Prodotti tipici pugliesi
Prodotti tipici pugliesi
Territorio

Eccellenze alimentari, il Parco dell'Alta Murgia lancia la sfida

Ad Altamura due giornate dedicate alle cooperative di comunità

Il progetto del "Paniere dell'Alta Murgia" prende forma e sostanza. In due giornate, oggi e domani, ad Altamura si tiene un percorso di formazione del Parco Nazionale dell'Alta Murgia per la creazione di cooperative di comunità legate alla filiera dei prodotti di eccellenza dei 13 Comuni dell'area protetta.

Sono oltre 40 i partecipanti: oggi, alle ore 15.30, e domani, alle ore 10.00, presso Palazzo Baldassare (in via Fratelli Baldassarre nel centro storico) prendono parte alle giornate formative sulle cooperative di comunità: cosa sono, come nascono, strumenti e buone pratiche.

Le giornate formative, a cura di Legacoop Puglia, introdotte per Coopculture dalla responsabile di progetto Marianella Pucci, saranno tenute dal presidente di Legacoop Puglia, Carmelo Rollo, dal direttore di Legacoop Puglia Pasquale Ferrante con la collaborazione dei Lara Mastrogiovanni, direttore Work in Progress - Hub di Progettazione Pcm/C&M.

Grande soddisfazione del direttore del Parco Domenico Nicoletti per l'adesione da parte dei Comuni. "Il progetto del Paniere del Parco dell'Alta Murgia - afferma - deve essere inteso come un'opportunità per il territorio con cui il Parco Nazionale intende far conoscere ed apprezzare le produzioni tipiche del territorio e avviare un processo di partecipazione e formazione con i territori sul tema delle Cooperative di Comunità. Dopo questa prima formazione ci aspettiamo di ricevere idee progettuali da mettere in campo in sinergia con le altre istituzioni del territorio".
Il progetto partecipato Paniere del Parco dell'Alta Murgia è partito a gennaio 2019, è attuato con l'assistenza tecnica di CoopCulture, la collaborazione di Legacoop Puglia e prevederà nuove azioni nel corso dei mesi successivi in collaborazione con la Condotta Slow Food delle Murge.

La cooperativa di comunità, che vede le migliori pratiche nazionali nate in Puglia, si configura infatti come lo strumento più idoneo a dare risalto alle eccellenze del territorio e contemporaneamente a creare le condizioni per innestare processi di imprenditorialità e di sviluppo locale.

Per ciascun Comune è stato individuato un prodotto bandiera, rappresentativo come eccellenza produttiva ed alimentare. Per Altamura è il pane; Andria, Burrata; Bitonto, Cima; Cassano delle Murge, Cece nero; Corato, Coratina; Gravina, Pallone; Grumo Appula, Oliva Termite o Dolce; Minervino Murge, Pecorino; Poggiorsini, Fungo Cardoncello; Ruvo di Puglia, Cardo selvatico spinoso; Santeramo in Colle, Vino; Spinazzola, Salsiccia tagliata a punta di coltello; Toritto, Mandorle.
  • Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Prodotti tipici
  • Alimenti
Altri contenuti a tema
Emergenza cinghiali, il Parco intensifica attività Emergenza cinghiali, il Parco intensifica attività Il presidente Tarantini: “300 capi catturati negli ultimi mesi"
1 La famiglia Divella Group cresce ancora, presentato il brand "Divì" La famiglia Divella Group cresce ancora, presentato il brand "Divì" A Gravina. Da un'idea di Christian Divella, nasce per valorizzare le eccellenze alimentari
Anche Altamura nell'area di produzione della "Mozzarella di Gioia del Colle Dop" Anche Altamura nell'area di produzione della "Mozzarella di Gioia del Colle Dop" Il prodotto è stato registrato dalla Commissione europea. Opportunità per la filiera
L'innovazione che salva la tradizione: il caso di Eatalico.it L'innovazione che salva la tradizione: il caso di Eatalico.it Incontro tra la tecnologia blockchain e il made in Italy
Le eccellenze casearie dell’Alta Murgia in mostra a Cheese 2019 Le eccellenze casearie dell’Alta Murgia in mostra a Cheese 2019 Alla fiera del formaggio di Bra (Cuneo)
Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Con Anci, Federparchi, Ispra e Conferenza Stato Regioni per affrontare il problema degli ungulati
Lupi e cinghiali nel Parco, Coldiretti chiede interventi a tutela di agricoltori e allevatori Lupi e cinghiali nel Parco, Coldiretti chiede interventi a tutela di agricoltori e allevatori Incontro con il nuovo presidente Tarantini
Cambiamenti climatici: 3,8 milioni di euro per il Parco della Murgia Cambiamenti climatici: 3,8 milioni di euro per il Parco della Murgia Il Ministero dell’ambiente affida ai parchi nazionali le risorse per la mitigazione e l’adattamento
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.