botti
botti
La città

Altamura dice no ai botti di Capodanno

Emesse ordinanze di divieto accensione fuochi e vendita alcoolici. Si rischiano sanzioni pecuniarie

Anche Altamura dice no ai botti. È stata emessa il 29/12/2011 l'ordinanza che vieta su tutto il territorio comunale l'accensione di fuochi d'artificio, sparo di petardi e utilizzo di bombette e mortaretti. Divieto assoluto dal giorno 30 dicembre 2011 al giorno 8 gennaio 2012. Deroghe potranno essere concesse dall'Amministrazione Comunale su richiesta scritta e motivata nell'ambito della tenuta di particolari manifestazioni.

Si rischia una sanzione pecuniaria che va da € 25,00 a € 500,00. L'ordinanza è stata firmata tenendo in conto che l'utilizzo dei botti implica un oggettivo pericolo, anche per gli artifici dei quali è ammessa la libera vendita al pubblico, essendo questi pur sempre in grado di provocare danni fisici, anche di rilevante entità sia a chi li maneggia sia a chi venisse fortuitamente colpito. Saranno evitate così conseguenze negative per la quiete pubblica, la sicurezza, l'incolumità delle persone e per l'ambiente che ci circonda.

No anche alla vendita per asporto di bevande alcooliche. È noto, come è evidenziato nella ordinanza, che durante il periodo delle festività natalizie nel centro storico e nelle zone di ritrovo altamurane si registra una eccessiva affluenza di giovani che fanno consumo di bevande alcoliche con l'inevitabile conseguenza di schiamazzi, in particolare nelle ore notturne, e l'abbandono in strade e piazze dei contenitori delle bevande consumate.

Il Sindaco, a seguito di ciò, ordina che dal 31 dicembre 2011 all'8 gennaio 2012 , dalle 22,00 alle 7,00, nell'abitato di Altamura, è vietata la vendita per asporto di bevande alcoliche di qualunque gradazione contenute in vetro e/o alluminio, da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, circoli privati e attività similari nonché laboratori artigianali.

"Le violazioni alla disposizioni – recita l'ordinanza - saranno punite con l'applicazione della sanzione amministrativa previste dall'art. 17 bis – commi 1 e 2 del T.U.L.P.S, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773 (sanzione edittale da €. 516,00 ad €. 3.098,00) e costituirà prescrizione all'attività ai sensi e per gli effetti dell'art. 9 del summenzionato T.U.L.P.S., la cui violazione determina la sospensione dell'autorizzazione".

  • Comune di Altamura
  • Botti di Capodanno
Altri contenuti a tema
A breve la gara per i lavori alla scuola "Don Milani" A breve la gara per i lavori alla scuola "Don Milani" Enzo Colonna: "Serviranno alla messa in sicurezza della palestra e di altri locali"
Il Comune ha revocato autorizzazione a un laboratorio di analisi Il Comune ha revocato autorizzazione a un laboratorio di analisi Dottor Panaro ad AltamuraLife: "Sono estraneo a questa vicenda"
2 Opere pubbliche, due milioni di euro per piazza Matteotti Opere pubbliche, due milioni di euro per piazza Matteotti Intervento previsto nel piano triennale
Nominato il nuovo collegio dei revisori dei conti Nominato il nuovo collegio dei revisori dei conti Estratto a sorteggio dalla Prefettura, ratificato in consiglio comunale
1 Rifiuti: ogni mese se ne producono 31,5 kg a testa Rifiuti: ogni mese se ne producono 31,5 kg a testa I dati dei primi sei mesi dell'anno. Stabile la raccolta differenziata
Presentato il progetto per realizzare una ciclovia Presentato il progetto per realizzare una ciclovia Sulle vie di Murgia Catena: dal centro storico alla Masseria Jesce
3 "Amministrazione Melodia: un anno in discontinuità con il passato" "Amministrazione Melodia: un anno in discontinuità con il passato" Da Sinistra in Movimento un lungo elenco di traguardi
1 Presentata al Comune la rassegna estiva "AltaMoon" Presentata al Comune la rassegna estiva "AltaMoon" Sei spettacoli e iniziative speciali dedicate alla Luna
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.