assistenza specialistica
assistenza specialistica
Ospedale e sanità

"Genitori speciali", ottenuti i risultati sperati

Incontro chiarificatore presso la direzione della Asl

Questa mattina presso la direzione generale della Asl di Bari si è tenuto un incontro chiarificatore tra il comitato "Genitori speciali" e l'azienda sanitaria sul caso dei trattamenti di riabilitazione. Alla fine tutti soddisfatti per le garanzie e le rassicurazioni date dai vertici dell'azienda.

All'incontro con le famiglie, rappresentate da Evita Salvaggiulo e Mary Cristallo, sono stati presenti il direttore generale Antonio Sanguedolce, il direttore amministrativo Gianluca Capochiani, Vito Lozito (direttore della Neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza della Asl Bari), Antonella Bello (responsabile Neuropsichiatria infantile dell'area murgiana), il consigliere regionale Enzo Colonna che si è fatto promotore di questo tavolo di confronto, il consigliere del presidente Emiliano, Domenico De Santis, la sindaca di Altamura, Rosa Melodia, e il consigliere comunale, Marica Longo.

La stessa Asl così dichiara in un comunicato: "Le famiglie e gli utenti possono stare tranquilli: la continuità assistenziale per i pazienti in riabilitazione in Basilicata sarà garantita e nessun ciclo di terapia, in corso, già scaduto o in scadenza, sarà sospeso o interrotto". Una rassicurazione ribadita da Sanguedolce.

L'azienda sanitaria sta continuando le verifiche avviate sui 261 utenti che usufruiscono di trattamenti ambulatoriali riabilitativi ex art. 26 legge 833/78 fuori dalla regione Puglia. Un lavoro propedeutico alla definizione dei piani riabilitativi individuali, su cui è impegnata la task force di esperti Asl, che comunque "non inciderà sui cicli riabilitativi in corso, i quali potranno continuare, a condizione che siano erogate nelle sedi ambulatoriali oggetto di accreditamento previo aggiornamento del piano riabilitativo da parte della Neuropsichiatria", aggiunge ancora la Asl.

Un tavolo a più voci e con diverse sfumature, tutte però concordi nell'agire a beneficio esclusivo degli utenti, in gran parte minori e con bisogni assistenziali molto differenziati. Su questo fronte, la Direzione Generale ha fissato alcuni punti fermi. Da un lato la garanzia della continuità assistenziale per tutti i casi; dall'altra la necessità di restare all'interno del perimetro normativo, sotto ogni punto di vista, disegnato dal regolamento regionale e dalla legislazione regionale e nazionale. Un percorso articolato – ha sottolineato Sanguedolce - «che vogliamo costruire assieme alle famiglie e che prevede il potenziamento delle strutture riabilitative pubbliche con personale qualificato e spazi adeguati, proprio per rispondere alle comprensibili esigenze provenienti dalle stesse famiglie e senza creare traumi ai pazienti».

La Asl, inoltre, sta provvedendo all'assunzione di logopedisti, psicomotricisti, terapisti della riabilitazione, fisioterapisti, educatori professionali e assistenti sociali per tutte le necessità del territorio. Inoltre si prefigge di realizzare un "Polo di Neuropsichiatria e Riabilitazione dell'età evolutiva" proprio nell'area della Murgia, presso l'ex ospedale "Umberto I".

Si è deciso, inoltre, che si costituirà un tavolo tecnico di cui faranno parte Regione Puglia, Asl, il comitato "Genitori Speciali" ed il Comune.

Questo pomeriggio, inoltre, la sindaca incontra al Comune di Altamura i dirigenti scolastici ed il comitato. "L'obiettivo - afferma l'amministrazione - è garantire continuità terapeutica, integrazione scolastica e diritto alla salute".
  • Asl Bari
  • Disabilità
Altri contenuti a tema
Riabilitazione dei "bambini speciali", la Asl avvia le verifiche Riabilitazione dei "bambini speciali", la Asl avvia le verifiche I genitori sono molto preoccupati. L'azienda garantisce la continuità terapeutica e nuove assunzioni
Asl Bari, assunzione per cento medici nel 2020 Asl Bari, assunzione per cento medici nel 2020 Negli ospedali la carenza più grave riguarda gli anestesisti
1 Concorso per l'assunzione di infermieri, pubblicato il bando Concorso per l'assunzione di infermieri, pubblicato il bando Sono 160 per la Asl di Bari. Per la Puglia in tutto 556
Bella notizia di Natale, ritrovata l'auto per trasporto di due persone disabili Bella notizia di Natale, ritrovata l'auto per trasporto di due persone disabili Fondamentale per due donne in carrozzina
Disabilità: incontro tra il Garante regionale e la Asl Disabilità: incontro tra il Garante regionale e la Asl Per definire il regolamento sull'autismo
Assegni di cura, protestano le famiglie Assegni di cura, protestano le famiglie Il Garante regionale per la disabilità chiede soluzioni adeguate
Asl Bari, partono i concorsi per 115 posti Asl Bari, partono i concorsi per 115 posti Pubblicati i bandi per ostetriche e varie figure professionali
Per tre giorni sarà "Jurassic Anffas" ad Altamura Per tre giorni sarà "Jurassic Anffas" ad Altamura Per la Giornata nazionale della disabilità
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.