Assistenza domiciliare
Assistenza domiciliare
Territorio

7 milioni di euro per Progetti di Vita Indipendente

Enzo Colonna, Noi a Sinistra: "mirano a rendere la persona con disabilità "soggetto attivo"

7 milioni di euro per finanziare Progetti personalizzati di Vita Indipendente, finalizzati al miglioramento della qualità della vita in ambito familiare, formativo e socio-lavorativo dei soggetti diversamente abili. A darne notizia è il capogruppo di Noi a Sinistra Enzo Colonna, il quale in una nota ha dichiarato di aver ricevuto rassicurazioni da parte dell'Assessorato regionale al Welfare sulla pubblicazione prossima dell'avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia.

Tre le linee di intervento: alla linea A, che comprende persone con disabilità motorie, saranno destinati 5 milioni di euro circa; i restanti €1.800.000.000,00 - riservati ai 15 (su 40 totali) ambiti territoriali sociali della regione ammessi alla sperimentazione ministeriale, tra cui rientra Altamura - finanzieranno i progetti rivolti ai soggetti non vedenti, affetti da sindrome di down, da autismo o disabilità intellettive lievi e medie (linea B) e quelli di co-housing sociale innovativi e sperimentali per le persone con disabilità motorie (linea C).

"I Progetti di Vita Indipendente - dichiara Colonna - si distinguono da altre azioni, più di carattere assistenziale, perché mirano a rendere la persona con disabilità "soggetto attivo", la più autonoma possibile nel proprio contesto di vita familiare, formativa, sociale, lavorativa. L'obiettivo dei ProVi è esclusivamente quello di consentire il completamento di percorsi di studi finalizzati al conseguimento di titoli di studio/qualifiche professionali, universitarie, post diploma, post laurea, di durata almeno semestrale, oppure di attivare percorsi di inserimento lavorativo per persone non occupate e favorire la partecipazione ad attività solidali e di tipo associativo, nonché di agevolare le funzioni genitoriali. I beneficiari del progetto, infatti, potendo scegliere tra i servizi necessari a migliorare la propria autonomia, finalizzata a specifici percorsi di studio, di formazione e di inserimento socio-lavorativo, e assumere autonomamente l'assistente personale, nonché di acquisire le tecnologie domotiche per l'allestimento e la fruizione dell'ambiente domestico e lavorativo, hanno l'opportunità di decidere in prima persona l'agire quotidiano che va dalla cura della persona, alla mobilità anche fuori casa e al lavoro sino a tutte quelle azioni volte a garantire l'autonomia e l'integrazione sociale."

Per i restanti ambiti territoriali, secondo quanto sostiene Enzo Colonna, per dicembre, quasi certamente, la regione otterrà dal ministero altri 1.300.000 euro.
  • Progetti
  • Disabilità
Altri contenuti a tema
Migliorare i collegamenti con le periferie, partono i progetti del cambiamento Migliorare i collegamenti con le periferie, partono i progetti del cambiamento Via libera ai programmi della strategia di sviluppo urbano sostenibile
Disabilità: incontro tra il Garante regionale e la Asl Disabilità: incontro tra il Garante regionale e la Asl Per definire il regolamento sull'autismo
Assegni di cura, protestano le famiglie Assegni di cura, protestano le famiglie Il Garante regionale per la disabilità chiede soluzioni adeguate
Per tre giorni sarà "Jurassic Anffas" ad Altamura Per tre giorni sarà "Jurassic Anffas" ad Altamura Per la Giornata nazionale della disabilità
Assistenza a disabili nelle scuole, servizio parte anche in istituti superiori Assistenza a disabili nelle scuole, servizio parte anche in istituti superiori La Città metropolitana provvede in forte ritardo. Era intervenuto il Garante regionale
Assistenza ai disabili a scuola, Città metropolitana in grave ritardo Assistenza ai disabili a scuola, Città metropolitana in grave ritardo Interviene il Garante per i diritti delle persone con disabilità
Assegni di cura 2017: disagi per i richiedenti nella presentazione delle domande Assegni di cura 2017: disagi per i richiedenti nella presentazione delle domande La Rete Regionale A.Ma.Re Puglia interroga l'Assessorato regionale competente e chiede di convocare al più presto il Tavolo regionale dedicato
Trasporto disabili: approvato il protocollo d'intesa con ASL Trasporto disabili: approvato il protocollo d'intesa con ASL Quattro i Comuni firmatari: Altamura, Gravina, Poggiorsini e Santeramo
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.