangata dell'ecotassa Rifiuti, arriva la stangata dell'ecotassa Percentuali di differenziata minime e un servizio che non soddisfa il capitolato d'appalto
1 Centri di raccolta rifiuti, la Regione rifinanzia il progetto per Gravina e Altamura Centri di raccolta rifiuti, la Regione rifinanzia il progetto per Gravina e Altamura Colonna: finanziamenti persi per colpa di Altamura
Circolo tennis, concessione scaduta senza rendiconto? Circolo tennis, concessione scaduta senza rendiconto? Il consigliere Loiudice interroga il primo cittadino
Ecotassa, soldi ai comuni che sostengono maggiori costi Ecotassa, soldi ai comuni che sostengono maggiori costi I fondi dovranno essere spesi per migliorare i sistemi di raccolta e smaltimento dei rifiuti
Sacchetti per la spazzatura, è bagarre al Viti maino Sacchetti per la spazzatura, è bagarre al Viti maino Cittadini inviperiti in fila
Giudice di pace, non si può ignorare la questione per sempre Giudice di pace, non si può ignorare la questione per sempre Nuova sollecitazione al Comune di Altamura mossa dal consigliere Gino Loiudice
© 2001-2017 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.