anffas2
anffas2
La città

Disabilità e integrazione: modelli a confronto

Il convegno dell'Anffas al Teatro Mercadante


Creare sinergie tra famiglie e istituzioni per combattere le disabilità intellettive e relazionali.

Questo il messaggio che emerge dal convegno dal titolo "L'integrazione socio-sanitaria: modelli a confronto", organizzato dall'Anffas Onlus Puglia in collaborazione con Anffas Sud e Anffas Onlus Altamura a 15 anni dall'entrata in vigore della legge sulla disabilità, presso il Teatro Mercadante di Altamura, alla presenza delle autorità civili e miliari e dei dirigenti locali e nazionali dell'Anffas.

Nel 2006 l'Onu approvava la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità chiarendo che tale deriva dall'interazione tra la condizione personale di ciascun individuo che presenta patologie durature e l'ambiente "negativo" in cui esso vive, se non strutturato in maniera tale da consentirgli, oltre le cure del caso, la piena partecipazione sociale con pari opportunità rispetto a tutti gli altri
una nuova e diversa ottica di inclusione più che di semplice integrazione. Quanto oggi, in Italia, nel Sud ed in particolare in Puglia si ritiene realizzato?

Dal convegno emergono punti di forza e criticità di una situazione regionale che vede un tasso di disabilità del 6,2%, in un paese che conta 4 milioni di casi, in cui solo il 3,5% lavora. "Un'offerta di servizi che supera la domanda ma non è organica – afferma il dott. Domenico Casciano, presidente del comitato scientifico di Anffas Puglia – la spesa pro capite in Italia è tra le più basse d'Europa e le regioni del Mezzogiorno sono agli ultimi posti. Il sistema è a rischio di sostenibilità".

Importante il contesto di vita del disabile, secondo il dott. Angelo Cerracchio, componente del comitato, perché favorisce od ostacola a seconda dei casi lo sviluppo della persona. Di qui i progetti individuali predisposti dai comuni, finalizzati all'accesso integrato attraverso servizi e misure economiche. "La disabilità –dichiara – non è solo menomazione ma anche barriere che ostacolano la partecipazione su basi di uguaglianza. La disabilità è anche causa di impoverimento delle famiglie".

Secondo la dott.ssa Anna Maria Candela, dirigente del Servizio Programmazione Sociale e Integrazione Socio-Sanitaria della Regione Puglia, il sistema territoriale è cresciuto, come dimostrano i passi avanti sottolineati da Berardino Galeotta e Caterina Incampo, dirigente e coordinatrice dell'Ufficio del Piano Sociale di Zona, ma "i risultati potrebbero essere maggiori attraverso una proficua collaborazione tra pubblico e privato". Se finora i servizi erano centrati più sugli erogatori che sulle persone, "le famiglie ora diventano erogatori personalizzando le risposte", come nell'assistenza domiciliare integrata.

Un territorio, il nostro, "ampio e popoloso, che – afferma il dott. Vincenzo Gigantelli, direttore del Distretto Socio Sanitario - va messo nelle condizioni di avere una riconoscibilità. I cittadini hanno bisogno di una valutazione approfondita, la metà dei casi riceve assistenza domiciliare e i medici di famiglia sono i primi a orientarli verso le strutture che gestiscono la domanda integrata", per cui occorre potenziare l'informatizzazione, investendo in tecnologia e personale.
  • Anffas
Altri contenuti a tema
Autismo: andare "oltre la diagnosi", famiglie a confronto con esperti e istituzioni Autismo: andare "oltre la diagnosi", famiglie a confronto con esperti e istituzioni Iniziativa dell'Anffas per fare il punto della situazione
Per tre giorni sarà "Jurassic Anffas" ad Altamura Per tre giorni sarà "Jurassic Anffas" ad Altamura Per la Giornata nazionale della disabilità
"Strumenti verso l'inclusione sociale - matrici ecologiche e progetto individuale di vita per adulti con disabilità intellettive e/o evolutive" "Strumenti verso l'inclusione sociale - matrici ecologiche e progetto individuale di vita per adulti con disabilità intellettive e/o evolutive" Un corso di formazione targato Anffas
Anffas Altamura e FC Bari: disabilità e sport Anffas Altamura e FC Bari: disabilità e sport I ragazzi dell'associazione incontrano incontrano Paparesta
Ragazzi con disabilità alle prese con i fornelli Ragazzi con disabilità alle prese con i fornelli Al via il progetto "Junior chef"
Progetto Oasi Anffas, procedono i lavori Progetto Oasi Anffas, procedono i lavori Le immagini della struttura oggi
"L'Oasi" dell'Anffas, insieme si può! "L'Oasi" dell'Anffas, insieme si può! L'onlus sperimenta il "terzo valore"
Che cosa è l'Anffas? Che cosa è l'Anffas? Anna Pappalardo, presidente di Sezione, ai nostri microfoni per spiegarlo
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.