Oasi Anffas
Oasi Anffas
La città

Progetto Oasi Anffas, procedono i lavori

Le immagini della struttura oggi. Apertura prevista per i mesi del 2013

Ancora altri ritocchi e tutto sarà pronto. L'Oasi Anffas, centro diurno socio educativo e riabilitativo per persone con disabilità, sarà presto capace di accogliere i suoi ospiti. La sua apertura è prevista per i primi mesi del 2013. Molta fatica, ma anche dedizione e passione in chi ha seguito il progetto. È stato possibile visitare la struttura lo scorso sabato. Dal 30 ottobre 2011, giorno della posa della prima pietra, ad oggi sono stati eseguiti i lavori per la realizzazione di una struttura importante per la città.

Via Caduti di Nassiriya, quartiere Trentacapilli: 4mila metri quadri divisi in 500 di copertura, 1000 di area a coltivazione e poi calpestio. Il Comune ha ceduto alla associazione il diritto di superficie per 60 anni sull'area. Al piano terra, il centro diurno con sala laboratori, sala pranzo, cucine e bagni. Al piano superiore, 6 camere con ognuna due posti letto e bagni. Adiacente alla struttura, nello stesso complesso, sono stati costruiti due nuclei abitativi pensati per accogliere le emergenze. Entrambi sono dotati di zona giorno, una camera con due posti letto e servizi. Ogni minimo particolare è stato curato con attenzione: gli spazi, i servizi, i colori delle pareti che identificano gli ambienti.

Il progetto è stato ammesso a finanziamento del bando Po Fesr Puglia 2007-2013 per un importo di 975.277,25 euro su un totale di costi di 1.950.554,50 euro. Il resto delle spese è sulle spalle dell'Anffas che, per la prima volta nel sud, ha adottato il metodo del "terzo valore". Si tratta di una modalità di finanziamento innovativa.

Un finanziamento, cioè, che parte dal basso, dalla comunità, e che vede tutti "vincitori": l'associazione che realizza il progetto, la banca (in questo caso Banca Prossima) che si fa garante nel finanziamento e i cittadini che hanno la possibilità di prestare in modo sicuro anche una piccola cifra a tasso di interesse basso. Basterà accedere al sito www.terzovalore.com e registrarsi per offrire un prestito (garantito dalla banca) o una donazione. L'Anffas restituirà la somma in dieci anni con accrediti semestrali attraverso l'istituto bancario.

In allegato, le immagini del Centro.
16 fotoOasi Anffas
Oasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi AnffasOasi Anffas
  • Anffas
Altri contenuti a tema
Autismo: andare "oltre la diagnosi", famiglie a confronto con esperti e istituzioni Autismo: andare "oltre la diagnosi", famiglie a confronto con esperti e istituzioni Iniziativa dell'Anffas per fare il punto della situazione
Per tre giorni sarà "Jurassic Anffas" ad Altamura Per tre giorni sarà "Jurassic Anffas" ad Altamura Per la Giornata nazionale della disabilità
"Strumenti verso l'inclusione sociale - matrici ecologiche e progetto individuale di vita per adulti con disabilità intellettive e/o evolutive" "Strumenti verso l'inclusione sociale - matrici ecologiche e progetto individuale di vita per adulti con disabilità intellettive e/o evolutive" Un corso di formazione targato Anffas
Anffas Altamura e FC Bari: disabilità e sport Anffas Altamura e FC Bari: disabilità e sport I ragazzi dell'associazione incontrano incontrano Paparesta
Disabilità e integrazione: modelli a confronto Disabilità e integrazione: modelli a confronto Il convegno dell'Anffas al Teatro Mercadante
Ragazzi con disabilità alle prese con i fornelli Ragazzi con disabilità alle prese con i fornelli Al via il progetto "Junior chef"
"L'Oasi" dell'Anffas, insieme si può! "L'Oasi" dell'Anffas, insieme si può! L'onlus sperimenta il "terzo valore"
Che cosa è l'Anffas? Che cosa è l'Anffas? Anna Pappalardo, presidente di Sezione, ai nostri microfoni per spiegarlo
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.