via manzoni
via manzoni
La città

Via Manzoni e il suo quartiere: il problema non è solo il mercato settimanale

Riqualificazione degli spazi verdi, rifacimento del manto stradale, sicurezza sono gli altri temi caldi per i residenti della zona

Uno dei quartieri periferici più popoloso di Altamura è quello che si sviluppa intorno a via Manzoni: una strada lunga circa 1 km che parte da un'intersezione con Viale Martiri 1799 e finisce per immettersi sulla SS 96. In nome di questa strada è legato a varie questioni ancora irrisolte: mercato settimanale, rifacimento del manto stradale, riqualificazione degli spazi verdi, sicurezza.
Ma andiamo in ordine.

L'ultima comunicazione arrivata da Palazzo di Città in merito allo spostamento del mercato da questa zona in via Monsignor Domenico Chierico e strade limitrofe (allocazione stabilita da un'apposita delibera di Giunta) risale all'inizio del 2018, quando si comunicava anche che i lavori per la realizzazione di una rotatoria in via Manzoni, come punto di raccordo tra la città di Altamura e la statale 96, e di una complanare di servizio, sarebbero iniziati con l'anno nuovo. A distanza di quattro mesi tutto risulta immutato e i residenti di via Manzoni, via Ugo Foscolo, via Treviso continuano a vivere i disagi che lamentano ormai da anni: sporcizia, accesso bloccato alle proprie abitazioni, mancanza di sicurezza, disturbo della quiete pubblica fin dalle primissime ore del mattino.
La delocalizzazione del mercato settimanale rispondeva, inoltre, all'esigenza di rifare il manto stradale di via Manzoni, dove le radici degli alberi, sviluppandosi al di sotto dei marciapiedi e del manto di catrame, hanno finito per divellere l'asfalto penetrando addirittura nei piani terra di alcuni edifici che vi si affacciano. La messa in salvo del viale alberato dovrebbe partire dall'incrocio con via Annibale di Francia, per proseguire scendendo fino a piazza Giuseppe De Napoli. La stessa marcia delle macchine su questo tratto di viale, del tutto a senso unico e da percorrere in discesa, è resa assai difficile da dossi e conche create appunto dall'espansione delle radici. La condizione delle strade intorno a quest'arteria principale sicuramente non è migliore: rattoppi di bitume sono visibili ovunque, almeno fino a quando non arriva la pioggia a farlo nuovamente saltare.

Il quartiere dispone di due importanti centri attrattivi e di aggregazione soprattutto per i giovani e giovanissimi, che sono il Palazzetto dello Sport "Baldassarra", utilizzato dalle squadre locali di pallavolo e basket per allenarsi e disputare gare, e il parco giochi "Il Boschetto", ritornato ad essere regolarmente aperto lo scorso dicembre dopo la scadenza del bando di gestione e il ritardo del nuovo affidamento. Entrambi sono in buono stato. Certo, una manutenzione più accurata soprattutto del parco giochi sarebbe la cosa migliore ma non siamo qui a chiedere la luna nel pozzo. Quello che chiedono invece gli abitanti di questa zona è una riqualificazione del "campo verde", ovvero quel campo adiacente il parco giochi chiamato così per il colore originario della sua recinzione, ormai arrugginita. Usato come parcheggio per le giostre durante qualche festa religiosa di quartiere o come luogo ideale dove portare i cani ad espletare i loro bisogni, potrebbe diventare una struttura sportiva aperta all'intera comunità altamurana.
Sarà in grado la futura amministrazione di soddisfare tali richieste? Ai posteri l'ardua sentenza. Quello che possiamo dire con la quasi certezza è che diventeranno punti salienti dei programmi elettorali che tra qualche giorno inizieremo a sentire.
PPPPPPPP
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.