Donato Laborante
Donato Laborante
Eventi e cultura

La Masseria Jesce si conferma un crocevia di artisti

In atto nuovi progetti di musica, teatro e sperimentazione culturale

La Masseria Jesce si conferma un crocevia artistico. Sono in atto nuovi progetti che continuano a tenere vivo questo luogo. La vecchia stazione di posta di età romana, poi masseria fortificata medievale, è diventata anche una "galleria delle Murge".

Stasera, alle ore 21.00 concerto del "Drama Percussion Ensemble", formazione nata quasi un anno fa all'interno della scuola di strumenti a percussione del maestro Giovanni Tamborrino, presso il conservatorio di Matera. L'ensemble si pone come obiettivo la continuità della ricerca che Tamborrino ha consolidato nella cultura musicale italiana sin dagli scorsi anni '90. Una ricerca attenta agli sviluppi di una forma di drammaturgia musicale, fondata su temi culturali e sociali della contemporaneità.

Inoltre il "teatro della memoria" sull'antica via Appia sta ospitando la rassegna "SudEstasi" di "Verso Sud". Tre residenze artistiche e altrettanti "vernissage" con musica sperimentale. "L'artista vive la masseria, ne assorbe le sfumature, la storia. Opere e installazioni che vogliono ricucire la frattura tra l'uomo e il paesaggio", spiegano gli organizzatori. A raccontare questa storia Donato Laborante, in arte Emar, custode della masseria e animatore culturale di questo luogo lontano dalla città (circa dieci chilometri) che mai aveva vissuto così intensamente.

L'iniziativa di "SudEstasi" è iniziata l'anno scorso con l'artista Emanuele Poki. Sta proseguendo con Luisa Terminiello e andrà avanti con "2501" (Jacopo Ceccarelli) il 27 luglio, ore 21, per lavorare sui temi della "ferita" e della "cura", accompagnati rispettivamente dalla musica di Marcello Giannini e di Vittorino Curci e Walter Forestiere. Al termine di ogni concerto, visita narrata alla masseria, con Donato Laborante.

Conclusione dell'iniziativa il 7 settembre. Ingresso libero. Gradito un contributo per il luogo.

o.br.
  • Cultura
  • Arte
  • Masseria Jesce
Altri contenuti a tema
Festival dei Claustri: disorientarsi per scoprire la bellezza del centro storico Festival dei Claustri: disorientarsi per scoprire la bellezza del centro storico Le iniziative che hanno animato il week end
Via Appia antica, Altamura nel progetto di valorizzazione Via Appia antica, Altamura nel progetto di valorizzazione Stanziato un milione di euro dal Ministero dei beni culturali per creare un cammino
Altamura celebra la "street culture" Altamura celebra la "street culture" Con il "WallRide Festival" allo stadio D'Angelo
Passeggiate nella storia, fra saperi e sapori di pane e di vino Passeggiate nella storia, fra saperi e sapori di pane e di vino Dopo la visita degli archeologi di Amsterdam, il programma della Rete museale dell'Uomo di Altamura
"La cultura si fa strada", i nuovi bandi della Regione "La cultura si fa strada", i nuovi bandi della Regione Fondi per street art e per i Comuni murgiani attraversati dalla vecchia ferrovia statale
Museo Virtuale Altamura 1799, lancio del progetto Museo Virtuale Altamura 1799, lancio del progetto Comunicare la storia oltre gli spazi e le distanze
Cinema: "Pinocchio", conclusi i ciak murgiani di Garrone Cinema: "Pinocchio", conclusi i ciak murgiani di Garrone Ad Altamura riprese a Jesce. La produzione ha fatto base per due settimane
Installazione artistica presso la Masseria Jesce Installazione artistica presso la Masseria Jesce Per il progetto "I Figli della Mula"
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.