Francesca Natale
Francesca Natale
Cronaca

Domani l'ultimo saluto alla mamma e alla figlia vittime di incidente stradale

Per i funerali è stato proclamato il lutto cittadino

Si terranno domani (28 luglio), alle ore 10, nella chiesa della Trasfigurazione, i funerali di Mariafrancesca Natale (nella foto), conosciuta come Francesca, e della giovanissima figlia Nicole, 11 anni, che hanno perso la vita lunedì pomeriggio in un incidente stradale sulla ex strada statale 580 Laterza-Ginosa, in prossimità dell'abitato di Laterza, nello scontro frontale tra la Ford Fiesta su cui erano a bordo e un autoarticolato. Dopo il nulla osta dell'autorità giudiziaria, le salme sono arrivate oggi ad Altamura dove è stata allestita una camera ardente presso la sala del commiato in via dei Mille.

Dalle ultime informazioni di fonte ospedaliera, migliorano le condizioni delle due ragazze ferite nell'incidente, di 14 e 18 anni, figlie e sorelle delle vittime. Dopo l'incidente sono state ricoverate all'ospedale di Castellaneta.

Francesca Natale, 52 anni, era docente di sostegno all'istituto "Nervi Galilei" (in precedenza aveva svolto servizio all'istituto "Genco") ed era molto apprezzata per le doti umane e professionali. La piccola Nicole Lorusso aveva finito la prima media alla scuola "Padre Pio". Domenica la famiglia era al mare a Ginosa. Lunedì la grande tragedia che ha colpito molto la città sotto l'aspetto emotivo.

Per tale ragione, il Comune - con decreto del vice sindaco Raffaella Petronelli - ha indetto il lutto cittadino, per "interpretare il sentimento di profondo cordoglio, partecipazione e solidarietà dell'intera comunità nei confronti delle famiglie colpite da questi tristi lutti, quale manifestazione concreta e visibile di adesione della Città tutta al loro dolore". In concomitanza con la celebrazione del rito funebre, alle ore 10.00, sono state disposte "la sospensione per un minuto di tutte le attività degli uffici del Comune, la contestuale esposizione a mezz'asta della bandiera cittadina del Palazzo di Città, nonché la collocazione del gonfalone della Città presso la Chiesa della Trasfigurazione nel corso della cerimonia funebre". Inoltre, nel decreto di lutto cittadino, "si invitano tutta la cittadinanza, le organizzazioni e le associazioni sociali, produttive, culturali, sportive e ricreative di Altamura ad unirsi alla commemorazione e ad osservare momenti di riflessione in segno di vicinanza e solidarietà alle famiglie colpite".
  • Incidente stradale
  • Lutto cittadino
Altri contenuti a tema
Incidente mortale, celebrati i funerali Incidente mortale, celebrati i funerali Grande commozione per l'ultimo saluto alla mamma e alla figlia
Incidente stradale a Laterza, morte mamma e figlia Incidente stradale a Laterza, morte mamma e figlia Nello scontro fra un'auto e un camion sulla strada per Ginosa
Le notizie del territorio: due morti in incidente a Matera Le notizie del territorio: due morti in incidente a Matera Scontro fra mezzi pesanti su statale 7
Incidente stradale sulla Tarantina, tre veicoli coinvolti Incidente stradale sulla Tarantina, tre veicoli coinvolti Diversi feriti. Strada chiusa per operazioni di soccorso
Incidente mortale sulla statale 99 Altamura Matera Incidente mortale sulla statale 99 Altamura Matera Una donna ha perso la vita
Incidente mortale sulla Altamura Corato, dinamica ancora da chiarire Incidente mortale sulla Altamura Corato, dinamica ancora da chiarire Accertamenti in corso da parte della Polizia locale. Tre mezzi coinvolti
Incidente mortale sulla provinciale Altamura Corato Incidente mortale sulla provinciale Altamura Corato Ha perso la vita un uomo di 35 anni a bordo di una moto. Tre i mezzi coinvolti
1 Incidente stradale a Mottola, morto un 44enne Incidente stradale a Mottola, morto un 44enne La tragedia è avvenuta sulla statale 100. Coinvolti 4 veicoli
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.