Buoni spesa
Buoni spesa
Palazzo di città

Aumentano le domande per i buoni spesa

Con i requisiti del bando si è ampliato il numero dei beneficiari

Sono aumentate le domande per i buoni spesa rispetto al primo avviso pubblico. Oltre 3000 sono state presentate sulla piattaforma informatica del Comune nei cinque giorni di apertura del bando.

L'iniziativa è finalizzata ad aiutare le famiglie in difficoltà economica e sociale per le ripercussioni dell'emergenza Covid-19. Sono stati aggiunti alcuni requisiti e si è allargata la platea dei beneficiari. Ad esempio stavolta potevano presentare domanda i nuclei familiari in cui ci sono lavoratori di aziende che hanno fatto ricorso ad ammortizzatori sociali e che alla data di presentazione della domanda non avevano ancora percepito la cassa integrazione del mese di aprile.

Con il primo avviso sono stati 1650 i nuclei familiari beneficiari. Sono stati utilizzati i fondi del Governo (Protezione civile) da cui sono stati assegnati 631.000 euro alla città di Altamura di cui 84.000 euro non spesi.

Per il secondo avviso i fondi a disposizione in tutto sono 426.000 euro in cui sono compresi il risparmio del primo bando, i fondi della Regione e le donazioni arrivate al Comune.

Quindi, in sostanza, è arrivato quasi il doppio delle domande rispetto al primo avviso, e con minori risorse finanziarie a disposizione. Ovviamente ciascuna pratica ora sarà verificata e poi i beneficiari saranno avvisati dagli uffici ai servizi sociali.

Pure stavolta il beneficio è di 100 euro per ogni componente del nucleo familiare, sino a un massimo di 500 euro per nucleo familiare.
  • Alimentazione
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
1 Coronavirus: per tre giorni stop ai ricoveri negli ospedali pugliesi Coronavirus: per tre giorni stop ai ricoveri negli ospedali pugliesi Fanno eccezione solo le urgenze e i ricoveri in oncologia
Reparto Covid al Perinei, i sindaci vogliono certezze dalla Asl Reparto Covid al Perinei, i sindaci vogliono certezze dalla Asl Melodia e Valente chiedono di garantire tutti i reparti e le cure oncologiche
Covid-19, sono 8 i ricoverati altamurani Covid-19, sono 8 i ricoverati altamurani I nuovi casi di contagio continuano a crescere
Asl Bari: a breve attivo il reparto Covid all'ospedale della Murgia Asl Bari: a breve attivo il reparto Covid all'ospedale della Murgia Si parte con 20 posti letto. La riorganizzazione va avanti nonostante i tanti "no"
"Reparto Covid all'ospedale della Murgia, un fallimento annunciato" "Reparto Covid all'ospedale della Murgia, un fallimento annunciato" Interviene Pallotta (Anaao Assomed), contrario alla scelta della Asl
3 Proposta di Confcommercio sugli orari delle attività in tempi di pandemia Proposta di Confcommercio sugli orari delle attività in tempi di pandemia Per la ristorazione provare ad anticipare le aperture
Covid-19, cento posti letto al Miulli di Acquaviva Covid-19, cento posti letto al Miulli di Acquaviva L'ospedale ecclesiastico di nuovo disponibile nell'emergenza
2 I dubbi per i posti letto Covid nell'ospedale della Murgia I dubbi per i posti letto Covid nell'ospedale della Murgia I punti di vista del mondo politico
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.