Soldato dell'Esercito
Soldato dell'Esercito
Territorio

Poligoni militari, rinnovata intesa tra Regione ed Esercito

In Puglia sono quattro di cui due nell'Alta Murgia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e il Comandante militare Esercito Puglia, colonnello Donato Ninivaggi, hanno firmato oggi, presso la Caserma "Domenico Picca", i disciplinari d'uso concernenti i poligoni pugliesi. I disciplinari d'uso sono lo strumento con cui sono regolate le attività nelle aree in cui si svolgono le esercitazioni militari e con cui vengono contemplate le esigenze della Difesa, la salvaguardia dell'ambiente e i bisogni della popolazione.

I poligoni in Puglia sono 4, di cui due nel territorio dell'Alta Murgia.

Gli accordi siglati, che armonizzano i piani di assetto territoriale e i programmi militari, recepiscono tutte le normative nazionali ed europee emanate in tema di tutela ambientale e stabiliscono i vincoli sul territorio per la salvaguardia paesaggistica e dei beni di interesse storico culturale.

Nel momento della firma, il Presidente Emiliano ha evidenziato come i nuovi disciplinari, elaborati dopo un lungo periodo durante il quale ci sono stati sostanziali cambiamenti, tra cui l'istituzione del Parco dell'Alta Murgia, aprano una serie di possibilità importanti per una migliore integrazione sul territorio delle attività militari con quelle civili e rafforzino il già solido legame tra Regione ed Esercito. Rapporto che non è riferito solo all'accordo odierno, ma è fondato sulla consapevolezza che l'addestramento delle Forze Armate sia di evidente interesse pubblico e indispensabile per lo Stato e la sicurezza, come tra l'altro stabilito dalla direttiva "Habitat". Il Presidente Emiliano nell'occasione ha inoltre espresso la sua soddisfazione per la riapertura del distaccamento di Selezione Volontari in Ferma Prefissata di 1 anno -VFP1 di Bari, che risulta un valore aggiunto per una Regione che è seconda in Italia per il reclutamento dei militari.

Il Colonnello Donato Ninivaggi ha evidenziato come la firma di questi disciplinari sia il frutto di un lavoro sinergico tra il Comando Militare Esercito Puglia e la Regione. I disciplinari d'uso hanno una validità di 5 anni e interessano le aree addestrative di Masseria Signoritti (in provincia di Foggia), Foce Ofanto (Barletta), Torre di Nebbia (nelle province di Bari e Barletta) e Murgia Parisi Vecchio (Altamura).
  • Parco Nazionale dell'Alta Murgia
Altri contenuti a tema
Castello del Garagnone, il Parco vuole acquistarlo Castello del Garagnone, il Parco vuole acquistarlo Iniziata la procedura di riscatto. Ecco quanto vale il monumento
Candidatura Geoparco Unesco contro l'ipotesi nucleare Candidatura Geoparco Unesco contro l'ipotesi nucleare Le ultime osservazioni presentate contro la scelta del deposito nazionale
Più controlli e meno reati, bilancio attività nel Parco dell'Alta Murgia Più controlli e meno reati, bilancio attività nel Parco dell'Alta Murgia Resoconto del 2021 dei Carabinieri che sorvegliano l'area protetta
Gara di quad nel Parco dell'Alta Murgia, denunciate sette persone Gara di quad nel Parco dell'Alta Murgia, denunciate sette persone I controlli dei carabinieri di Andria e di Altamura
Nuovi fondi per il bosco della "Povera vita" Nuovi fondi per il bosco della "Povera vita" Per prevenire incendi e per la tutela dei rimboschimenti
Danni da cinghiali, nuovi criteri per gli indennizzi Danni da cinghiali, nuovi criteri per gli indennizzi Dopo il confronto tra associazioni agricole e Parco dell’Alta Murgia
Tartufo, una risorsa per Alta Murgia Tartufo, una risorsa per Alta Murgia Un progetto di ricerca punta a valorizzare il pregiato fungo ipogeo
Cinghiali nel Parco, ora bisogna correre ai ripari Cinghiali nel Parco, ora bisogna correre ai ripari Sono del tutto incontrollabili. Per nutrirsi mangiano in campi e orti
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.