Castello Garagnone
Castello Garagnone
Territorio

Castello del Garagnone, il Parco vuole acquistarlo

Iniziata la procedura di riscatto. Ecco quanto vale il monumento

Con la delibera presidenziale n. 32/2021 emanata dal Parco Nazionale dell'Alta Murgia, prende avvio la procedura di acquisto del Castello del Garagnone, attraverso l'esercizio del diritto di riscatto. Il castello, di proprietà privata, si trova in territorio di Spinazzola, in zona A del Parco, cioè l'area a maggiore tutela. L'iter di acquisto è stata avviata con una previsione di spesa di 40.000 euro. Una somma che il Parco può stanziare mentre l'ipotesi iniziale, di 300.000 euro, era stata scartata.

"Il Castello del Garagnone, noto anche come Rocca invisibile, è parte di una prestigiosa triade di monumenti che comprende Castel del Monte e il Castello di Gravina - afferma l'ente Parco - tutti e tre situati nel Parco e voluti dall'imperatore svevo Federico II. Edificato in età normanna durante il regno degli Altavilla, fu ricostruito a scopo difensivo nel 1220. Del maniero ne restano oggi le affascinanti rovine che si ergono in collina sul costone murgiano, fonte di interesse per numerosi visitatori".

Un'altra importante novità è il via libera della Regione Puglia alla perimetrazione delle aree contigue al Parco Nazionale dell'Alta Murgia e sostegno della candidatura dell'area protetta a diventare un Geoparco Unesco. Questo quanto stabilito dalla deliberazione della giunta regionale attraverso la delibera del 29 novembre scorso che consentirà la perimetrazione delle aree in modo da riuscire a valorizzare il patrimonio geologico-ambientale limitrofo all'area protetta murgiana, ma anche di consentire alle aree contigue al Parco di concorrere per ottenere contributi e finanziamenti senza la necessità di introdurre nuovi vincoli. Il documento rilasciato dal governo regionale prevede che rientrino in queste zone i siti appartenenti alla Rete Natura 2000 come la zona del Bosco Difesa Grande, i Valloni di Spinazzola, il Bosco di Mesola, le aree della Murgia Alta (di cui la parte non ricadente nel perimetro delle aree contigue è ricompresa nel perimetro del Parco Nazionale Alta Murgia); e le Aree delle Gravine (di cui la parte non ricadente nel perimetro delle aree contigue è ricompresa nel perimetro del Parco Regionale Terra delle Gravine).

Una scelta che serve anche in chiave anti-nucleare, al fine di scongiurare l'ipotesi che il territorio murgiano possa essere scelto come sede del deposito nazionale. Nella carta nazionale delle aree potenzialmente idonee c'è anche Altamura con due aree, ricadenti anche in territorio materano.
  • Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Garagnone
Altri contenuti a tema
“Apiari aperti” nel Parco dell’Alta Murgia “Apiari aperti” nel Parco dell’Alta Murgia Un’immersione nel mondo delle api tra laboratori, degustazioni, passeggiate botaniche e apiterapia
Parco Alta Murgia nella collana “Le Guide di Repubblica” Parco Alta Murgia nella collana “Le Guide di Repubblica” Tra itinerari d’autore, del gusto, personaggi del mondo contadino, della cultura
Parco dell'Alta Murgia, si prepara la campagna antincendio Parco dell'Alta Murgia, si prepara la campagna antincendio L'anno scorso si è ridotta l'estensione delle aree bruciate
Principe Alberto di Monaco nel Parco dell'Alta Murgia Principe Alberto di Monaco nel Parco dell'Alta Murgia Tappe a Garagnone (ex feudo dei Grimaldi) e a Castel del Monte
Alta Murgia Pulita: continua campagna di bonifiche Alta Murgia Pulita: continua campagna di bonifiche Rimossi dalla Grava di Faraualla oltre 100 kg di rottami di auto abbandonate
Contributo di 17.000 euro per un concerto nel Parco, è polemica Contributo di 17.000 euro per un concerto nel Parco, è polemica Forza Italia e Forza Italia Giovani chiedono chiarimenti all'ente
Il 10 marzo la prima mondiale della serie western con i set murgiani Il 10 marzo la prima mondiale della serie western con i set murgiani "Quella sporca sacca nera", una serie in 8 episodi
Candidatura Geoparco Unesco contro l'ipotesi nucleare Candidatura Geoparco Unesco contro l'ipotesi nucleare Le ultime osservazioni presentate contro la scelta del deposito nazionale
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.