lavori depuratore altamura
lavori depuratore altamura
Territorio

Sicurezza sui luoghi di lavoro, previsto aumento ispezioni

Le decisioni del tavolo tecnico della Regione

Nei giorni scorsi è tornato a riunirsi il tavolo tecnico regionale sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. A convocarlo la Presidente del Consiglio regionale della Puglia per fare il punto sullo stato di attuazione della mozione approvata all'unanimità dall'Assemblea pugliese lo scorso ottobre.

Il tavolo si è concluso con l'impegno della Presidente del Consiglio regionale a organizzare una presentazione pubblica del Piano Regionale di Prevenzione perché sia conosciuto da ogni operatore interessato; sollecitare l'assessorato all'Ambiente affinché intervenga, anche alla luce del triste primato degli infortuni nel settore dell'edilizia, con un "Piano mirato di Prevenzione" che coinvolga le categorie e preveda la verifica dell'efficacia delle azioni messe in campo; invitare l'assessore al Lavoro a costituire un tavolo per approfondire le problematiche sollevate nel corso dell'incontro dalle organizzazioni sindacali e relative ai tirocini formativi, lavoro nero e in generale all'efficacia della formazione sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, e l'assessore ai Trasporti un tavolo per fare il punto sugli "infortuni in itinere", ovvero quelli che si verificano nel tragitto da casa a lavoro e viceversa, e che, secondo quanto affermato dal direttore dell'Inail, costituiscono il 50% degli infortuni sul lavoro.

In Puglia, nel 2021, stati 96 i morti sul lavoro, con una media di 65 infortuni al giorno, numeri preoccupanti che avevano spinto la Presidente a insediare lo scorso giugno, anche su richiesta dei sindacati, un tavolo permanente con gli assessori allo Sviluppo economico, alla Salute e alla Formazione e Lavoro, i presidenti delle commissioni consiliari competenti e i capigruppo, il direttore del Dipartimento salute, i direttori Inps e INAIL, lo Spesal regionale, e tutte le organizzazioni sindacali e di categoria.

A seguito di quel primo incontro la Presidente del Consiglio regionale aveva presentato la mozione con cui si impegnava la Giunta regionale, gli assessori competenti e le strutture amministrative regionali, ad attivare ogni opportuna iniziativa al fine di assicurare piena e tempestiva attuazione alla strategia regionale; completare la redazione del nuovo Piano Regionale di Prevenzione e condividerlo con il Comitato regionale di coordinamento; sollecitare la convocazione del Comitato regionale di coordinamento. Con la mozione si chiedeva, inoltre, di individuare risorse regionali aggiuntive per consentire l'aumento delle ispezioni degli SPESAL dal 5 al 6 per cento e rafforzare, nell'ambito delle competenze regionali, le azioni di formazione sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro sia per i lavoratori, sia per i datori di lavoro che nelle scuole, a partire dalle superiori.

Su tutte queste questioni si è fatto oggi il punto con il dirigente della sezione promozione della salute e del benessere il quale ha precisato che a molti dei punti indicati nella mozione è stata data attuazione. In particolare ha riferito che il Dipartimento salute ha: convocato il Comitato regionale di coordinamento e approvato il Piano Regionale di Prevenzione; si è impegnato a convocare nuovamente il Comitato, non appena sarà ricostituito, al fine di discutere, d'intesa con l'assessorato al Lavoro, dell'opportunità di rafforzare la formazione sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro grazie a un fortino di risorse vincolate, pari a oltre due milioni di euro, che, una volta varate le linee guida dalla Conferenza Stato Regioni, potrebbero essere rimesse sul territorio proprio al fine di contribuire all'attività di promozione della cultura della sicurezza, sia con riferimento ai datori di lavoro che alle scuole; si stanno predisponendo gli atti che consentiranno di procedere all'incremento delle ispezioni degli SPESAL dal 5 al 6 per cento.
  • Sicurezza
  • Lavoro
Altri contenuti a tema
Forze dell'ordine: anche ad Altamura l'uso del taser Forze dell'ordine: anche ad Altamura l'uso del taser Un'arma ad impulsi elettrici per la gestione di situazioni critiche e di pericolo
“ETJCA S.p.A. seleziona per BCC dell’Alta Murgia” “ETJCA S.p.A. seleziona per BCC dell’Alta Murgia” CONSULENTI FINANZIARI, DIRETTORI DI FILIALE, GESTORI IMPRESE E GESTORI PRIVATI
1 Stelle al merito del lavoro a due altamurani Stelle al merito del lavoro a due altamurani Angela Laterza e Giuseppe Forte collaboratori della Oropan
Multinazionale NTT Data apre a Bari, ricerca di personale Multinazionale NTT Data apre a Bari, ricerca di personale Previsto organico a regime di 150 persone
Piano della Natuzzi non prevede licenziamenti Piano della Natuzzi non prevede licenziamenti Cobas: "No alla chiusura del sito di Graviscella ad Altamura"
Banca Popolare di Puglia e Basilicata, via libera a 45 assunzioni Banca Popolare di Puglia e Basilicata, via libera a 45 assunzioni Accordo con i sindacati per il ricambio generazionale
Uno sportello lavoro presso il laboratorio urbano Uno sportello lavoro presso il laboratorio urbano Per il programma "Porta futuro" della Città metropolitana
Agenda per il lavoro, primo bilancio del percorso partecipato Agenda per il lavoro, primo bilancio del percorso partecipato Oggi a Bari. Il percorso era iniziato ad Altamura con utili proposte
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.