Tamponi per il coronavirus
Tamponi per il coronavirus
Ospedale e sanità

Coronavirus: i casi continuano a salire, l'ira della sindaca

Il suo sfogo: "Serve il senso civico di tutti o ci ritroveremo in lockdown"

Sono 76 i casi attuali ad Altamura di Covid-19. I casi continuano a salire. Dall'inizio dell'emergenza sono stati 99, numero totale in cui rientrano pure le 22 persone guarite e la signora anziana deceduta.

La sindaca si è sfogata su Facebook facendo appello alla responsabilità collettiva e ha citato il caso di "una festa di 18 anni in cui poi ci sono stati dei positivi". E sarebbe questa la ragione che ha indotto poi il dirigente scolastico dell'Itt Nervi Galilei a sospendere le attività in presenza e a proseguire la scuola con la didattica a distanza.

Un'altra ripercussione sul mondo della scuola riguarda il sesto circolo "Don Milani". E' stato accertato un caso di positività "nella segreteria", come ha riferito la sindaca. Per questo è stata disposta l'immediata sanificazione dell'intera scuola. In una comunicazione pubblicata sul sito della scuola viene specificato che "la persona risultata positiva non ha contatti con gli alunni della scuola" e che "in base al tracciamento dei contatti, il contagio di cui al caso in questione non è avvenuto nell'ambito della nostra scuola".

La sindaca ha fatto appello alla responsabilità collettiva e al senso civico che "si sta perdendo". Inoltre "le feste in questo periodo non devono essere fatte".

"Se non ci adeguiamo alla necessità - ha detto in modo netto - molto presto ci troveremo a dover affrontare il lockdown. Qui la responsabilità è di tutte e di tutti. O tutti andiamo nella stessa direzione oppure dopo ognuno si paga le conseguenze del caso e nessuno deve venire a lamentarsi".

AGGIORNAMENTO: chiusura scuole
Con ordinanza n. 54 di oggi la sindaca ordina la chiusura, in via precauzionale, della scuola "Don Lorenzo Milani", con effetto immediato a partire dal giorno 28 e sino al 30 settembre 2020.

Dal 29 settembre al 4 ottobre, con ordinanza, viene disposta la chiusura del plesso della scuola dell'infanzia "K.Wojtyla" (terzo circolo didattico) in via Minniti per la presenza di "un alunno positivo al Coronavirus". Il plesso resterà chiuso per i dovuti interventi di sanificazione ed in attesa dell'esito dei tamponi.
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Botta e risposta tra Lega e Amministrazione Botta e risposta tra Lega e Amministrazione Sulla manifestazione contro le restrizioni del governo
Covid19, manifestazione spontanea delle categorie deluse Covid19, manifestazione spontanea delle categorie deluse Presenti soprattutto gli esercenti e i gestori di attività penalizzate dall'ultimo Dpcm
Aperto il reparto Covid dell’Ospedale della Murgia Aperto il reparto Covid dell’Ospedale della Murgia Attivati 20 posti letto, ampliabili sino a 60
Uffici comunali, si accede solo su appuntamento Uffici comunali, si accede solo su appuntamento Nuova regolamentazione per l'ingresso come misura anti-Covid19
1 Coronavirus: per tre giorni stop ai ricoveri negli ospedali pugliesi Coronavirus: per tre giorni stop ai ricoveri negli ospedali pugliesi Fanno eccezione solo le urgenze e i ricoveri in oncologia
Reparto Covid al Perinei, i sindaci vogliono certezze dalla Asl Reparto Covid al Perinei, i sindaci vogliono certezze dalla Asl Melodia e Valente chiedono di garantire tutti i reparti e le cure oncologiche
Covid-19, sono 8 i ricoverati altamurani Covid-19, sono 8 i ricoverati altamurani I nuovi casi di contagio continuano a crescere
Asl Bari: a breve attivo il reparto Covid all'ospedale della Murgia Asl Bari: a breve attivo il reparto Covid all'ospedale della Murgia Si parte con 20 posti letto. La riorganizzazione va avanti nonostante i tanti "no"
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.