rotary altamura
rotary altamura
Eventi e cultura

La donazione degli organi nell’era del Buon Samaritano

Risultati e obiettivi spiegati dal Rotary club

"Donare senza riserve e farlo con gioia. È più importante il modo in cui si dona che il dono in sé", così Mons. Domenico Cornacchia, Vescovo di Lucera – Troia, commenta la parabola del Buon Samaritano che, diventa strumento essenziale per spiegare il concetto di "dono gratuito".
Il Rotary club Altamura-Gravina, mette in sinergia le migliori eccellenze medico-sanitarie proprio per promuovere e informare riguardo la pratica della donazione in genere e della donazione samaritana.

Il Dottor Battaglia, Direttore Urologia e Centro trapianti di rene del Policlinico di Bari spiega: "Il donatore Samaritano è colui che in maniera assolutamente spontanea e anonima esprime la volontà di donare i propri organi. Questa volontà, espressa in maniera chiara ed inequivocabile, è capace di generare un circolo virtuoso e una riduzione non indifferente delle liste d'attesa presenti negli ospedali". In sostanza un gesto gratuito può cambiare o addirittura salvare non una, ma molte più vite.
L'appuntamento al Mercadante è stato un incontro istruttivo per molti cittadini e molto efficace considerando che la Puglia si è sempre piazzata come fanalino di coda rispetto alle altre regioni italiane, come dimostrato dal professor Loreto- Gesualdo, Coordinatore regionale Trapianti, che nel corso del suo intervento ha illustrato gli ultimi risultati ottenuti grazie alla capacità di fare squadra e grazie alle professionalità medico sanitarie presenti nelle strutture ospedaliere pugliesi.
I luoghi comuni e la poca informazione hanno sempre diffuso l'idea che l'unico trapianto possibile, da vivo a vivo, fosse quello dei reni, invece il professor Pasquale Berloco, Direttore Dipartimento Trapianti di Organo del Policlinico Umberto I La Sapienza di Roma, ha illustrato come sia possibile, ormai da un decennio, poter donare anche parti di altri organi, ad esempio fegato e polmoni, con modalità e tecniche ormai consolidate.
La Professoressa Giorgina Specchia, Direttore Ematologia e Trapianto Midollo, quasi con un filo di commozione ringrazia per la grande generosità che da sempre caratterizza il popolo altamurano e di come, grazie a questa, sia stato possibile salvare molte e molte vite. Oltre ai donatori di midollo ringrazia anche i donatori di sangue e incoraggia a una diffusione di tale pratica, poichè anch'essa capace di generare dei circoli virtuosi.

La medicina come convergenza di molteplici discipline, dal diritto alla tecnologia, tutte indispensabili e tutte al servizio delle famiglie bisognose.
La platea del Teatro Mercadante oltre ad essere gremita di gente si mostra assai partecipe e interessata rispetto al tema.
A conclusione del dibattito il professor Berloco ribadisce: "Secondo le statistiche internazionali, chi dona vive di più, poiché periodicamente si sottopone a controlli che possono essere un ottimo strumento di prevenzione, quindi donate".
  • Rotary Club
  • Donazione Organi
Altri contenuti a tema
Cultura del dono, Aido e scuole molto sensibili Cultura del dono, Aido e scuole molto sensibili Conclusa la quinta edizione del concorso sulla donazione
Una giornata speciale per la donazione del midollo osseo Una giornata speciale per la donazione del midollo osseo Campagna "Match It Now". Presenta il suo libro Valeria Favorito, gemella genetica di Fabrizio Frizzi
Una manovra per la vita Una manovra per la vita Iniziativa del Rotary
Convenzione tra Regione Puglia e Admo Convenzione tra Regione Puglia e Admo Emiliano: "Volontariato prezioso per la cultura della donazione"
Un fiume di note per la ricerca Un fiume di note per la ricerca Ieri, in Cattedrale, l'Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari
Si è spento il sole ed altri racconti Si è spento il sole ed altri racconti Presentato il libro dell'altamurano Domenico Montemurno
Si è spento il sole ed altri racconti Si è spento il sole ed altri racconti Presentato il libro dell'altamurano Domenico Montemurno
Vent'anni di impegno e solidarietà Vent'anni di impegno e solidarietà Il Rotary Club festeggia ad Altamura il suo anniversario di fondazione
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.