Comune di Altamura
Comune di Altamura
Politica

Lavori pubblici, un provvedimento per assumere disoccupati

Il Comune introduce una clausola sociale per appalti in cui serve incremento del personale

Il Comune di Altamura, con l'assessorato ai lavori pubblici, ha introdotto una clausola sociale che prevede l'assunzione di disoccupati dalle liste del Centro per l'impiego nei vari bandi per l'affidamento di lavori ed interventi da eseguire sul territorio altamurano.

Si tratta di una "clausola sociale" che vale quando le ditte appaltatrici hanno necessità di incrementare il proprio personale.

L'assessore ai lavori pubblici, Pietro Falcicchio, ha dato disposizioni agli uffici. Nello specifico, tale misura prevede che le imprese aggiudicatarie - laddove abbiano la necessità di incrementare il proprio personale - debbano assumere disoccupati e/o cittadini che versano in disagio economico/sociale, iscritti presso il Centro per l'impiego di Altamura. "

Una decisione, questa, per la prima volta adottata nel Comune di Altamura che consente di creare opportunità di lavoro sul nostro territorio ai tanti cittadini che si trovano in difficoltà - sottolinea il Partito Democratico -. L'indirizzo dato agli uffici è quello di prevedere tale clausola in tutti gli appalti pubblici. Oggi, tale clausola è stata già inserita nei bandi per l'esecuzione di lavori ed interventi pari a circa 500.000 euro nel 2019; bandi che sono prossimi alla pubblicazione. Più nel dettaglio, la clausola sociale per l'assunzione di personale, prevede che l'impresa vincitrice di appalti - aggiunge il Pd - ove ha la necessità di incrementare il personale alle proprie dipendenze per la realizzazione degli interventi, dovrà reperire, prioritariamente, manodopera e maestranze tra soggetti disoccupati o in cerca di prima occupazione che versano in particolari condizioni di disagio economico-sociale, sulla base dell'elenco esistente presso il Centro per l' Impiego di Altamura".
  • Lavoro
  • Disoccupazione
Altri contenuti a tema
Dal 18 maggio riaprono saloni estetici e parrucchieri Dal 18 maggio riaprono saloni estetici e parrucchieri C'è l'ordinanza della Regione Puglia
Sicurezza negli ambienti di lavoro, a breve partono i controlli Sicurezza negli ambienti di lavoro, a breve partono i controlli Coordina la Prefettura. Verifiche sull'osservanza dei protocolli anti-Covid
Parrucchieri e estetisti pronti a riaprire in totale sicurezza Parrucchieri e estetisti pronti a riaprire in totale sicurezza Incontro in videoconferenza tra Regione, associazioni e sindacati
Cassa integrazione in deroga, boom di domande Cassa integrazione in deroga, boom di domande In tutta la Puglia sono 35.000. Si attendono i pagamenti
2 Cassa integrazione, protocollo in Puglia per anticipo delle somme Cassa integrazione, protocollo in Puglia per anticipo delle somme Somme erogate da banche su richiesta del lavoratore
2 "Non lavoriamo per l'emergenza, evitare l'abusivismo" "Non lavoriamo per l'emergenza, evitare l'abusivismo" Lettera aperta di parrucchieri ed estetiste
L'emergenza sanitaria si ripercuote sull'impresa e sul lavoro L'emergenza sanitaria si ripercuote sull'impresa e sul lavoro Governo e Regioni al lavoro per accelerare sulla cassa integrazione
3 Il "grazie" della Teknoservice alla forza lavoro Il "grazie" della Teknoservice alla forza lavoro Il servizio viene svolto regolarmente
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.