Orientamento per non vedenti
Orientamento per non vedenti
Associazioni

Conquistare la libertà grazie a un bastone e tanta volontà

Progetto dell'Unione ciechi e ipovedenti con corsi di orientamento e mobilità

La conquista della libertà. Un passo alla volta, con un bastone e tanta forza di volontà. Così ce l'hanno fatto a raggiungere la loro autonomia alcuni giovani e adulti dell'Unione italiana dei ciechi e ipovedenti (Uici) di Altamura. Grazie a un corso di orientamento e mobilità ora sono in grado di camminare da soli, senza dover essere accompagnati o sostenuti.

Due i corsi realizzati dall'associazione per consentire a sei disabili visivi, tra cui pure ragazzi molto giovani, a spostarsi da soli, senza l'aiuto di una persona vedente. Una possibilità che appariva remota prima dell'effettiva realizzazione.

"Dopo anni di attesa e pressanti richieste la nostra associazione Unione italiana ciechi e ipovedenti di Altamura è riuscita ad ottenere e realizzare l'impossibile", gioisce il responsabile territorio Vito Antonio Incampo. "I due progetti - aggiunge - hanno fatto sbocciare alcuni fiori di rara bellezza. Grazie al supporto di personale specializzato, come nel nostro caso della dottoressa Iva Casanovi, siamo riusciti a portare i ragazzi non vedenti come Valentina, Nicola e Fabiola a saper organizzare, utilizzando strategie sicure, i propri spostamenti e a diventare padroni delle proprie decisioni in modo da poter progettare la propria vita senza necessariamente dover chiedere aiuto a terzi. Il bastone bianco lungo è un ausilio primario nella mobilità. Permette di conoscere gli ostacoli e i pericoli lungo il loro cammino".

Il bastone aiuta a "leggere" la realtà urbana che li circonda, ovunque essi siano. Il corso, inoltre, agisce sulla postura e sull'orientamento. "I ragazzi - aggiunge Incampo - non sapevano nemmeno di questa possibilità, così hanno partecipato con entusiasmo. Finalmente sono riusciti a spezzare il cordone ombelicale. Il solo fatto di poter uscire di casa da soli per prendere una boccata d'aria è una grande conquista. Sono molto soddisfatto di questo".

Molto felici i partecipanti. "E' stata un'esperienza fantastica, finalmente questo corso di orientamento e mobilità mi ha reso autonoma - dice Valentina - era il mio desiderio da tanto tempo. Sono sicurissima con il mio bastone, sono felice di poter essere libera di uscire a fare una passeggiata da sola, andare al supermercato. Davvero mi ha fatto capire quanto sia importante poter camminare da sola per la prima volta, poter andare a trovare un parente senza dover chiedere ai miei genitori. Consiglio questa esperienza a chi come me ha questo genere di problema, è un'esperienza che fa crescere dentro, oltre a renderti autonoma. Incontri degli ostacoli che impari a superare grazie al bastone o qualsiasi altro ausilio". Dello stesso avviso sono Nicola e Fabiola che ringraziano l'associazione per aver partecipato al corso, sperando di poter proseguire in questo "cammino".
  • Disabilità
Altri contenuti a tema
Disabili gravissimi, partono i contributi straordinari Covid19 Disabili gravissimi, partono i contributi straordinari Covid19 La Asl ha dato il via libera alla liquidazione
Disabili gravissimi, sbloccate le procedure per il contributo straordinario Disabili gravissimi, sbloccate le procedure per il contributo straordinario Per le domande relative all'emergenza Covid-19
1 "La riabilitazione non viene fatta, trattati da famiglie di serie H" "La riabilitazione non viene fatta, trattati da famiglie di serie H" Disabilità grave, l'appello di un padre alla Regione e alla Asl
Riaprono i centri per disabili e persone non autosufficienti Riaprono i centri per disabili e persone non autosufficienti Nuove disposizioni della Regione Puglia.
Contributi per disabili gravi, al via le domande Contributi per disabili gravi, al via le domande Stanziati 41,5 milioni dalla Regione. Aiuto rivolto pure ad anziani
Assegni di cura, i disabili non possono più aspettare Assegni di cura, i disabili non possono più aspettare Appello delle associazioni per le malattie rare e Anffas
"Genitori speciali", ottenuti i risultati sperati "Genitori speciali", ottenuti i risultati sperati Incontro chiarificatore presso la direzione della Asl
Bella notizia di Natale, ritrovata l'auto per trasporto di due persone disabili Bella notizia di Natale, ritrovata l'auto per trasporto di due persone disabili Fondamentale per due donne in carrozzina
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.