Sede Neuropsichiatria
Sede Neuropsichiatria
Ospedale e sanità

Neuropsichiatria: una sede finalmente adeguata a esigenze di bambini e ragazzi

Oggi l'inaugurazione nel vecchio ospedale

La Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza (Npia) di Altamura ha una sede più grande e meglio organizzata per rispondere alle esigenze della città e del territorio. Si sviluppa su 800 metri quadri di superficie, al quarto piano del Presidio territoriale di assistenza in viale Regina Margherita (vecchio ospedale Umberto I): con ambienti spaziosi e una palestra colorata per prendersi cura di circa 900 tra bambini e adolescenti.

Oggi l'inaugurazione con il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il direttore generale della Asl Bari, Antonio Sanguedolce, il sindaco Vitantonio Petronella, il direttore del Dipartimento Medicina dell'Età Evolutiva Mariano Manzionna, il direttore della Npia Asl Bari Vito Lozito e la responsabile della Npia Alta Murgia, Antonella Bello, insieme a famiglie, utenti e operatori.

Il nuovo servizio ha un organico di 22 operatori e dispone di 24 stanze di cui tre dedicate ad ambulatori medici, due ad ambulatori psicologici, due studi per il Servizio Sociale con tre Assistenti sociali, otto ambulatori di logopedia, tre ambulatori di neuropsicomotricità, una palestra attrezzata con tre fisioterapisti, una infermeria per accettazione, due ambulatori per i tecnici della riabilitazione psichiatrica e un ambulatorio educativo, oltre ad archivio, spogliatoio e servizi. La sala d'attesa e la palestra per la riabilitazione, grazie ad una donazione da parte dell'Associazione "Una Stanza per un Sorriso" Odv presieduta da Rosanna Galantucci, sono state decorate con murales da giovani artisti locali di Aps Wall You (Associazione italiana per l'Arte Urbana), così da rendere "a misura di bambino", quindi più confortevoli, colorati e piacevoli, gli spazi dedicati all'accoglienza e permanenza dei piccoli utenti.

Il Servizio attualmente ha in carico circa 900 utenti, di cui 600 per l'aspetto diagnostico riabilitativo e circa 300 nell'ambito della presa in carico psicopatologica adolescenziale. Inoltre, è stata fortemente potenziata la strumentazione necessaria al personale, per ottimizzare il lavoro clinico e riabilitativo con materiale per i test e la riabilitazione e nuova strumentazione informatica, oltre che nuovi arredi.

La ristrutturazione del quarto piano ha previsto una spesa totale di 550mila euro e hanno riguardato principalmente il risanamento, adeguamento e ripristino funzionale di tutti gli ambienti, in particolare: demolizioni e ricostruzioni di tramezzature per la disposizione dei nuovi ambienti; sostituzione di tutti gli infissi interni ed esterni; adeguamento degli impianti elettrici e di condizionamento; realizzazione di nuovi servizi igienici; realizzazione di una palestra; pulizia e lucidatura della pavimentazione esistente; tinteggiatura e sanificazione di tutti gli ambienti. La Neuropsichiatria, quindi, ha lasciato la sede in via Toti (dove è ubicato il Centro di salute mentale) e ora ha una sede tutta sua.
8 fotoSede Neuropsichiatria e inaugurazione
Taglio del nastroNeuropsichiatriaNeuropsichiatriaInaugurazioneInaugurazioneNeuropsichiatriaInaugurazione NeuropsichiatriaPersonale
  • Bambini
  • ASL
  • Ospedale Umberto I
  • Disabilità
  • Autismo
Altri contenuti a tema
Assistenza ad anziani non autosufficienti e persone con disabilità Assistenza ad anziani non autosufficienti e persone con disabilità Pubblicato il nuovo avviso della Regione
Approvati i programmi del "Dopo di noi" Approvati i programmi del "Dopo di noi" Sono stati incrementati i fondi regionali
1 Bambini con disabilità: prorogati accordi per assistenza specialistica e trasporto Bambini con disabilità: prorogati accordi per assistenza specialistica e trasporto Servizi confermati nell'anno scolastico 2024-2025
Eliminare le barriere architettoniche: a che punto siamo? Eliminare le barriere architettoniche: a che punto siamo? Stanziati fondi della Regione per contributi ai Comuni
Piano di zona, parte il servizio di taxi sociale Piano di zona, parte il servizio di taxi sociale Per persone non autosufficienti e prive di accompagnatori
Autismo: proposte per progetti di inclusione Autismo: proposte per progetti di inclusione Avviso pubblico del Piano di zona, con scadenza 24 febbraio
A breve nuovi avvisi pubblici per progetti vita indipendente e Dopo di noi A breve nuovi avvisi pubblici per progetti vita indipendente e Dopo di noi Le delibere della giunta regionale
Altamura città amica dell'autismo, completata la seconda fase Altamura città amica dell'autismo, completata la seconda fase Concluso il corso di formazione: grande partecipazione
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.