Carabinieri Forestali dell'Alta Murgia
Carabinieri Forestali dell'Alta Murgia
Cronaca

Carabinieri denunciano “gitanti” nel Parco dell'Alta Murgia

Venti persone sorprese lontane da casa senza motivo

Il messaggio forse non è ancora chiaro a tutti: dovete rimanere a casa. C'è ancora chi, non curante della gravita della situazione, continua ad andare a spasso senza motivo, mettendo a rischio la propria incolumità e quella degli altri. Uscite immotivate anche nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia, cosi come verificato dai carabinieri della forestale.

I controlli nel corso dei normali pattugliamenti effettuati lo scorso fine settimana dai Carabinieri delle Stazioni Parco di Andria, Ruvo di Puglia, Gravina in Puglia e Altamura, coordinati dal Maggiore Giuliano Palomba del Reparto di Altamura, hanno consentito ai militari di "pizzicare" molti di questi sprovveduti. Infatti, nonostante tutta una serie di nuovi divieti e di regole riguardanti gli spostamenti verso le seconde case utilizzate per vacanza e i permessi per lo svolgimento di attività fisica, facenti parte del decreto emanato dal Ministero della salute il 20 marzo scorso, c'è chi ancora girovaga senza una motivazione di necessità, permettendosi scampagnate e attività all'aria aperta.

Gli individui fermati dai militari della forestale si trovavano ad almeno 10 km di distanza dalla propria abitazione, impegnati nelle più svariate attività: chi intento a svolgere attività fisica, chi invece impegnato a raccogliere funghi, asparagi e altre erbe spontanee, con alcuni che si erano anche trasferiti nelle proprie abitazioni di campagna.

Le operazioni di controllo hanno così portato i militari a denunciare 20 abitanti di diversi centri murgiani come Andria, Minervino Murge, Ruvo di Puglia, Cassano Murge, Altamura, Gravina in Puglia e Toritto. Per i "gitanti" sono scattati provvedimenti per inosservanza dell'art. 650 del codice penale che punisce i reati per chi infrange le norme emesse per ragioni di giustizia, sicurezza, ordine pubblico, igiene, con pene pecuniarie di 206 euro e possibile reclusione fino a tre mesi.
  • Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Corpo forestale
  • Carabinieri Forestali
Altri contenuti a tema
Abbandono di rifiuti, multe nel Parco nazionale dell'Alta Murgia Abbandono di rifiuti, multe nel Parco nazionale dell'Alta Murgia Indagini svolte dai Carabinieri forestali con le fototrappole
Il Parco dell'Alta Murgia ha le sue guide ufficiali Il Parco dell'Alta Murgia ha le sue guide ufficiali In tutto sono venti. Pubblicato l'albo al termine del percorso di formazione
Sacchetti di plastica vietati, controlli nei negozi Sacchetti di plastica vietati, controlli nei negozi Attività dei Carabinieri del Parco nazionale. Sanzioni e sequestri di buste non più idonee
Cinghiali nel Parco dell'Alta Murgia, aumentano le catture Cinghiali nel Parco dell'Alta Murgia, aumentano le catture Sono ancora tanti ma popolazione inizia a ridursi
Parco Alta Murgia: bilancio dei Carabinieri su attività a tutela dell’area protetta Parco Alta Murgia: bilancio dei Carabinieri su attività a tutela dell’area protetta Aumenta il numero dei controlli e diminuisce quello dei reati
Parco dell'Alta Murgia, sparisce l'infestazione della pianta "ailanto" Parco dell'Alta Murgia, sparisce l'infestazione della pianta "ailanto" Una specie arborea aliena molto invasiva
Emergenza cinghiali, il Parco intensifica attività Emergenza cinghiali, il Parco intensifica attività Il presidente Tarantini: “300 capi catturati negli ultimi mesi"
Le eccellenze casearie dell’Alta Murgia in mostra a Cheese 2019 Le eccellenze casearie dell’Alta Murgia in mostra a Cheese 2019 Alla fiera del formaggio di Bra (Cuneo)
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.