Carabinieri
Carabinieri
Cronaca

Furti di auto in provincia di Bari, 5 arresti

In manette una banda con base a Bitonto. Veicoli fatti a pezzi nel foggiano

Operazione "lock down", 5 arresti per sgominare una banda specializzata nei reati di furto aggravato e ricettazione. Venivano rubate automobili in provincia di Bari e poi fatte a pezzi in provincia di Foggia.

L'operazione è stata condotta dai Carabinieri della Compagnia di Monopoli, hanno dato esecuzione all'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Bari – Sezione G.I.P., su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 5 uomini (quattro di Bitonto e uno di Ortanova).

L'indagine, condotta fra febbraio e luglio 2020, ha consentito di disarticolare una rete specializzata nei furti di auto, rubate soprattutto nella città di Bari e in seguito trasportate presso un autodemolitore del Foggiano, il quale provvedeva allo smontaggio dei pezzi e all'immissione in un mercato parallelo. In particolare, è stato ricostruito il modus operandi degli indagati, tutti gravati da precedenti per reati contro il patrimonio, operativi anche durante il periodo del lock- down nazionale.

Il gruppo, specializzato nel settore, sceglieva il mezzo da rubare solo dopo un accurato sopralluogo e utilizzava, all'occorrenza, centraline clonate e chiavi contraffate, mentre la fuga era garantita da una "staffetta" che segnalava l'eventuale presenza delle forze di polizia. Le autovetture, una volta asportate, venivano nascoste presso un uliveto sito nelle campagne di Bitonto e "bonificate", ovvero private di eventuali sistemi di allarme o di localizzazione.

I militari dell'Arma hanno documentato vari furti di autovetture, per un valore complessivo stimato in circa 200.000,00 euro, che, per singolare ricorrenza di alcuni veicoli presi particolarmente di mira, avevano fatto registrare un crescente allarme fra la popolazione. Il "giro di affari" del circuito illecito è stato quantificato in circa 1.500 euro il prezzo di ogni auto ceduta al ricettatore, il quale, a sua volta, la "piazzava" a un prezzo non inferiore a 1.800 euro.

Le auto maggiormente prese di mira erano le Opel Mokka e le Golf, preferibilmente nuove e ben accessoriate.
  • Automezzi
  • Furti e rapine
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Controlli dei Carabinieri, arrestato un sorvegliato speciale Controlli dei Carabinieri, arrestato un sorvegliato speciale Sorpreso nella zona dove sono avvenuti furti di cavi alle FAL
Furti ai tir in autostrada, ingente carico di scarpe ritrovato ad Altamura Furti ai tir in autostrada, ingente carico di scarpe ritrovato ad Altamura Indagine della Polstrada che ha arrestato tre persone in provincia di Bari
Un altro furto di cavi a danno delle Ferrovie Appulo Lucane Un altro furto di cavi a danno delle Ferrovie Appulo Lucane Colpita la rete telefonica. Inviata denuncia al Prefetto
Agente di commercio derubato e picchiato a Cassano Agente di commercio derubato e picchiato a Cassano Durante un tentativo di furto d'auto. Arrestato il responsabile
Inchiesta Kairos arriva alle condanne definitive, 8 arresti Inchiesta Kairos arriva alle condanne definitive, 8 arresti Eseguiti i provvedimenti di carcerazione
Prostituzione sulla strada statale 96, un arresto Prostituzione sulla strada statale 96, un arresto Un uomo è accusato di favoreggiamento
Controlli dei carabinieri, un arresto e una denuncia Controlli dei carabinieri, un arresto e una denuncia Sequestrati oggetti esplodenti e droga
Arrestato pregiudicato che deve scontare 10 anni di carcere Arrestato pregiudicato che deve scontare 10 anni di carcere Per vari reati commessi ad Altamura e Matera
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.