Felice Basile
Felice Basile
Cronaca

Rinviato lo sgombero forzato di Felice Basile

Casa è stata venduta all'asta ma l'imprenditore si oppone e denuncia

Lo sgombero forzato di Felice Basile e della sua famiglia ieri non c'è stato. Una mattinata tesissima in piazza Don Minzoni con il presidio pacifico di associazioni e cittadini ad opporsi, i Carabinieri a vigilare, mentre nell'abitazione si confrontavano lo stesso Basile e la delegata per l'esecuzione della vendita dell'immobile, avvenuta tramite asta giudiziaria. Alla fine si è deciso per un rinvio di sei mesi.

Una vicenda drammatica, già raccontata da AltamuraLife.

E ieri una giornata da batticuore. Fuori c'erano numerose persone, silenziose, a testimoniare una vicinanza e per dire "no" ai pignoramenti e alla vendita delle case all'asta. Dentro: una trattativa molto serrata con picchi drammatici sfociati in pianti e alla fine la decisione di soprassedere allo "sfratto" per altri sei mesi. Ma poi Basile, la moglie e i figli dovranno lasciare quel palazzo costruito in tanti anni di sacrifici, con l'attività di elettrotecnica poi andata in malore per i contenziosi iniziati con una banca.

La speranza per il piccolo imprenditore è che possa esserci qualche sviluppo giudiziario in base alle denunce da lui presentate in Procura, in cui contesta la legittimità delle azioni. In una mattinata molto difficile a suo sostegno si sono mosse associazioni locali e non. Sul posto è giunta anche la sindaca Rosa Melodia.

L'odissea di Basile è iniziata circa otto anni. Aveva linee di credito presso due banche. Una di esse ha richiesto la restituzione delle somme prestate, una revoca di 51.000 euro. Non riuscendo a rientrare del debito, è iniziato il precipizio. Avviata addirittura un'istanza di fallimento ma non è andata in porto. Però pure l'altra banca ha chiuso i rubinetti. L'azienda, alla fine, è stata chiusa. E la sua unica casa è stata venduta all'asta.
  • Imprenditori
Altri contenuti a tema
Bancarotta fraudolenta, due imprenditori altamurani arrestati Bancarotta fraudolenta, due imprenditori altamurani arrestati In manette i responsabili di una impresa di costruzioni dichiarata fallita nel 2014
Insieme per vincere contro racket e usura Insieme per vincere contro racket e usura Secondo incontro tra imprenditori ed istituzioni locali
Il PD in merito al primo incontro con gli imprenditori Il PD in merito al primo incontro con gli imprenditori «Se è solo il primo passo, è salutato con favore»
Amministrazione ed imprenditori insieme per riprendere le redini dello sviluppo Amministrazione ed imprenditori insieme per riprendere le redini dello sviluppo Primo di una serie di incontri per elaborare strategie congiunte
Sottoscritti i contratti per la gestione del territorio con l'Ente Parco dell'Alta Murgia Sottoscritti i contratti per la gestione del territorio con l'Ente Parco dell'Alta Murgia Tra gli imprenditori agricoli e gli allevatori interessati anche alcuni altamurani
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.