Corpo forestale
Corpo forestale
Territorio

Operazione antibracconaggio nel Parco dell’Alta Murgia

Caccia illegittima e silenziosa che sfida le leggi dello Stato e della natura

Quattro denunce, il sequestro di tre fucili e di varie munizioni: il bilancio degli ultimi giorni di attività di antibracconaggio condotta dal personale del Comando stazione del Corpo forestale di Ruvo di Puglia, operante nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia.

Se volessimo definire il bracconiere, potremmo considerarlo un cacciatore che viola le leggi catturando specie protette e utilizzando mezzi illeciti, non selettivi (cioè non in grado di distinguere tra le varie specie) e che spesso sono estremamente dolorosi per l'animale. Dagli accertamenti, preceduti da una perquisizione dei soggetti, è risultato che ad essere coinvolti fossero due persone originarie di Bari e due uomini di Andria, in attività rispettivamente in agro Ruvo e nel bosco ruvese di "Quaranta Vigne".

Dette operazioni si inquadrano nell'azione di sorveglianza dell'area protetta sia dal punto di vista naturalistico che per quello che riguarda la sicurezza dei fruitori del bosco.
  • Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Forze dell'ordine
  • Bracconaggio
  • Caccia illecita
Altri contenuti a tema
Nuovi fondi per il bosco della "Povera vita" Nuovi fondi per il bosco della "Povera vita" Per prevenire incendi e per la tutela dei rimboschimenti
Ad inizio 2022 attivo il numero unico di emergenza 112 Ad inizio 2022 attivo il numero unico di emergenza 112 Il punto della situazione in Puglia
Danni da cinghiali, nuovi criteri per gli indennizzi Danni da cinghiali, nuovi criteri per gli indennizzi Dopo il confronto tra associazioni agricole e Parco dell’Alta Murgia
Poligoni militari, rinnovata intesa tra Regione ed Esercito Poligoni militari, rinnovata intesa tra Regione ed Esercito In Puglia sono quattro di cui due nell'Alta Murgia
Tartufo, una risorsa per Alta Murgia Tartufo, una risorsa per Alta Murgia Un progetto di ricerca punta a valorizzare il pregiato fungo ipogeo
Cinghiali nel Parco, ora bisogna correre ai ripari Cinghiali nel Parco, ora bisogna correre ai ripari Sono del tutto incontrollabili. Per nutrirsi mangiano in campi e orti
Un milione di francobolli dedicati all'Alta Murgia Un milione di francobolli dedicati all'Alta Murgia La serie filatelica presentata e timbrata nella sede del Parco
Il Parco dell'Alta Murgia in cinque francobolli Il Parco dell'Alta Murgia in cinque francobolli Dedicati pure al Pulo, all'Uomo di Altamura e alla cava dei dinosauri
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.