Pacelli
Pacelli
Scuola e Lavoro

Riunione di redazione... alla "Pacelli"

Il giornalino scolastico premiato in Toscana. Le difficoltà create dal furto di diversi computer

Elezioni Regionali 2020
La scuola media "E. Pacelli" si trasforma, ogni anno, in un piccolo laboratorio di giornalismo. I ragazzi analizzano problematiche e temi di grande attualità, ricercano, scrivono, intervistano, fotografano. Il risultato di questo lavoro di squadra è un giornalino che viene pubblicato a fine anno scolastico. Sono pagine vissute, perché frutto di entusiasmo e di non poche difficoltà. Soprattutto per l'edizione 2011, in uscita fra qualche settimana.

A gennaio, infatti, l'istituto scolastico è stato oggetto di furto. Ignoti hanno portato via diversi computer sui quali era archiviato parte del materiale raccolto. Oltre a danneggiare porte ed altri oggetti.

L'accaduto è stato discusso all'interno della redazione e trattato come "fatto di cronaca locale". Sì, perché i ragazzi lavorano in team, riunendosi e confrontandosi sui temi da affrontare. Parlano ai loro coetanei senza troppi giri di parole. Con carta, penna e la volontà di approfondire per comunicare.

Sono studenti di I, II e III media. La redazione varia di anno in anno. Accoglie nuove energie, salutando quelle che stanno per intraprendere altri percorsi di studio. A guidare il gruppo, l'insegnante Rosaria Avelluto, ideatrice dell'iniziativa. «Con il giornalino - spiega - cerchiamo di divulgare anche buone notizie, perché non viviamo solo situazioni negative e di disagio. È importante riflettere su questo punto, altrimenti i messaggi che vengono diffusi posso apparire distorti e possono anche incentivare comportamenti scorretti». Fra i temi affrontati, quello della Shoah, messo in scena a febbraio scorso. Nel giornalino si parla di adolescenza, di ambiente, di ecologia. Si raccontano storie di vita quotidiana, di amici, di parenti. Fra le pagine, viene citato anche l'art. 3 della Costituzione, che insiste sulla pari dignità sociale e sull'uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge. Non manca un fumetto sui 150 anni dell'Unità d'Italia. Gli studenti, dunque, hanno approfondito numerosi argomenti. Si sono creati legami, incentivati dalla collaborazione che ogni lavoro di squadra comporta.

Per il quinto anno consecutivo, la redazione è risultata vincitrice di un concorso nazionale. Alcuni giovani redattori sono andati a Piancastagnaio per ritirare il premio "Penne sconosciute". Nel paese toscano, situato sulle pendici del monte Amiata, ha sede l'emeroteca nazionale, che raccoglie oltre cinquemila giornalini scolastici consultati da studiosi della comunicazione e oggetto di tesi di laurea. Un'occasione di confronto con altri studenti. Il giornalino della "Pacelli" ha partecipato anche al concorso nazionale "Il Miglior Giornalino Scolastico Carmine Scianguetta", promosso dall'istituto comprensivo "Don Lorenzo Milani" di Manocalzati (Av). Non si conoscono ancora i risultati di quest'ultima edizione, anche se negli scorsi anni la redazione si è classificata ai primi posti.

«L'esperienza che viviamo come redazione ci piace molto - sottolineano i piccoli redattori - anche perché si sono create tante amicizie. Abbiamo cercato le informazioni in internet, indagando e approfondendo. Siamo riusciti a trattare argomenti che solitamente non affrontiamo in classe. Abbiamo messo in scena i risultati delle nostre ricerche sulla Shoah. La Storia diventa più nostra se la rappresentiamo. Siamo stati anche nel vecchio campo profughi di Altamura - continuano - c'era immondizia, scarpe, pneumatici gettati. I posti vengono trascurati».

La ricerca non si è fermata all'articolo di giornale. Un gruppo di studenti ha intervistato Angela Forte, nipote di Tommaso Fiore ed insegnante presso il vecchio campo profughi di Altamura. «Essendo insegnante di scuola primaria - spiega Rosaria Avelluto - ha avuto modo di conoscere tantissimi bambini che sono stati nel campo profughi. Ce ne ha raccontato la vita, soffermandosi sul modo in cui la scuola veniva vissuta nel campo. Un invito a riflettere sui propri comportamenti, sulla libertà e sulle limitazioni che ad essa si impongono».

La scuola "E. Pacelli" ha, inoltre, partecipato al progetto "Alla scoperta del tuo paese", promosso dal Miur e dall'associazione "Mecenate 90" allo scopo di incentivare scambi culturali per conoscere la storia nazionale e locale e per rendere possibile la riscoperta di comune radici nello spirito delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia. Alcune classi sono state protagoniste di un gemellaggio con l'istituto comprensivo "Don Bosco" di Cutrofiano (Le).

Le fotografie sono state gentilmente concesse da Rosaria Avelluto.
8 fotoIniziative della scuola media "Pacelli"
Lavori di redazioneGemellaggio a CutrofianoGemellaggio a CutrofianoGemellaggio a CutrofianoGemellaggio a CutrofianoGemellaggio a CutrofianoGemellaggio a CutrofianoGemellaggio a Cutrofiano
  • Scuola Secondaria di I Grado "E. Pacelli"
Altri contenuti a tema
Alla scuola "Pacelli" torna il concorso "Un calendario per la vita" Alla scuola "Pacelli" torna il concorso "Un calendario per la vita" In collaborazione con l'associazione dedicata a Luigi Ladisi
Gli studenti altamurani portano a casa tanti premi Gli studenti altamurani portano a casa tanti premi Il giornalino scolastico della "Pacelli" ottiene il secondo posto ad un concorso nazionale
Un giorno "di scuola" presso il 31° Reggimento Carri Un giorno "di scuola" presso il 31° Reggimento Carri Gli studenti altamurani imparano il linguaggio dell'Esercito Italiano
Intervista speciale ad Angela Forte, nipote di Tommaso Fiore Intervista speciale ad Angela Forte, nipote di Tommaso Fiore A cura degli alunni della scuola media "Pacelli"
Esiste ancora la poesia dopo Auschwitz? Esiste ancora la poesia dopo Auschwitz? Alla “Pacelli” una lezione di Storia tenuta dagli alunni
Sogno di fare il giornalista... Sogno di fare il giornalista... Presentato "La Spaccapietra", il giornalino scolastico della scuola E. Pacelli
Ad Altamura… piccoli giornalisti crescono Ad Altamura… piccoli giornalisti crescono È alla sua IV edizione il giornalino della scuola media “E. Pacelli”
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.