Carabinieri Forestali dell'Alta Murgia
Carabinieri Forestali dell'Alta Murgia
Cronaca

Carabinieri denunciano “gitanti” nel Parco dell'Alta Murgia

Venti persone sorprese lontane da casa senza motivo

Elezioni Regionali 2020
Il messaggio forse non è ancora chiaro a tutti: dovete rimanere a casa. C'è ancora chi, non curante della gravita della situazione, continua ad andare a spasso senza motivo, mettendo a rischio la propria incolumità e quella degli altri. Uscite immotivate anche nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia, cosi come verificato dai carabinieri della forestale.

I controlli nel corso dei normali pattugliamenti effettuati lo scorso fine settimana dai Carabinieri delle Stazioni Parco di Andria, Ruvo di Puglia, Gravina in Puglia e Altamura, coordinati dal Maggiore Giuliano Palomba del Reparto di Altamura, hanno consentito ai militari di "pizzicare" molti di questi sprovveduti. Infatti, nonostante tutta una serie di nuovi divieti e di regole riguardanti gli spostamenti verso le seconde case utilizzate per vacanza e i permessi per lo svolgimento di attività fisica, facenti parte del decreto emanato dal Ministero della salute il 20 marzo scorso, c'è chi ancora girovaga senza una motivazione di necessità, permettendosi scampagnate e attività all'aria aperta.

Gli individui fermati dai militari della forestale si trovavano ad almeno 10 km di distanza dalla propria abitazione, impegnati nelle più svariate attività: chi intento a svolgere attività fisica, chi invece impegnato a raccogliere funghi, asparagi e altre erbe spontanee, con alcuni che si erano anche trasferiti nelle proprie abitazioni di campagna.

Le operazioni di controllo hanno così portato i militari a denunciare 20 abitanti di diversi centri murgiani come Andria, Minervino Murge, Ruvo di Puglia, Cassano Murge, Altamura, Gravina in Puglia e Toritto. Per i "gitanti" sono scattati provvedimenti per inosservanza dell'art. 650 del codice penale che punisce i reati per chi infrange le norme emesse per ragioni di giustizia, sicurezza, ordine pubblico, igiene, con pene pecuniarie di 206 euro e possibile reclusione fino a tre mesi.
  • Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Corpo forestale
  • Carabinieri Forestali
Altri contenuti a tema
Il Parco dell’Alta Murgia vara il suo piano antincendi Il Parco dell’Alta Murgia vara il suo piano antincendi Coinvolte aziende agricole, Arif e Cnr. Lancio di una campagna social.
Molto rapide le indagini dei carabinieri sul rogo nel Parco Molto rapide le indagini dei carabinieri sul rogo nel Parco Il devastante incendio di Minervino non è stato doloso
Parco dell'Alta Murgia già marchiato a fuoco Parco dell'Alta Murgia già marchiato a fuoco Devastante incendio a Minervino. Prevenzione e avvistamento da rafforzare
Prevenzione incendi, il Parco si affida agli agricoltori Prevenzione incendi, il Parco si affida agli agricoltori L'anno scorso fiamme in 87 ettari di bosco dell'Alta Murgia
Parco Alta Murgia, attivato servizio “Prenota la tua visita” Parco Alta Murgia, attivato servizio “Prenota la tua visita” Con una semplice procedura online le guide del parco saranno a disposizione degli amanti delle escursioni naturalistiche
Secondo sequestro per una cava abusiva Secondo sequestro per una cava abusiva Per i Carabinieri forestali l'autorizzazione è scaduta da tempo
Parco dell'Alta Murgia, riprenderanno le catture dei cinghiali Parco dell'Alta Murgia, riprenderanno le catture dei cinghiali Le attività sono ferme da mesi per l'emergenza. Agricoltori danneggiati
1 Eco-pattuglie nel Parco dell'Alta Murgia Eco-pattuglie nel Parco dell'Alta Murgia I carabinieri sorveglieranno il territorio in mountain-bike
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.