rapina q8
rapina q8
Cronaca

Presi i responsabili della rapina alla Q8

Tre persone, due uomini e la loro complice. Dopo la rapina erano andati a fare shopping. Ecco i dettagli

Presi i rapinatori della sanguinosa rapina al distributore Q8 di mercoledì scorso. I Carabinieri della Compagnia di Altamura hanno eseguito tre fermi di indiziato di delitto, emessi dalla Procura della Repubblica di Bari nei confronti di due uomini e una donna.

I tre sono gli autori, a vario titolo, della sanguinosa rapina commessa lo scorso 28 ottobre 2015, ai danni di un benzinaio e di un barista, entrambi figli del gestore del distributore di carburanti sulla via Gravina.

Conclusa la conferenza stampa ecco emergere i dettagli della rapina: erano circa le 8,30 quando il più giovane dei rapinatori, dopo essersi coperto il volto con sciarpa e cappellino, era sceso da una Fiat Uno bianca rubata poco prima, e, dopo essersi impossessato di circa 300 euro stappando con violenza il marsupio al giovane titolare impegnato nella distribuzione del carburante, aveva esploso due colpi di pistola all'indirizzo dei due giovani figli del titolare, ferendone uno ad una spalla. Immediate erano scattate le ricerche dei malviventi in fuga, anche con l'ausilio di un elicottero dei Carabinieri, che aveva consentito di rinvenire l'auto utilizzata dai banditi in via Passarelli, non molto lontano dal distributore di carburante.

L'accurato sopralluogo della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale dei carabinieri di Bari e le immagini fornite dai circuiti di sicurezza installati nella zona oltre alla preziosa collaborazione di alcuni testimoni, hanno fornito ai militari particolari preziosi che li ha aiutati a chiudere la vicenda.
In manette sono finiti di due uomini altamurani: uno diciannovenne incensurato, l'autore materiale del ferimento a colpi di pistola; l'altro, un 34enne pregiudicato, il complice che era alla guida dell'auto rubata utilizzata per la rapina.

E non è tutto.

Sottoposta a fermo, per complicità nel crimine, anche una donna di 52 anni, domiciliata a Gravina di Puglia, che dopo la rapina aveva atteso i malviventi e, abbandonata l'auto rubata, li aveva portati a bordo della sua vettura priva ovviamente di eventuali tracce che inchiodassero i malviventi, nei pressi di un supermercato dove, in un fondo agricolo, i due avevano nascosto la pistola interrandola alla base di un muro perimetrale. Immediatamente dopo, tutti assieme, "con un'incredibile disinvoltura" , erano entrati nel supermercato, per fare shopping con i soldi rapinati.
La pistola, una replica di una semiautomatica, perfettamente funzionante perché trasformata in una vera e propria arma da fuoco attraverso l'innesto di una canna in acciaio, verrà sottoposta ad esami balistici per verificare l'eventuale compatibilità con recenti fatti di sangue verificatisi in zona.
Carico il lettore video...
  • Furto
  • Forze dell'ordine
Altri contenuti a tema
Stazione carburanti assaltata nella notte dai banditi Stazione carburanti assaltata nella notte dai banditi Strada sbarrata per impedire l'intervento dei Carabinieri
1 Due assistenti capo di Polizia Penitenziaria agli arresti domiciliari: uno è di Altamura Due assistenti capo di Polizia Penitenziaria agli arresti domiciliari: uno è di Altamura Sono ritenuti responsabili in concorso di peculato e di falsità ideologica continuati
Denunciato imprenditore per gestione illecita di rifiuti Denunciato imprenditore per gestione illecita di rifiuti Sequestrato un container diretto in Giordania contenente residui della lavorazione dei divani
23enne pugliese individuato e denunciato dai Carabinieri di Matera 23enne pugliese individuato e denunciato dai Carabinieri di Matera Responsabile di tentato furto aggravato ai danni di un cittadino di Grottole
6 Deposito della droga scoperto nel Parco Deposito della droga scoperto nel Parco L'operazione dei Carabinieri forestali
1 Tragedia a San Colombano al Lambro: muore 33enne altamurano Tragedia a San Colombano al Lambro: muore 33enne altamurano In corso le indagini dei carabinieri della Compagnia di San Donato
1 Due altamurani in arresto per spaccio di cocaina Due altamurani in arresto per spaccio di cocaina Operazione conseguita con successo dai Carabinieri della Compagnia di Altamura
7 Furti nella notte: emergono altri dettagli Furti nella notte: emergono altri dettagli Due i furti messi a segno. Indagano i Carabinieri
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.