carabinieri
carabinieri
Cronaca

Omicidio Cammisa, Rinaldi condannato a 25 anni di carcere

La decisione della Corte d'assise di Bari per il presunto mandante del delitto

La Corte di Assise di Bari ha condannato alla pena di 25 anni di reclusione il 60enne Donato Francesco Rinaldi, imputato come mandante dell'omicidio volontario con l'aggravante mafiosa di Francesco Cammisa, ucciso ad Altamura il 16 giugno 2014.

Rinaldi, elemento di spicco della criminalità locale, avrebbe ordinato a Stefano Annoscia, 30 anni, attualmente a processo per la stessa vicenda con rito abbreviato in qualità di esecutore materiale, di uccidere Cammisa dopo una discussione per una partita di droga non pagata.

Cammisa fu ucciso in casa con due colpi di pistola mentre era sdraiato sul letto. Il killer, con il volto coperto da un passamontagna, era riuscito a entrare con una scusa, per poi dirigersi nella stanza del letto e fare fuoco. Secondo la ricostruzione, al momento del delitto era presente la figlia piccola dell'uomo.

La indagini sono state svolte dai Carabinieri di Altamura e coordinate dai pm Renato Nitti e Marcello Barbanente.

Per Rinaldi l'accusa aveva chiesto l'ergastolo. La corte ha stabilito una condanna a 25 anni di reclusione. Nei tempi previsti dalla legge, si conosceranno le motivazioni.


Foto archivio Altamuralife - I Carabinieri sul luogo del delitto
Riproduzione riservata
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
1 Uccise la figlia di tre mesi nel sonno, condannato a 16 anni Uccise la figlia di tre mesi nel sonno, condannato a 16 anni L'accusa aveva chiesto l'ergastolo per Giuseppe Difonzo
Omicidio di Domi Martimucci, condanna definitiva per Berardi Omicidio di Domi Martimucci, condanna definitiva per Berardi E' considerato l'esecutore materiale poiché piazzò l'ordigno al "Green Table". Per lui 20 anni di carcere
Inchiesta antimafia "Kairos", gli arrestati salgono a 20 Inchiesta antimafia "Kairos", gli arrestati salgono a 20 In manette un complice dell'omicidio di Domenico Fraccalvieri avvenuto nel 2011
Tentato omicidio Dambrosio, in manette tre giovanissimi Tentato omicidio Dambrosio, in manette tre giovanissimi Presunti esponenti di un clan mafioso emergente
Omicidio Cammisa, proseguono le indagini dei carabinieri Omicidio Cammisa, proseguono le indagini dei carabinieri Al vaglio ogni dettaglio dell'episodio
Omicidio Cammisa, l'uomo freddato davanti agli occhi di suo figlio Omicidio Cammisa, l'uomo freddato davanti agli occhi di suo figlio Al via le indagini per identificare l'assassino
Ultim'ora: uomo ucciso nella sua abitazione Ultim'ora: uomo ucciso nella sua abitazione Un killer fa fuoco con una pistola
Omicidio Dambrosio: assolti Giovanni Loiudice e suo figlio Alberto Omicidio Dambrosio: assolti Giovanni Loiudice e suo figlio Alberto Erano ritenuti presunti mandanti dell'uccisione
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.